L’applicazione Google Chrome per dispositivi Android presto bloccherà il caricamento delle schede lasciate aperte in background dopo 5 minuti di inattività, al fine di portare miglioramenti in termini di performance. Gli ingegneri di Google negli ultimi tempi hanno portato avanti un importante lavoro per migliorare Chrome e soddisfare aspettative ed esigenze degli utenti.

Qualche anno fa il mercato era dominato da Internet Explorer di Microsoft, ma grazie all’eccellente lavoro svolto adesso Google Chrome è il browser di riferimento. Al punto tale che, stando ai numeri riportati da varie fonti, una percentuale che compresa tra il 50% ed il 62% degli utenti utilizza il browser di Google.

Un successo di questa portata ha anche un rovescio della medaglia: da una parte la condotta del colosso di Mountain View è, a ragione, costantemente tenuta d’occhio e dall’altra alza le aspettative degli utenti. Insomma Google Chrome non è esente da critiche da parte di chi lo utilizza e per questo motivo gli ingegneri di Big G devono darsi da fare.

A questo proposito, il team di XDA ha scovato nel Chromium Gerrit un commit che dimostra come siano attualmente in corso dei lavori finalizzati a migliorare le performance di Google Chrome su Android. La feature in questione era stata inizialmente pensata per essere attiva di default, ma ciò non è mai accaduto.

In un secondo momento è stato trovato un altro commit che menzionava nuovamente il flag StopLoadingInBackground. In parole povere gli ingegneri di Google vogliono migliorare le performance di Chrome su Android ed al contempo ridurne l’impatto sull’autonomia del device fermando il caricamento dei task e lo spreco di risorse da parte delle schede in background che siano rimaste inattive per più di 5 minuti.

In Google sono state condotte delle prove nel corso degli ultimi 5 mesi e ritengono di aver risolto tutti i problemi riscontrati. I risultati dei test in questione mostrano come una riduzione del lavoro della CPU in background, che si traduce in una migliore autonomia, ed anche un miglioramento delle prestazioni in presenza di due o più tab in caricamento.

Google è consapevole del fatto che gli utenti si servono della modalità picture-in-picture per ascoltare musica e guardare video tramite Chrome e di conseguenza la novità non andrà ad incidere sulla riproduzione di questi contenuti multimediali.

Se siete curiosi di scoprire maggiori dettagli tecnici sul lavoro svolto da Google, Big G ha pubblicato la documentazione relativa “Stop Loading in Background on Android” e la trovate a questo link. Tramite il badge seguente, invece, potete scaricare l’ultima versione dell’app Google Chrome direttamente dal Play Store.

Android app sul Google Play