Va bene essere concentrati sul nuovissimo OnePlus 6T e dare il massimo per renderne il più “liscio” possibile l’arrivo tra gli appassionati (a proposito, sapevate che domani è possibile vederlo al pop-up store di Milano?), ma l’azienda non ha intenzione di lasciare con un pugno di mosche in mano coloro che appena sei mesi fa davano fiducia a OnePlus 6, smartphone tutt’altro che superato.

Così, a stretto giro da quello per il OnePlus 6T, arriva un aggiornamento per il suo predecessore, seppur esterno al canale stabile. La OxygenOS Open Beta 6 apporta diverse modifiche all’esperienza d’uso del primo flagship del 2018, introducendo peraltro le patch di sicurezza di novembre che Google non ha ancora portato sui Pixel. Ecco il changelog.

  • System
    New Navigation gestures
    • Improved UI for About phone
    • Updated Android security patch to 2018/11
    • Improvements for taking screenshot experience
  • Launcher
    New Google quick search bar
  • Camera
    Added nightscape mode
  • Gallery
    Improved zoom in/out overall experience
    • Supported more photos shown in your PHOTO tab
    • Supported swipe-down gesture to go back to timeline when viewing your photo

L’aggiornamento è in distribuzione via OTA con rollout incrementale, ragion per cui sarà necessaria qualche ora di attesa o persino qualche giorno prima che raggiunga tutti i OnePlus 6.

Nel caso in cui voleste anticipare i tempi, consigliamo di forzare la ricerca di nuovi aggiornamenti sfruttando una VPN o, in alternativa, consigliamo di provare tramite l’app Oxygen Updater scaricabile tramite il badge qui sotto.

Android app sul Google Play