Assomiglia più ad un Galaxy A71, tuttavia non fa parte della serie Galaxy A. Samsung Galaxy S10 Lite ha un cuore da top di gamma nonostante il nome conferitogli possa trarre in inganno, suggerendo che si possa trattare di una versione appunto lite di Samsung Galaxy S10, lo smartphone di punta del 2019 dell’azienda sud coreana. In realtà di “leggero” ha poco ed è capace di dare molto in termini di esperienza d’uso.
Le principali novità rispetto ai restanti device della serie S10 risiedono nel cambio di design, di display, di fotocamere ma soprattutto di chipset.

È proposto ad un prezzo di partenza di 679,00 Euro, cifra piuttosto salata ma per fortuna attualmente al ribasso verso i 549,00 Euro su Amazon. Il nostro sample è in colorazione Prism Black, disponibile anche in Prism Blue e Prism White.
Non sprechiamo però ulteriore tempo e andiamo ad analizzare il device nel dettaglio in questa recensione di Samsung Galaxy S10 Lite!

Video recensione di Samsung Galaxy S10 Lite

Design & Ergonomia

Samsung Galaxy S10 Lite ha dimensioni pari a 162.5 x 75.6 x 8.1 mm e un peso di 186 grammi.
Sul lato destro trovano posto il pulsante accensione/spegnimento e il bilanciere del volume, mentre sul lato sinistro solo il vano dual nano SIM. Inferiormente sono collocati ingresso Type-C 2.0 (senza uscita video), il primo microfono e lo speaker mono, superiormente è presente solo il secondo microfono. Assente il jack audio 3,5 mm.

L’altoparlante ha un volume massimo elevato e un sonoro discreto. Le basse frequenze sono udibili e l’audio è nitido ma presenta un lieve effetto rimbombo e una propensione verso le frequenze medio-alte, con un sonoro a tratti stridulo e un po’ fastidioso da ascoltare ad alto volume.
Presente il supporto alla tecnologia Dolby Atmos ma solo con auricolari collegati.

Samsung Galaxy S10 Lite speaker

Tornando all’aspetto visivo, questo Samsung Galaxy S10 Lite è uno smartphone che si distacca dall’estetica dei restanti device della famiglia S10 dato il richiamo delle linee della neonata serie S20, infatti è sufficiente osservare sia il design della fotocamera posteriore che il piccolo foro nel pannello frontale per rendersi conto dei cambiamenti estetici apportati, con una fotocamera sporgente sul retro dal design discutibile.

Samsung Galaxy S10 Lite fotocamera

Suffisso lite di nome ma non di fatto, non tanto per la qualità costruttiva la quale risulta piuttosto buona, quanto per la scelta dei materiali, aspetto su cui Samsung non ha speso molte energie. Restituisce un touch and feel da dispositivo piuttosto economico dato il retro realizzato in policarbonato anziché vetro, trattenendo poco le ditate ma accumulando facilmente sporcizia. Il frame è in alluminio e il grip senza infamia e senza lode, abbiamo visto di peggio ma non possiamo certo dire che possegga una buona aderenza alle superfici.

Display

È da tempo iniziata la corsa a chi ha il display più grande con al tempo stesso le cornici più risicate.
Samsung propone un grande Infinity-O display Super AMOLED Plus da 6.7″ FullHD+ (1080 x 2400 pixel) con supporto HDR10 ed un unico foro centrale dove trova posto la camera frontale, senza notch alcuno.
Un pannello che imponente è dire poco, bordi assottigliati e ben ottimizzati ma ugualmente l’uso a singola mano risulta estremamente difficoltoso se non impossibile; per fortuna la Modalità con una mano dedicata ci aiuta a sopperire a tale difficoltà.

Dispone di colori accesi e contrastati ma armoniosi, regolabili a piacimento dai settings. Ottimi poi la risoluzione e l’angolo di visione, fanno sembrare il vetro protettivo e il display una cosa sola, fusi assieme.
Tanto di chapeau a Samsung che, ancora una volta, stupisce con i suoi pannelli di ottima qualità.
I più attenti si saranno accorti della mancanza dei bordi curvi, caratteristica di cui non abbiamo sentito la mancanza dal momento che ci siamo accontentati di una semplice e leggera stondatura.

