Facebook Messenger lancia la chat pubblica Rooms in alcuni mercati

Facebook Messenger lancia la chat pubblica Rooms in alcuni mercati
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/11\/facebook-messenger-rooms.png","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/11\/facebook-messenger-rooms-460x259.png","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/11\/facebook-messenger-rooms-635x357.png","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/11\/facebook-messenger-rooms.png","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/11\/facebook-messenger-rooms.png"}, "title": "Facebook Messenger lancia la chat pubblica Rooms in alcuni mercati" }

Dopo aver chiuso lo scorso anno l’applicazione Rooms, l’applicazione stand-alone di Facebook pensata per creare un social network focalizzato sugli interessi comuni, la società di Mark Zuckerberg ci riprova e lancia la funzione Rooms all’interno di Facebook Messenger.

Nella fase iniziale la funzionalità sarà disponibile solamente in Australia e Canada, dopo essere stata testata da un numero ristretto di utenti, e servirà come base di test ampliata per verificare l’interesse degli utenti per questa particolare funzione.

Rooms permetterà di creare delle chat, pubbliche o private, nella quali discutere di argomenti di interesse comune, come cinema, musica, tecnologia e molto altro. L’intento da Facebook è quello di mettere in contatto tra di loro persone che non sono necessariamente collegate tra di loro.

Secondo Facebook Rooms potrebbe essere utilizzata per organizzare eventi e manifestazioni di interesse pubblico o per diramare messaggi di allerta riferiti a particolari situazioni. Anche se Facebook afferma che non si tratta delle stesse funzioni dei gruppi, è facile trovare molte similitudini per cui la funzione potrebbe non riscuotere il successo sperato ed essere definitivamente eliminata.

Vi piacerebbero delle chat pubbliche legate a particolari interessi comuni o continuate a preferire i gruppi che, tutto sommato, offrono funzioni molto simili? Fatevi sentire nel box dei commenti.

 

Fonte: Techcrunch