Se avete un iPhone e state passando a un qualsiasi smartphone Android vi sarete accorti delle difficoltà nel trasferire l’intera cronologia delle chat WhatsApp sul vostro nuovo smartphone: la celebre app di messaggistica, purtroppo, non possiede alcun metodo di backup multipiattaforma, ma permette di utilizzare iCloud su smartphone iOS e Google Drive su dispositivi Android. A causa di ciò non esiste un metodo fornito dall’app per passare da iOS ad Android senza perdere messaggi, foto e video.

Fortunatamente ci viene in aiuto un’applicazione chiamata Wazzap Migrator, grazie a essa oggi vedremo insieme come trasferire i messaggi WhatsApp da iPhone ad Android in una guida dettagliata.

Partiamo con elencare tutto il necessario per portare a termine la guida:

  • l’iPhone da cui trasferire le chat
  • un PC con Windows o un Mac
  • iTunes
  • iBackup Viewer nella versione free per Windows o macOS
  • Wazzap Migrator

Backup iTunes

Il primo step per trasferire i messaggi WhatsApp da iPhone ad Android è scaricare e installare iTunes, potete farlo tranquillamente da questo link. Una volta fatto ciò, il prossimo passo sarà eseguire un backup in locale: per farlo vi basterà collegare il vostro iPhone al PC su cui avete installato iTunes attraverso il classico cavo Lightning ed eseguire i seguenti passaggi:

  • toccare l’icona su iTunes con il vostro iPhone (Passo 1 a fine paragrafo)
  • togliere la spunta all’opzione “codifica backup iPhone”
  • cliccare su “effettua backup adesso”

Una volta fatto ciò non dovrete fare altro che aspettare la fine del backup che potrebbe impiegare diversi minuti in base alla quantità di app e dati che avete sul vostro iPhone.

iBackup Viewer

Prima di passare a Wazzap Migrator, il prossimo passaggio per trasferire i messaggi WhatsApp da iPhone ad Android è estrapolare le chat WhatsApp, le foto e i video dal backup appena creato con iTunes. Per farlo dovrete scaricare da questo link un programma disponibile sia per Windows che per macOS chiamato iBackup Viewer. Nel nostro caso basta la versione gratuita, di conseguenza non dovrete spendere un euro.

Dopo aver scaricato e installato il programma sovrastante dovrete avviarlo: se avete effettuato il backup con iTunes correttamente, iBackup Viewer dovrebbe trovarlo automaticamente senza alcun problema, altrimenti vi basterà cercarlo in maniera manuale.

A questo punto aprite il programma e toccate sull’icona denominata “Raw Files”, tutto vi sarà più chiaro guardando l’immagine del “Passo 1”. Dopo aver selezionato “Raw Files” dovrebbe comparire il vostro sfondo con il nome dell’iPhone di cui avete fatto il backup, selezionatelo e vi si aprirà l’elenco di tutte le cartelle salvate da iTunes.

Per esportare le chat in modo corretto eseguite i seguenti passaggi:

  • cambiate la visualizzazione cliccando sull’icona in alto a destra, come visibile nell’immagine del “Passo 3”
  • nell’elenco di sinistra cercare e selezionate la cartella AppDomainGroup-group.net.whatsapp.WhatsApp.shared, la dicitura dovrebbe essere sempre la stessa, tuttavia potrebbe subire piccoli cambiamenti nel tempo
  • nella finestra di destra dovrebbero comparirvi una serie di file e cartelle, selezionate ChatStorage.sqlite
  • a questo punto cliccate su Export > Selected File e scegliete dove salvare il suddetto file all’interno del PC

Per esportare foto e video i passaggi da eseguire sono gli stessi, in questo caso la cartella da cercare è AppDomain-net.whatsapp.WhatsApp. Espandete la suddetta cartella e toccate su Library, nella finestra di destra selezionate la cartella Media ed esportate come prima cliccando su Export > Selected File.

Nelle immagini sovrastanti è spiegato graficamente ogni singolo passaggio, in modo da rendere tutto più semplice. Ora non vi resta che trasferire i file esportati con iBackup Viewer sul vostro smartphone Android, potete farlo utilizzando un semplice cavo USB o qualsiasi servizio di Cloud. Nel prossimo paragrafo sarete pronti a ripristinare chat, foto e video con Wazzap Migrator.

Wazzap Migrator

L’ultimo passaggio per trasferire i messaggi WhatsApp da iPhone ad Android prevede, ovviamente, l’utilizzo di Wazzap Migrator. Per utilizzarla dovrete innanzitutto acquistarla dal Play Store da questo link al prezzo di 4,99 euro, dopodiché vi basterà andare avanti con i seguenti passaggi:

  • Disinstallare WhatsApp qualora fosse già installato sullo smartphone, con conseguente cancellazione dei dati
  • Aprire Wazzap Migrator e toccare “seleziona l’archivio iPhone”, l’app vi chiederà prima di effettuare una ricerca automatica: qualora non riuscisse a trovare il file “ChatStorage.sqlite” selezionatelo manualmente
  • Per importare anche foto, video e registrazioni vocali toccate l’icona delle impostazioni in alto a destra e la voce “seleziona cartella media”, a questo punto dovrete cercare la cartella precedentemente trasferita sul vostro smartphone. N.B.: se selezionate “intero sistema” dovrete andare in sdcard e successivamente nella cartella all’interno della quale avete trasferito la cartella Media.
  • Attendere il trasferimento del backup e il messaggio di “conversione completata” con i dati dell’archivio ripristinato
  • Installate WhatsApp
  • Procedete con la configurazione, durante la quale l’app troverà un backup della stessa dimensione di quello convertito con Wazzap Migrator, toccate su “ripristina” per terminare.

A questo punto avrete terminato il trasferimento dei messaggi WhatsApp da iPhone ad Android e potrete tranquillamente visualizzare le chat che avevate anche sul vostro smartphone iOS, senza aver perso nulla.

Android app sul Google Play

Wazzap Migrator è un’applicazione necessaria per tutti coloro i quali passano da uno smartphone Apple a un prodotto con a bordo Android e hanno esigenza di continuare ad utilizzare WhatsApp senza perdere alcunché, la guida sovrastante è piuttosto semplice se seguita passo passo e non dovrebbe recarvi alcun tipo di problema. Nel caso in cui vogliate trasferire le chat da uno smartphone Windows Phone ad Android vi basterà acquistare la versione di Wazzap Migrator dedicata alle chat provenienti dal sistema operativo di Microsoft da questo link. Vi lasciamo al sito ufficiale dell’applicazione per ulteriori informazioni.

Informazione Pubblicitaria