Cosa sono i Megapixel e perchè in una fotocamera non sono così determinanti

Si è sempre parlato e si continua a parlare tanto di fotocamere, soprattutto dei megapixel di cui esse sono dotate, e siamo sempre pronti a fare dei paragoni tra smartphone che riguardano le foto. Questo perchè molti di noi pensano che avere più megapixel sia sinonimo di foto aventi una qualità più elevata. Purtroppo non è sempre così: non sempre è vero che “più megapixel ci sono, meglio è”. Per tale motivo abbiamo deciso di realizzare questo articolo, il cui scopo non è quello di voler entrare troppo nei particolari, che solo pochi esperti conoscono, ma è quello di aiutarvi a comprendere cosa sono effettivamente i megapixel e perchè non sono una caratteristica che determinano la qualità delle foto fatte da una fotocamera.

 

Cosa sono i Megapixel?

Così come esistono i pixel, esistono anche i Kilopixel, i Megapixel, i Gigapixel etc. Funziona come i byte: esiste il byte, il Kilobyte, il Megabyte, il Gigabyte, e così via. Dunque, con il termine “megapixel” si intendono quei “milioni di pixel” che vengono catturati dalla fotocamera in una foto. Se ad esempio prendiamo in considerazione una fotocamera da 5 megapixel, allora la nostra fotocamera sarà in grado di catturare 5 milioni di pixel. Ma a quanto equivale 1 megapixel? Semplice, ad 1 milione di pixel: 1*1000*1000 = 1.000.000 pixel. Dunque, la trasformazione da Megapixel a Pixel si esegue moltiplicando il nostro valore di Megapixel due volte per 1000.

Quindi, prendendo in considerazione la nostra fotocamera da 5 megapixel, i pixel effettivi catturati da essa saranno 5*1000*1000, cioè 5.000.000 pixel.

 

Perchè i megapixel non dicono tutto sulla qualità fotografica di una fotocamera?

C’è da dire che la risoluzione delle foto che scattano tutte le fotocamere ci dice di quanti megapixel è dotata la stessa fotocamera. Esempio:

a 5 megapixel con rapporto d’immagine 4:3 (come nei nostri smartphone), le foto hanno risoluzione 2.592 x 1.936 pixel, ma se eseguiamo una vera e propria moltiplicazione tra questi due numeri (2.592 x 1.936) otteniamo 5.018.112, che sono pixel acquisiti dalla fotocamera, ovviamente. Dunque, se prima siamo passati dai Megapixel ai Pixel effettuando due moltiplicazioni per il numero 1000, adesso per passare dai Pixel ai Megapixel dobbiamo effettuare una divisione ancora con i numeri 1000. Effettuiamo quindi quest’altra semplicissima operazione matematica grazie alla quale otteniamo i megapixel effettivi della nostra fotocamera:

5.018.112 : (1000*1000)

Facendo un po’ di semplici conti, otteniamo 5,018 megapixel che, arrotondato leggermente per difetto, rappresenta i nostri cari 5 megapixel.

Adesso consideriamo una fotocamera da 8 megapixel che scatta foto con rapporto d’immagine ancora 4:3. La risoluzione di tali foto è di 3264 x 2448 pixel. Se nuovamente eseguiamo la moltiplicazione tra questi due numeri (3264 x 2448) otteniamo 7.990.272, che sono nuovamente pixel. Dividiamo due volte per 1000 questo numero ed otteniamo 7,99 megapixel che, arrotondato leggermente per eccesso, ci dà i nostri cari 8 megapixel. Anche se i conti possono essere risultati abbastanza scoccianti per alcuni di voi, questi ci hanno fornito informazioni interessanti su cosa rappresentano i megapixel.

