La nostra prova di Roidmi 3S, caricabatterie e trasmettitore audio da auto

Le vecchie autoradio non danno alcuna possibilità di collegamento con lo smartphone, ma ci sono dei piccoli dispositivi, come Roidmi 3S, in grado di mettere una pezza a questo problema sfruttando l’accendisigari dell’automobile.

Roidmi 3S è un piccolo accessorio realizzato da Xiaomi, l’ultimo della serie, in grado di creare stazioni radio virtuali utilizzabili dall’autoradio per riprodurre qualsiasi audio, in particolare la musica, dello smartphone dagli altoparlanti dell’automobile.

Essendo un dispositivo smart, poiché è dotato di Bluetooth 4.2 e di un’applicazione per Android, non abbiamo perso l’opportunità di provarlo e oggi, dopo alcune settimane d’utilizzo, siamo pronti per riportarvi le nostre considerazioni.

Confezione e costruzione

Roidmi 3S è costruito in metallo e plastica ed è assemblato davvero molto bene perché è solido e robusto. Sulla parta superiore integra un LED e due porte USB utili per ricaricare due dispositivi in contemporanea. Nella sua confezione non c’è molto, ma del resto non stiamo parlando di uno smartphone: troviamo lui e il solito manuale d’uso di Xiaomi in lingua cinese.

Software e funzionamento

Una volta inserito nell’accendisigari dell’automobile, Roidmi 3S è pronto all’uso e quindi è sufficiente attivare il Bluetooth dello smartphone e aprire l’applicazione dedicata, chiamata Roidmi Life, per iniziare a utilizzarlo.

Solo al primo avvio, bisogna scegliere una frequenza sull’autoradio, possibilmente una libera o con segnale debole e pochi fruscii, e poi impostarla nell’applicazione per iniziare a inviare l’audio dello smartphone agli altoparlanti dell’automobile.

L’applicazione, scaricabile dal Play Store, è in lingua inglese ed è il centro di controllo del dispositivo poiché permette di gestire ogni sua funzione tramite varie opzioni. Permette, dunque, di impostare diversi parametri:

  • scegliere il dispositivo a cui connettere lo smartphone;
  • scegliere la frequenza radio di trasmissione;
  • attivare un avviso in caso di voltaggio anomalo;
  • selezionare delle applicazioni da avviare automaticamente al momento della connessione;
  • avviare la riproduzione audio automaticamente all’accensione dell’automobile;
  • scegliere di inviare la suoneria agli altoparlanti dell’automobile;
  • attivare una sorta di filtro per diminuire le interferenze e aumentare la qualità audio;
  • attivare una gesture, tramite shake dello smartphone, per gestire la riproduzione musicale;
  • scegliere il colore dell’indicatore LED presente nella parte superiore del Roidmi 3S;
  • controllare e scaricare gli aggiornamenti firmware del dispositivo.

Abbiamo provato Roidmi 3S per alcuni giorni e, in tutta onestà, siamo rimasti soddisfatti a metà a causa di alcuni suoi limiti nella trasmissione radio. In presenza di frequenze libere, fa egregiamente il suo lavoro e riesce a trasmettere l’audio senza distorsioni, fruscii e interruzioni.

Il discorso cambia, drasticamente, nel caso in cui si è costretti a utilizzare frequenze radio già occupate, anche con segnale debole: in questo caso, l’audio viene trasmesso comunque però con un volume inferiore, distorsioni, fruscii e interruzioni, il che rende impossibile e fastidioso ascoltare musica.

Il Roidmi 3S, purtroppo, non riesce a prendere pieno possesso della frequenza e quindi, oltre ai problemi sopraccitati, capita anche spesso di ascoltare due sorgenti audio in contemporanea. Tutto sta, dunque, nel trovare la frequenza giusta da utilizzare, ma questa è un’analisi che va fatta nella zona in cui si intende usarlo.

Chiaramente, cambiando zona è necessario ripartire da zero e cercare nuovamente qualche frequenza adatta. Nessun problema, invece, per quanto riguarda la ricarica tramite le due porte USB a 5 V 2,4 A, che permettono di ricaricare due dispositivi in contemporanea.

Conclusioni

Tirando le somme, Roidmi 3S è un dispositivo che fa quello che promette: è ottimo per ricaricare dispositivi in auto e per inviare audio agli altoparlanti dell’auto, tenendo però presente i limiti esposti in precedenza. Al prezzo di circa 10 euro a cui viene venduto da GearBest, che ringraziamo per il sample fornitoci per la prova, è senz’altro consigliato, già solo come caricabatterie.

Vai a: Roidmi 3S su GearBest

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • fdragon

    Uso la prima versione del dispositivo che ad occhi sembra praticamente uguale. Come frequenza consiglio di usare uno dei due estremi, o la frequenza minore o maggiore. Sono quasi sempre libere ovunque.

    Ps: dopo il primo settaggio se si è soddisfatti della frequenza trovata meglio disinstallare l app. Consuma tantissima batteria anche se non usata.

Top