Hardware & Prestazioni

Samsung Galaxy S10 Lite è munito sotto la scocca di chipset Qualcomm Snapdragon 855 corredato di GPU Adreno 640, 8 GB RAM e 128 GB di archiviazione con possibilità di espansione MicroSD fino a 1 TB. È il primo smartphone Samsung della serie S10 a montare processore Snapdragon in Italia e non aspettavamo altro!

Samsung Galaxy S10 Lite gameplay

Abbiamo spesso reputato i chipset Exynos proprietari non all’altezza della controparte Qualcomm, la quale è in grado di offrire soluzioni meglio ottimizzate già alla base, sia da un punto di vista delle prestazioni che del consumo energetico. Un processore in grado di arginare abilmente micro lag e impuntanti sporadici che siamo abituati a vedere non solo nei modelli di fascia media/medio-bassa Samsung ma anche nei top di gamma, proprio come Galaxy S10, S10 Plus e S10e. Una potente CPU in grado di supportare il telefono sotto qualsiasi frangente e per qualsiasi compito senza esitazioni. Soluzione hardware saggiamente adottata anche su Samsung Galaxy A70 e Galaxy A71, anche loro bravi nell’arginare eventuali rallentamenti dati dalla pesante interfaccia OneUI di cui ve ne parliamo a breve.

Lato gaming il telefono si comporta molto bene, d’altronde il processore montato parla da sé. Gode di maggior stabilità in-game senza impuntamenti o micro lag di sorta rispetto ai restanti device della serie S10, inoltre offre un ottimo frame-rate che per alcuni titoli (come PUBG Mobile) raggiunge anche i 60 fps.

Funzionalità

A bordo troviamo OneUI 2.0 basata su Android 10 e aggiornata alle patch di gennaio 2020. Ottime tempistiche dunque da parte di Samsung a cui sinceramente non siamo abituati, avendo spesso assistito al rilascio di update software in ritardo rispetto alla concorrenza.

La OneUI offre tutto il necessario per fruire di un’esperienza d’uso veramente completa e personalizzata, lasciando ampio spazio di manovra all’utente nella modifica dei vari settings.
Nonostante lo schermo non sia ricurvo non mancano la classica gesture Schermo curvo, che attiva i cosiddetti Pannelli Tag edge per la selezione rapida di app o strumenti selezionati appositamente dall’utente.
Non manca la presenza dell’always on display il quale mostra costantemente a schermo l’ora corrente e le notifiche appena ricevute o in sospeso, mantenendo allo stesso tempo la possibilità di attivare con un doppio tap il display o di sbloccare il device tramite fingerprint.
Segnaliamo inoltre la presenza del chip NFC con supporto a Samsung Pay e Google Pay, oltre all’assenza del supporto a Samsung DeX.

Samsung Galaxy S10 Lite è munito di sensore fingerprint in-display rapido e preciso, in grado di sbloccare il telefono 9 volte su 10. In alternativa è configurabile un meno sicuro face unlock 2D il quale è risultato piuttosto lento nel riconoscimento, impiegando a volte anche 3 secondi per lo sblocco.

Fotocamera

La tripla camera posteriore, oltre al singolo flash LED, è così composta:

  • Sensore principale da 48 MP f/2.0 con stabilizzazione ottica (OIS)
  • Sensore ultra-grandangolare da 12 MP f/2.2
  • Sensore macro da 5 MP f/2.4
  • Sensore frontale 32 MP f/2.2

Samsung Galaxy S10 Lite Infinity-O display

La resa con buona luce è veramente ottima, le foto catturate presentano una nitidezza molto buona e un contrasto regolato al punto giusto, grazie anche al grosso aiuto dato dall’HDR. I colori hanno una taratura piacevole ma mantengono una saturazione piuttosto carica, falsando per quanto poco quel che sarebbe lo scatto reale.
In low light la nitidezza ne risente leggermente, dal momento che le immagini incrementano quel che si potrebbe descrivere come “effetto acquarello”, assieme a dalle trame più impastate. La modalità Notte può aiutare nel bilanciare meglio il contrasto chiaro/scuro, ma non fa miracoli.