Infatti, a 5 megapixel e ad 8 megapixel, le foto hanno diversa risoluzione, ovvero diversa grandezza, ma non è detto che la seconda scatti foto migliori rispetto alla prima. I megapixel della fotocamera quindi definiscono altezza e larghezza delle foto, ovvero quanto le foto sono grandi fisicamente, e solo in alcuni casi hanno a che vedere con la qualità ed il livello di dettaglio.

 

Il tutto è riconducibile ai piccoli sensori RGB presenti nel sensore della fotocamera

i quali sono i veri “creatori” delle foto. Ogni sensore RGB si occupa di catturare una precisa area della fotografia che quindi viene divisa in tanti settori. Immaginate che le foto siano divise a griglia e ad ogni griglia corrisponda una piccola foto catturata da un singolo sensore RGB. Tutte le piccole immaginette catturate da tutti i sensori RGB saranno poi unite al termine dell’elaborazione della foto.

Più si sale con i megapixel, più è estesa la superficie dell’intero sensore fotocamera e quindi più sensori RGB possono essere posizionati, dunque l’immagine risulta più dettagliata. Se questi sensori RGB sono di buona qualità, allora le foto scattate avranno una buona qualità.

Ora però consideriamo due fotocamere diverse: una da 5 MP e l’altra da 8 MP. Nel caso in cui la 8 MP abbia sensori RGB di bassa qualità e la 5 MP abbia sensori RGB di alta qualità, allora le foto scattate dalla fotocamera da 5 MP saranno molto più dettagliate rispetto a quelle scattate con la fotocamera da 8 MP. Naturalmente, chi questo non lo sa, è per forza di cose tentato ad acquistare ad uno smartphone con fotocamera da 8 MP invece che uno con fotocamera da 5 MP.

Come esempio abbiamo riportato due foto scattate con due diversi smartphone aventi entrambi una fotocamera da 8 MP, le quali “teoricamente” dovrebbero avere una qualità simile (click per ingrandire):

 

Come si può osservare, a parità di MP, la prima foto è molto più dettagliata della seconda. Questo vuol dire che, a parità di megapixel, i sensori RGB fanno la differenza in quanto quelli presenti nella prima fotocamera sono qualitativamente migliori.

Per questo i megapixel non sono determinanti in una fotocamera, in quanto forniscono poche informazioni sul livello di dettaglio.

Quindi abbiamo capito che una buona fotocamera non è quella che ha tanti megapixel ma è quella che offre un livello di dettaglio elevato a prescindere da essi. Per farla breve: più megapixel ci sono, più grande è la foto e più è probabile che le foto siano dettagliate, ma non è detto che sia sempre così.

Dunque, non lasciatevi ingannare dalle apparenze. Una fotocamera può essere anche di 1 miliardo di pixel ma, se ha sensori RGB penosi, le foto saranno sempre di scarsa qualità.

Ci auguriamo che il tutto sia stato esposto in modo da farvi riuscire comprendere il contenuto dell’articolo e ribadiamo che volutamente non ci siamo addentrati in discorsi troppo complessi. Speriamo solo di avervi dato qualche nozione in più che potrà servirvi in determinate occasioni.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • androlui

    Questo articolo è nato per fare pubblicità al Nexus? :) Sono d’accordo che le foto dovevano essere uguali per fare il confronto, così non ha senso.

  • il prossimo articolo fatelo su quanto sia inutile avere un cellulare con 14 cores, se poi non si ha un sistema operativo ottimizzato.

  • Bell’articolo!!!
    Marco, hai un nexus?

