Il fatto che i produttori abbiano puntato tutto sull’interazione tramite schermo sensibile al tocco sta pian piano facendo sparire tutti i tasti fisici dai nostri dispositivi. Questo fatto √®, in s√©, positivo perch√© riduce il numero di elementi meccanici che possono rompersi per usura; il lato negativo, per√≤, √® che non si hanno pi√Ļ alcuni tasti fisici altrimenti molto utili, come ad esempio i tasti per controllare la riproduzione della musica.

Un altro elemento dell’esperienza musicale in mobilit√† che pu√≤ essere migliorato √® quello della presenza di cavi: nell’era wireless siamo ancora costretti ad utilizzare dei cavi per ascoltare la musica, a meno che non acquistiamo cuffie con connettivit√† Bluetooth – il cui costo √® spesso sensibilmente superiore rispetto alle controparti con cavo, a parit√† di qualit√†.

Creative Sound Blaster E3 è un piccolo dispositivo che, a primo impatto, potrebbe quasi sembrare un vecchio lettore MP3 senza schermo. Si tratta in realtà di un DAC (Digital to Analog Converter) e di un amplificatore portatile con connettività Bluetooth. Che lo si usi con un computer o con uno smartphone o un tablet, Sound Blaster E3 riesce a dare nuova vita ai nostri brani preferiti.

Ringraziamo Creative per averci fornito il prodotto oggetto della prova.

Caratteristiche e design

Creative Sound Blaster E3 √® un piccolo dispositivo poco pi√Ļ grande dei vecchi lettori MP3 a chiavetta che andavano tanto circa 10 anni fa. Con dimensioni pari a 60.5 x 45 x 23 mm e un peso di 44 grammi, √® facile dimenticare di averlo in tasca.

La forma √® un po’ particolare: visto dall’alto √® un rettangolo, ma visto lateralmente si allarga per poi restringersi. Proprio sullo spigolo sono posizionati i tasti per azionare il dispositivo, che risultano quindi decisamente accessibili e comodi. Anche la corsa dei tasti √® ottimale. Sul lato inferiore √® presente una clip per fissare il Sound Blaster E3 a pantaloni, magliette, camicie, felpe, giacche e quant’altro. La clip √® realizzata in plastica lucida semi-trasparente, contrariamente al resto del dispositivo che √® realizzato in plastica grigia satinata (per i lati maggiori e i lati superiore ed inferiore) o nera lucida (per i lati minori).

Creative-Sound-Blater-E3-5

Guardando il dispositivo dall’alto troviamo sul lato superiore il chip NFC per connettere velocemente il dispositivo ad uno smartphone o tablet Android; i lati maggiori ospitano i controlli (accensione/spegnimento e play/pausa/controlli chiamate sul lato in alto, controllo del volume e traccia precedente/successiva sul lato in basso), mentre i lati minori ospitano le di connessione (micro-USB e line-in sul lato di destra, due jack per le cuffie di cui uno con supporto al microfono sul lato di sinistra).

A metà tra il tasto di accensione e quello di play/pausa è presente un LED che si illumina di bianco quando il dispositivo è acceso e collegato ad un computer, di blu quando è connesso in Bluetooth (lampeggia quando è in attesa di connessione) e di rosso quando la batteria è scarica.

Creative-Sound-Blater-E3-3

Funzionalità

Anche in questo caso, come per il Sound Blaster Roar, Creative ha inserito una quantità di funzioni notevole. Creative Sound Blaster E3 non è soltanto un amplificatore per cuffie che permette di trasformare qualunque cuffia in una cuffia Bluetoth, ma è anche una vera e propria scheda audio esterna utilizzabile sul proprio computer.

La porta micro-USB serve infatti sia per caricare il dispositivo (da porta USB sul computer o da alimentatore) sia per collegarlo al computer e utilizzarlo come scheda audio esterna. Il riconoscimento è immediato su MacOS X e su Linux, mentre su Windows bisogna installare i driver; il risultato è nettamente positivo e la qualità è sensibilmente superiore a quella offerta dalle schede audio integrate.

Creative-Sound-Blater-E3-4

√ą possibile utilizzare l’USB tramite adattatore (presente nella nostra confezione, ma non segnalato sul sito Creative) anche per connettere smartphone e tablet, ma con dei limiti: non √®, ad esempio, possibile regolare il volume. Sotto una certa soglia (molto alta, a dire il vero) il volume infatti si azzera e dal dispositivo non √® possibile controllare il volume. Abbiamo fatto prove con un Nexus 4 e un Acer Liquid S2, senza poter regolare il volume su livelli accettabili. Inoltre il dispositivo si ricarica quando collegato al Sound Blaster E3 poich√© lo rileva come un dispositivo da cui attingere energia; questo diminuisce notevolmente la durata del DAC.

Sound Blaster E3 supporta cuffie da 600ő©, che normalmente richiedono un amplificatore e che restituiscono un volume molto basso quanto attaccate a smartphone, tablet e computer. Il rapporto segnale-rumore di 112dB si apprezza meglio proprio con cuffie di fascia pi√Ļ elevata, ma se ne pu√≤ trarre vantaggio anche con cuffie “normali” – anche se difficilmente si potranno sentire differenze sconcertanti con cuffie da 15‚ā¨.

