Gear Fit 2, ecco le sfide ingegneristiche affrontate per produrlo

Samsung Gear Fit 2 è il fitness tracker di punta dell’azienda coreana, che per produrlo ha dovuto affrontare non poche sfide dal punto di vista progettuale ed ingegneristico, a partire dall’inserimento del modulo GPS fino al sistema operativo proprietario, Tizen.

Prima di svelarvi come Samsung sia riuscita a risolvere questi problemi, vi invitiamo a guardare la nostra recensione di Gear Fit 2 e anche il confronto con  Xiaomi Mi Band 2, per vedere se la differenza di prezzo tra questi dispositivi sia giustificata.

Inoltre, non perdetevi il focus sul comparto fitness e quello sul design.

Sicuramente la difficoltà principale, come spiega Chaekyu Choe, è stata quella di dover miniaturizzare e incastrare tutti i componenti in uno spazio così ristretto. Nonostante ciò, Gear Fit 2 vanta, rispetto al predecessore, il modulo GPS (assente sulla prima versione), un barometro 10 volte più preciso e un sensore di battito cardiaco migliore grazie alla separazione tra LED e fotodiodo.

John Kim ci spiega che, poichè l’antenna GPS riceve meglio il segnale se è distante dal corpo umano, hanno dovuto inerirla nel display (cioè il meno vicino possibile al polso): questa soluzione è stata possibile grazie a due antenne, la principale e una ausiliaria (quella nel dipslay).

Altre curiosità sui miglioramenti apportati a Gear Fit 2, come il GPS che dovrebbe consumare un quarto di un apparecchio standard e garantire dunque un miglioramento dell’autonomia, l’utilizzo di Tizen come sistema operativo e il riconoscimento automatico dell’attività fisica sono spiegati nel dettaglio nell’intervista completa, che i più esperti di voi potranno raggiungere a questo link.

 

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • The Viper

    sono un felice possessore della gear fit 1 ricevuta a suo tempo con note 3 e che ora uso col redmi note 3 pro :) mi piace la 2 ma francamente 230 euro per un tracker ( quindi no smartwatch) mi sembrano eccessivi

    • Apocalysse

      Guarda che è anche uno SmartWatch

    • Ale

      Anch’io ho avuto il primo, Gear Fit. Ora sono con questo Fit 2, e sono pienamente d’accordo con te per il prezzo eccessivo.

      Tuttavia sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla durata della batteria: riesco a fare 3 gg. (lo ricarico un’oretta dopo cena) ricevendo in queste 72 ore molte notifiche.

      A parità di utilizzo, con il primo Gear Fit arrivavano a malapena alla sera del secondo giorno. Forse comunque sempre poco, però siamo già buona strada. Ottimo poi solo per il GPS integrato (se si fa attività fisica). Sotto i 190 lo consiglio.

      • vincenzo francesco

        abbiamo due gear fit 1 a casa e sfruttandolo al massimo, raramente fa meno di 4 giorni.
        Com’è possibile che a te facesse scarsi 2 giorni?

        • Ale

          Non saprei. Probabile a causa di impostazioni ed uso differenti.

Top