Questo sito contribuisce alla audience di

Google Project Ara: lo smartphone modulare sarà in commercio nel 2017

Project Ara, il progetto di Google dedicato alla creazione di uno smartphone completamente modulare, sbarcherà ufficialmente nel mercato nel 2017, mentre entro la fine dell’anno verrà rilasciato un nuovo dispositivo per gli sviluppatori.

La conferma proviene direttamente dal capo dell’Innovazione e Creazione di Google ATAP, Blaise Bertrand, il quale durante la terza giornata del Google I/O 2016 ha parlato della rivoluzione di Project Ara e del suo futuro. Google rilascerà un nuovo dispositivo per gli sviluppatori entro la fine del quarto trimestre dell’anno mentre verrà commercializzato sul mercato nel 2017.

Nel nuovo dispositivo sono stati ottimizzati gli spazi per i moduli e rimuovere questi ultimi sarà semplicissimo in quanto basterà pronunciare ad esempio “Ok Google, rimuovi il modulo fotocamera“, oppure si potrà fare tramite un’applicazione dedicata. Lo smartphone è dotato di sei slot per l’inserimento dei moduli, che si differenziano per materiali, colori e funzionalità. Sarà possibile, infatti, applicare dei moduli dedicati alla fotocamera, al comparto audio e alla memoria esterna. Oltre questi moduli “classici” sarà, inoltre, possibile applicare dei moduli con dei display secondari o con dei sensori per misurare la glicemia, utili per le persone diabetiche.

Di seguito viene riportato il video dimostrativo di Google Project Ara:

Project Ara, dopo la presentazione odierna effettuata da Google, sembra essere molto più tangibile e reale. Il dispositivo modulare di Google sarà lo smartphone del futuro?

 

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • iBacco

    Idea brillante ma mi sembra più d’effetto che pratica… i cellulari di oggi fanno tutto sempre meglio senza bisogno di moduli addizionali, e quanto all’uso “al volo” difficilmente uno gira con le tasche piene di modulini “in caso servano”… in realtà il modulo più utile di tutti è la batteria sostituibile, perchè si scarica nel corso della giornata, ma proprio Google ha spinto decisa perché venisse epurata dai cellulari Android.

  • FabioNET

    l’unica cosa positiva esendo modulare se un pezzo si rompe o se e’ da aggionare lo puoi sostituire risparmiando.

  • FabioNET

    Sto cellulare fa tutto fuorche telefonare penzola proprio perde pezzi per la strada hahahaha nun serv proprio

  • Enibe

    spero lo slot per le mentine sia solo per scherzare

  • tris

    Perché dovrei togliere la fotocamera a che Pro?
    Poi la sostituire con qualcosa altro o rinane smembrato.
    Me lo spiegate nn capisco dal video

    • Igor Mishin ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

      Per metterne un’altra migliore ad esempio.

  • Ciccio77

    Esteticamente non è il massimo ma il progetto ha un suo fondamento, ovviamente per funzionare i moduli non devono costare un occhio della testa, tutto il progetto dovrà essere seguito da un buon supporto software. Secondo me potrebbe funzionare.

    • tris

      A che Pro

      • Igor Mishin ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

        Allo stesso pro dei PC modulari

  • Docking

    Ogni anno scrivono che esce l’anno prossimo…

  • Danilo Freiles

    Niente cambio display da quello che mi sembra di capire.

  • Axynes

    ma se cade saltano via tutti i pezzi?

    • drumbo

      Basta fargli un giro attorno con il nastro isolante :-)

  • Corra

    Lo comprerò promesso. Lo voglio assolutamente. Al massimo lo rivendo per il nexus. Spero solo che sia trattato come i nexus per quanto riguarda aggiornamenti ecc

  • M-Redstone

    Boh… vedremo se risulterà almeno pratico e funzionale, perchè esteticamente se sarà simile a quello raffigurato nelle immagini non mi entusiasma molto

Top