Google chiuderà Google+ entro il 2019 a causa di un grave problema di sicurezza

Google chiuderà Google+ entro il 2019 a causa di un grave problema di sicurezza
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/Google_tta2-460x345.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/Google_tta2-533x400.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/Google_tta2.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/Google_tta2.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/Google_tta2.jpg"}, "title": "Google chiuder\u00e0 Google+ entro il 2019 a causa di un grave problema di sicurezza" }

In pericolo i dati personali di centinaia di migliaia di utenti di Google+ a causa di un bug di cui Google era a conoscenza e che ha deciso di non comunicare: la notizia arriva come un lampo a ciel sereno dopo gli scandali dell’altro colosso della tecnologia Facebook e la vicenda Cambridge Analytica.

La questione, riportata dal The Wall Street Journal, riguarda un bug che ha esposto agli sviluppatori dati personali degli utenti di Google+, il social network non molto fortunato del colosso di Mountain View, tra il 2015 e il 2018. Stando a note interne, non ci sono prove che questo bug sia stato utilizzato, ma è anche impossibile affermare il contrario con certezza.

I dati coinvolti sono ad esempio nomi, indirizzi email, date di compleanno, foto, occupazione e relazioni; sebbene Google+ dia accesso a tali informazioni agli sviluppatori se un utente acconsente, il bug permetteva agli stessi sviluppatori di accedere agli stessi dati anche degli amici dell’utente coinvolto, che a differenza di questo non avevano dato il consenso. Stando a quanto riportato da Google, gli utenti coinvolti dal bug sarebbero circa 500000, mentre post, messaggi e i contenuti della G Suite non sono coinvolti.

Quel che è preoccupante è la decisione di non comunicare nulla agli utenti, presa internamente a Google e di cui il CEO Sundar Pichai era a conoscenza; la decisione sarebbe stata presa per non finire sotto ai riflettori insieme – o al posto – di Facebook nella vicenda di Cambridge Analytica.

Stando a quanto riportato, Google avrebbe scoperto e risolto il bug a marzo di quest’anno; la prossima mossa di Google sarà quella di chiudere la versione consumer di Google+, chiusura che dovrebbe essere completata per agosto 2019 per dare modo agli utenti di spostarsi verso altre piattaforme.

Fonte: Engadget
Condividimi!