Smartphone autoassemblanti? Secondo il MIT è possibile

Il Massachusetts Institute of Technology, meglio noto come MIT è famoso anche per il suo Self Assembly Lab che studia la possibilità di assemblare oggetti senza alcun intervento esterno, ne umano ne robotico. L’ultima idea del laboratorio è quella di creare uno smartphone in grado di assemblarsi in maniera autonoma, consentendo di risparmiare sulla manodopera.

Allo stato attuale il processo permette di ottenere un telefono cellulare molto simile a quelli in voga negli anni ’90, partendo da un numero limitato di componenti che grazie a dei magneti opportunamente calibrati riescono ad assemblarsi all’interno di un cilindro rotante. Nel video seguente, notevolmente accelerato, è possibile farsi un’idea dell’intero procedimento.

Al momento è stato possibile ottenere due diversi dispositivi inserendo sei parti separate nel tamburo rotante ma la sfida è quella di riuscire a partire da componenti più essenziali, oltre a trovare un differente metodo per tenere uniti i vari componenti.

Si tratta dunque di un progetto allo stadio embrionale che potrebbe aprire nuove frontiere nella progettazione e costruzione di telefoni cellulari o altri oggetti, anche se la strada da percorrere è ancora molto lunga e piena di ostacoli da superare.

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • scumm78

    si va be, e dopo tutti quei giri il telefono funziona ancora? e poi chi ha assemblato i pezzi che hanno usato? Un telefono diviso cosi si assembla in 30 secondi quindi le persone/robot che hanno assemblato i pezzi di partenza poteva assemblare anche quelli. Questo e’ un bel esercizio accadamico che non avra’ nessun risultato nel prossimo futuro

Top