Google ha appena aggiornato Android Wear alla versione 1.3 e ad una prima occhiata sembra che si tratti di un aggiornamento minore, con l’unica novità sostanziale data dalla possibilità di scegliere lo smartwatch sul quale attivare il debug.

Le novità più interessanti però sembrano essere quelle nascoste, che i ragazzi di Android Police hanno cercato tra le righe del codice di Android Wear. Come sempre si tratta di speculazioni fatte semplicemente analizzando il codice e non implicano che queste funzioni possano essere effettivamente implementate in future release di Android Wear.

Sarebbero quattro le novità principali scoperte tra le pieghe del codice e che porterebbero nuove interessanti funzioni. La prima novità sembra aprire le porte ad un’app dedicata al meteo, con previsioni di quattro giorni. Finora la parte meteo era affidata a Google Now ma sembra che presto potremmo avere un’applicazione a sé stante.

La seconda novità riguarda un’altra app dedicata alla traduzione che dovrebbe espandere le funzioni di Google Now e sembra offrire la possibilità di visualizzare la schermata anche al contrario, permettendo quindi a chi indossa lo smartwatch di mostrare il risultato ad un interlocutore senza ricorrere a strane contorsioni.

Le novità più interessanti però sembrano venire dalle watch faces, che potrebbero diventare interattive in maniera ufficiale. Finora le watch face non ufficiali permettevano una interazione da parte dell’utente ma ora sarà possibile utilizzare il codice ufficiale per cambiare il colore dello sfondo, inviare un messaggio o avviare una sessione di allenamento.

L’ultima novità è ancora legata alle watch faces, in  particolare alla funzione Togheter, che permette di collegare due smartwatch per consentire ai due proprietari di dialogare tramite le watch faces. Ad esempio sarà possibile far sapere al proprio partner che siamo in macchina attraverso un’apposita app che farà comparire un’icona a forma di automobile sul suo smartwatch.

Un’altra possibilità potrebbe essere quella di utilizzare come watch face una foto scattata da uno dei due utenti collegati. L’operazione di pairing tra due smartwatch sembra molto semplice, allo stessa livello di una richiesta di amicizia su un social network. Staremo a vedere quando Google renderà pubblica questa novità per tutti i possessori di uno smartwatch Android Wear.

Via