La divisione mobile di Samsung non sta attraversando un periodo particolarmente fiorente dal punto di vista economico. Le stime pubblicate quest’oggi dal Wall Street Journal prevedono un calo nel market share globale pari a 6 punti percentuali, dal 31% dello scorso anno al 25% del prossimo anno. Le motivazioni sono varie e vanno dal calo della domanda (fisiologico all’interno di un settore quasi prossimo alla saturazione) all’aumento dei costi di produzione.

Samsung sembra sentire il peso dei tanti produttori cinesi che ultimamente hanno invaso il mercato con prodotti ben realizzati ma poco costosi. I vari Xiaomi, Oppo, Huawei etc. stanno dunque riuscendo ad indebolire il gigante dalla grande S.

I tagli potrebbero rappresentare l’unica soluzione per una rapida ripresa, ma solo se associati al lancio di prodotti competitivi che sappiamo attirare il grande pubblico. I primi segni positivi dovrebbero arrivare giĂ  durante il terzo quadrimestre dell’anno in corrispondenza con l’aumento della domanda nei primi mesi invernali.

Staremo a vedere se il lancio del Note 4 riuscirĂ  a guidare un nuovo trend positivo per l’azienda.

Via