Creative-Sound-Blater-E3-6

Il fatto di poter utilizzare qualunque cuffia come una cuffia Bluetooth √® uno dei principali punti di forza di questo DAC. Il fatto √®, in s√©, positivo perch√© permette di utilizzare un tablet o un phablet come lettori multimediali anche riponendoli nello zaino e avendo ugualmente facile accesso ai controlli, senza dover per forza tenere il dispositivo sorgente a portata di mano o, magari, in una tasca (e nel caso dei phablet non sempre questo √® possibile). I tasti per controllare la riproduzione sono l’altra enorme comodit√† che viene resa possibile dal Sound Blaster E3: finalmente √® possibile controllare la riproduzione dei brani anche senza dover pescare di tasca il proprio smartphone!

La doppia uscita si rivela particolarmente utile se si vuole ascoltare un brano insieme a qualcun altro o se si vuole fare un confronto tra due cuffie (come, peraltro, ho fatto io per questa recensione!): si inseriscono i due jack da 3.5mm nelle rispettive porte e la riproduzione avverrà su entrambe le cuffie. Se collegato ad un computer, si può utilizzare un ingresso per le cuffie o gli altoparlanti e il secondo per un microfono.

L’autonomia dichiarata da Creative √® di 8 ore, che sono perfettamente in linea con quanto ho riscontrato nell’uso. L’autonomia dipende molto dal volume di riproduzione e dalla qualit√† del segnale Bluetooth proveniente dallo smartphone/tablet (direttamente proporzionale alla distanza): tenendo lo smartphone nello zaino e il Sound Blaster E3 nella tasca dei pantaloni ed ascoltando la musica a volume medio-basso la durata √® stata pi√Ļ che buona arrivando a coprire le 8 ore dichiarate.

Creative-Sound-Blater-E3-2

Audio

La differenza tra l’audio in uscita proveniente dal Creative Sound Blaster E3 e quello proveniente da un PC o da uno smartphone √® sensibile. Per apprezzare al meglio il cambiamento √® necessario utilizzare cuffie di buona fattura, ma gi√† con cuffie dal costo contenuto come le Ubsound Fighter si sente lo stacco. La definizione, la quantit√† di bassi e di medi e, soprattutto, la qualit√† generale del suono subisce un cambiamento drastico in positivo.

Non solo c’√® un notevole miglioramento per i brani in formati lossless, ma anche nella riproduzione dei normali MP3 a 320kbps √® facile notare la differenza. Non √® quindi necessario impiegare file FLAC o ALAC da decine di megabyte per canzone per sentire al primo impatto che c’√® una profonda differenza tra l’audio proveniente direttamente dallo smartphone e quello proveniente dal DAC di Creative.

Le differenza pi√Ļ marcate si possono notare nella quantit√† di dettagli: laddove i piatti della batteria appaiono confusi e poco definiti, con Sound Blaster E3 acquisiscono maggiore identit√† e definizione.

Anche i bassi, con le impostazioni predefinite, subiscono netti miglioramenti: le House of Marley Rise Up, che normalmente hanno un output sufficientemente piatto (nel senso che bassi, medi e alti non hanno particolari differenze di volume ed intensit√†), riproducono invece bassi ben presenti e ad un volume leggermente pi√Ļ elevato rispetto alla norma se utilizzate in accoppiata con il Sound Blaster E3. Questo pu√≤ essere un fattore positivo o negativo a seconda delle proprie preferenze e delle proprie cuffie: con cuffie come le SOL Republic Tracks V8 risulta negativo, visto che i bassi sono decisamente presenti; con altre cuffie pu√≤ risultare decisamente pi√Ļ apprezzabile.

Difetti

Un difetto particolarmente importante √® l’impossibilit√† di disattivare il Bluetooth: anche se Sound Blaster E3 √® pensato principalmente per essere usato con questa tecnologia, il suo possibile utilizzo come scheda audio via USB per un computer o per uno smartphone o tablet compatibile rende di fatto superfluo il Bluetooth. Perch√© non permettere di disattivarlo o, viceversa, di usare il dispositivo come tramite di collegamento a cuffie Bluetooth?

L’equalizzazione preimpostata porta il dispositivo a produrre una quantit√† di bassi fin eccessiva con cuffie che gi√† di per s√© puntano molto sui bassi – come, ad esempio, le SOL Republic Tracks V8. Questo problema pu√≤ essere facilmente risolto impiegando il software per computer apposito messo a disposizione da Creative.

A questo proposito, nonostante l’impegno di Creative a supportare Linux (pur con alti e bassi), il programma per modificare le impostazioni del Sound Blaster E3 √® disponibile solo per Windows e MacOS X. Il riconoscimento del Sound Blaster E3 √® tuttavia immediato e non √® necessario installare software aggiuntivo (prova effettuata su Linux Mint 17 con kernel 3.16-pf2).

Conclusioni

Creative Sound Blaster E3 √® un prodotto destinato a chi vuole di pi√Ļ dalla propria musica senza adoperare prodotti destinati al mercato audiofilo, spesso sensibilmente pi√Ļ costosi, non sempre facili da reperire e che richiedono attenzioni particolari e un bagaglio di conoscenze che non tutti hanno. Il risultato ottenibile, per√≤, √® davvero degno attenzione: Sound Blaster E3 riesce a trasformare completamente la musica che si ascolta normalmente, permettendo di sentire meglio e di notare cose che altrimenti difficilmente si sarebbero potute sentire.

Il costo non √® propriamente contenuto: parliamo di 129‚ā¨ 109.99‚ā¨ sull’online store di Creative, che certo non posizionano il prodotto in una fascia di spesa che tutti sono disposti a raggiungere. Si tratta, tuttavia, di una spesa ridotta rispetto a quella di un lettore dedicato con prestazioni simili e, contrariamente alla stragrande maggioranza di questi ultimi, Sound Blaster E3 pu√≤ essere utilizzato anche come scheda audio per il PC pur mantenendo l’ingombro al minimo.