Presente all’appello, oltre al sensore standard e al super-grandangolo, anche un sensore macro che reputiamo attualmente completamente inutile, dal momento che basta avvicinarsi al soggetto con il sensore standard attivo per avere una resa simile se non quasi identica a quella offerta dal macro, che in termini di qualità visiva non riesce a spingersi troppo oltre. Assente dunque il teleobiettivo e per sopperire ad esso si può ricorrere allo zoom 8x digitale il quale fa un lavoro soddisfacente, ma avremmo ugualmente preferito un periscopio dedicato.

Il sensore frontale, nonostante sia singolo e non in accoppiata a un sensore di profondità come accadeva su Galaxy S10+, riesce a ritagliare piuttosto bene il soggetto inquadrato e a fornire una buona dose di nitidezza degli scatti soprattutto con buona luce, riuscendo a cavarsela bene anche al buio.

Non manca il supporto alla registrazione video 4K 30 fps, agli hyperlapse e ai super slow-mo. Una qualità video soddisfacente ed efficace, con dei colori meno saturi rispetto alle foto catturate ma dal contrasto più spinto. La stabilizzazione in 4K è utile solo per rimuovere i micro-mossi ma non di più, per ottenere un effetto massiccio occorre attivare la stabilizzazione premendo sull’icona dedicata nell’app Fotocamera. Questa però è un’operazione che sconsigliamo di effettuare, in quanto viene attivato il sensore super-grandangolare e ad esso applicata una stabilizzazione digitale (EIS) molto spinta.

Batteria & Autonomia

Samsung Galaxy S10 Lite è equipaggiato di una batteria da 4500 mAh di capacità e il supporto alla ricarica rapida fino a 5V 3A.

Samsung Galaxy S10 Lite batteria

Dispone di 400 mAh in più rispetto a Samsung Galaxy S10 Plus, una differenza non particolarmente significativa, al contrario dei risultati dei nostri test in merito al consumo energetico. Sotto quest’aspetto S10 Lite è su un altro pianeta, opera principalmente del chipset a sua disposizione. Abbiamo totalizzato 4 ore e 40 minuti di display attivo con uso intenso, composto da: 1 ora YouTube, 30 minuti Instagram, Google Chrome, Telegram e Facebook, 15 minuti con fotocamera attiva senza contare quasi 1 ora in GPS e un paio d’ore sotto WiFi e con Bluetooth attivo. A fine giornata siamo arrivati con circa il 25% di batteria residua, confermando la sua bontà nel riuscire a fornire un’autonomia più che soddisfacente consentendo di arrivare sempre a fine giornata anche con un utilizzo stress, un comportamento invece quasi inarrivabile per Galaxy S10+, montante appunto CPU Exynos.
Questo prova come un hardware già ben ottimizzato in partenza possa aiutare nel calmierare i consumi energetici di uno smartphone a parità di software utilizzato.

Connettività

Il device è munito di chip WiFi 802.11 a/b/g/n/ac doppia banda, Bluetooth 5.0 con A2DP/LE, ingresso Type-C 2.0 (senza uscita video), geolocalizzazione mediante l’uso di A-GPS + Glonass.

Nessun problema da segnalare né durante l’uso del GPS, né del Bluetooth, né tantomeno del WiFi e con dati mobili attivi. La ricezione è buona e riesce a gestire bene l’uscita da zone d’ombra senza rallentamenti.

Conclusione

Samsung Galaxy S10 Lite è uno smartphone completo e in grado di soddisfare a 360 gradi l’utente, supportandolo in qualsiasi compito con buona reattività e prestanza senza negare una buona dose di personalizzazione attuabile.

Comprarlo a prezzo di listino (679 Euro) è un’operazione che sconsigliamo vivamente, dal momento che già lo si vede svalutato verso i 550 Euro su Amazon. In questo caso inizia a diventare appetitoso ma è dopo la commercializzazione ufficiale dei nuovi device della serie S20 che vedremo sicuramente il costo di questo Galaxy S10 Lite calare ulteriormente rendendo ancora più appetibile e sensato un suo acquisto.

Una cifra attorno ai 500 Euro può essere un buon compromesso per accaparrarsi un top di gamma al giusto prezzo e senza troppe rinunce.

Migliori Offerte - samsung galaxy s10 lite

Altre offerte

Pagella

7.5
Design
8.5
Funzionalità
8.5
Prestazioni
8
Fotocamera
8
Batteria
8