SoundCast è un’azienda che è riuscita a ritagliarsi un suo spazio nel cuore degli appassionati di musica in meno di dieci anni, grazie ad un sapiente mix di altissima qualità audio e di soluzioni originali per i propri prodotti. Un esempio valido è il SoundCast Melody, altoparlante portatile (ma non troppo) di qualità eccelsa. Lo chiamano “l’altoparlante portatile che gli altri possono solo aspirare ad essere” e c’è un perché. Scopriamolo insieme.

Caratteristiche e design

L’unico termine per definire correttamente questo altoparlante è “enorme”. Tra tutti gli altoparlanti portatili che ho avuto modo di provare, questo è il più grande e il più pesante. Il termine “portatile” va inteso come “trasportabile”, dato che non è pensabile trasportarlo per lunghe distanze a mano – pesa ben 3.5 kg!

Il design è quantomeno particolare e chi l’ha visto mentre lo ho avuto per effettuare le prove lo ha scambiato per le cose più disparate, da un mini-frigo portatile ad un robot aspirapolvere. Il motivo è presto detto: il Melody è un tronco di cono bianco con alcuni pulsanti sulla sommità e assomiglia a tutto fuorché ad un altoparlante.

SoundCast Melody 2

I tasti presenti sulla sommità sono, da sinistra a destra: accensione/spegnimento, Bluetooth, indietro, pausa, play, avanti, vol- e vol+. Un fatto positivo è che i tasti sono morbidi e recepiscono subito i comandi senza necessità di premerli con forza. La disposizione è a semicerchio e segue il bordo dell’altoparlante.

Subito dietro i tasti sono presenti la maniglia per il trasporto e un piccolo incavo, utile per riporci il proprio smartphone o anche tablet fino ai 7 pollici, senza timore che scivolino grazie alla presenza di uno strato di gomma. Subito dietro è presente uno sportellino in gomma rimovibile che nasconde la porta micro-USB per la ricarica e una presa jack da 3.5mm. Non sono presenti altre porte o connettori fisici.

SoundCast Melody 4

Il SoundCast Melody è anche resistente agli spruzzi e agli schizzi d’acqua, dunque non ci sono timori di rottura se si dovesse bagnare; è sufficiente non immergerlo in acqua per non causarne la rottura.

SoundCast Melody 3La batteria è pressoché infinita e garantisce una durata estrema: ho usato questo altoparlante per giorni interi senza necessità di ricaricarlo. Diventa difficile stabilire una durata della batteria, che è però sicuramente superiore alle 20 ore.

Audio

Il SoundCast Melody è forse il primo altoparlante portatile tra i numerosi che ho avuto modo di sentire e di provare a soddisfarmi per qualità dell’audio: non scende a compromessi, se non minimi. Ovviamente non ci si può aspettare la stessa qualità di un impianto completo con una catena del suono di qualità, ma questo credo sia quanto di più vicino al momento disponibile si avvicini a ciò.

Il suono è chiaro, pulito, dettagliato e con una buona apertura; la forma cilindrica dell’altoparlante e la disposizione tutto intorno al perimetro degli 8 driver fa sì che non sia possibile avere una scena sonora profonda e in cui gli strumenti vengono correttamente posizionati, ma questo non è necessariamente un male: per l’uso esterno per cui è pensato questo altoparlante questa caratteristica è ottima perché permette di diffondere tutto intorno il suono.

SoundCast Melody 5

Quel che mi ha colpito di più è la presenza corosa di bassi: normalmente sono i “grandi assenti” negli altoparlanti portatili, ma il SoundCast Melody riesce a renderli ottimamente – anche se fose appaiono un po’ troppi. I bassi risultano comunque corposi, rotondi e abbastanza ben controllati, senza sconfinare nei medio-bassi o coprire altre frequenze.

I medi sono vivaci quanto basta, anche se mancano un po’ di incisività e di presenza nei medio-bassi; in generale il comportamento è molto buono e i toni medi prodotti dal SoundCast Melody sono tra i migliori fin qui ascoltati su un altoparlante portatile.

Gli alti sono chiari e abbastanza precisi, ma il loro volume è a mio parere insufficiente e finiscono in una posizione leggermente arretrata che non permette di apprezzarli appieno.

L’unico momento in cui si nota un po’ di difficoltà è ad alto volume: i bassi diventano meno sicuri e si sente qualche saltuaria distorsione.

In conclusione

Il vero, solo, grosso difetto del SoundCast Melody è il prezzo: ben 499€ nel momento in cui questa recensione viene redatta. Un prezzo elevatissimo che lo pone al di fuori della portata della maggior parte delle persone e che perciò condanna questo dispositivo a non diffondersi come meriterebbe. Peccato.

Per qualità del suono, però, il SoundCast Melody è imbattibile: è il re degli altoparlanti portatili e per un buon motivo. In caso il prezzo sia un fattore discriminante, orientatevi altrove: purtroppo il SoundCast Melody è fuori portata. Se, invece, siete alla ricerca di un prodotto portatile con una resa decisamente sopra la media senza badare al prezzo, allora questo altoparlante è per voi e potrà darvi enormi soddisfazioni.

Potete acquistare il SoundCast Melody a 369.00 euro da Amazon.it