Intel produrrà processori ARM Cortex-A53 per Altera

Altera

Intel che produce chip ARM, i suoi più grandi rivali nel mondo mobile? No, non è un errore né una svista. Intel produrrà effettivamente dei processori Cortex-A53 a 64-bit con processo produttivo a 14nm per conto di Altera, con un grosso “però”: Altera non produce chip per smartphone e tablet, ma per il mondo embedded e, nello specifico, in applicazioni per il networking.

La produzione partirà a metà del 2014 o, nel caso peggiore, verso la fine del prossimo anno; i ritardi nella produzione dei nuovi processori (di cui abbiamo parlato su TuttoWindowsPhone in questo articolo) saranno applicati anche ai chip ARM. Intel tuttavia non ha deciso di regalare i gioielli di famiglia (ovvero un netto vantaggio sulla concorrenza nella produzione) al “nemico”, visto che Altera non è una realtà concorrente. Si tratta di un modo per recuperare gli investimenti effettuati sull’avanzamento del processo produttivo, che richiedono miliardi di dollari per ogni passo aggiuntivo tra macchinari, test, progettazione e così via.

Altera ed Intel sono contenti dei primi risultati della relazione tra le due realtà e questo annuncio di Altera è in linea con l’accordo che abbiamo annunciato precedentemente durante l’anno. Abbiamo affermato che saremo aperti a produrre architetture competitive e vogliamo valutarle caso per caso.”

I ritardi tuttavia potrebbero costare molto ad Intel, che nel 2015 sarà raggiunta dalle fonderie concorrenti che producono chip ARM (Samsung, TSMC, ecc) e perderà così il primato da questo punto di vista. A parità di processo produttivo i chip ARM sono più efficienti e ottengono prestazioni migliori con gli stessi consumi, dunque il 2015 si preannuncia sicuramente interessante.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Trapelata la roadmap di ARM, nuovi processori Artemis a 10 nm in arrivo - Tutto Android()

  • Sid Bradipao

    “A parità di processo produttivo i chip ARM sono più efficienti e
    ottengono prestazioni migliori con gli stessi consumi, dunque il 2015 si
    preannuncia sicuramente interessante.”

    Affermazione vera, ma con due precisazioni tecniche:

    1) il parametro da cui deriva la suddetta affermazione è la performance-per-watt, misurata ad esempio in GFlop/Watt. Non è che l’architettura ARM è “fatta meglio” rispetto alla x86. Semplicemente è ottimizzata per eccellere nella performance-per-watt. La x86 (fino a qualche anno fa) era ottimizzata per eccellere nella performance assoluta, ignorando totalmente la performance-per-watt se non per limiti termici di dissipazione.

    2) Il divario tra ARM e x86 sta calando : ora che la performance-per-watt è diventata essenziale, l’architettura x86 sta subendo modifiche per migliorare quel parametro. E in parallelo la ARM sta sacrificando un po’ dell’eccellente performance-per-watt per aumentare la performance assoluta.

Top