  • SE PROPRIO VOLETE PARLARE DI OTTICHE NESSUN POSSESSORE DI SMARTPHONE NE HA UNA BUONA (apple compresa) IN QUANTO L’ UNICO BRAND APPREZZABILE DA QUESTO UNICO LATO E’ NOKIA ( aimè ) KE USA CARL ZEISS E LG CHE IN PASSAYO HA USATO DELLE OTTICHE SHNEIDER… QUESTA QUESTIONE DEI MEGAPIXELS E’ DA STUPIDI PERCHE’ NEL 2012 E’ INACCETTABILE CHE SOLO NOKIA ABBIA PRESO IN CONSIDERAZIONE UN SENSORE DA 41 MP (pureview) CON LA STESSA LENTE. IMMAGINATE A FARE UNA FOTO E A ZOOMMARE SEMPRE VEDENDO NEL DETTAGLIO I PARTICOLARI DI UNA FOTO O DI UN OGGETTO LONTANO IN ESSO…CONCLUDO COL DIRE CHE E’ INUTILE AVERE UNA BUONA LENTE (che su smartphones android ancora non c’è) e pochi MP di risoluzione che rovineranno per sempre i vostri ricordi (viaggi, compleanni e momenti felici per sempre SGRANATI in cui non si distinguono gli occhi dal naso e bocca) CIAOOOOOOOOO
    C’ E’ DA RIFLETTERE…

    • Se proprio devi rompere il cazzo con il tuo caps lock da persona poco seria e con le tue spiegazioni molto motivate, magari fallo in separata sede. C’è da riflettere..

  • La prima foto sara’ anche piu’ definita ma la seconda e’ molto piu’ simpatica!

  • Marco Belloni (FB)

    Il mio nexus lo mette al culo all’s3…;)

  • PS: il confronto era meglio farlo tra foto che ritraevano lo stesso soggetto, perché francamente io tutta sta differenza tra le due foto dell’articolo non la vedo.

  • E poi non sarebbe stato male fornire qualche esempio pratico, del tipo: il telefonino x ha una fotocamera da 8 MP ma scatta foto di qualità inferiore rispetto al telefonino y, nonostante quest’ultimo ha una fotocamera da 5 MP…

  • Tutto molto interessante, ma quindi in fase di acquisto come facciamo a sapere quale fotocamera possiede dei sensori RGB di maggiore qualità?

  • Giuseppe Carpinteri (FB)

    ecco

  • Saremmo da capo molti non sanno cosa è un’ottica :p xD

  • E dalla dimensione del sensore..

  • Non bastava dire che dipende anche molto dall’ottica che monta? :D

  • Solo a titolo di curiosità generale (anche perchè non confuta nessuna delle cose scritte nell’articolo), è giusto dire un sensore da 5MP in realtà è composto da 1,25MP sensibili solo al rosso, 1,25Mpixel sensibili solo al blu e 2,5MP sensibili solo al verde. Sono distribuiti a griglia (vedi Bayer filter su wikipedia), e l’informazione di colore viene poi spalmata anche sui pixel adiacenti con processo di interpolazione per formare l’immagine finale da 5MP a colori.

    Eccezioni a questa regola sono i sensori Foveon e i 3CCD.

  • emanueleberro

    @marcobinotti Guardi le recensioni. ;-)

  • E’ assolutamente vero ma questo paragone è fatto male in quanto foto diverse, in condizioni diverse senza sapere neppure la luminosità/sensibilità utilizzata.
    Inoltre la seconda foto in realtà è nitida nell’angolo in basso a destra, è quindi più che altro sbagliata la messa a fuoco.

    Sarebbe stato meglio parlare direttamente di fotocamere digitali vere e proprie e spiegare che a parità di dimensioni del sensore, più pixel ci si “ficcano” dentro e più il sensore si andrà a scaldare producendo di conseguenza più rumore elettronico (la grana digitale) e quindi facendo degradare la qualità finale dell’immagine.
    Ecco il perché i fotografi professionisti scelgono macchine con sensore “full frame” ossia più grande di quello delle macchine fotografiche per il consumatore medio, e di dimensioni equivalenti al 35mm della pellicola fotografica.
    Inoltre il sensore è uno ed è monocromatico, composto da vari fotodiodi (sta cosa dei sensori RGB è completamente campata in aria), è più corretto dire che ci sono delle microlenti e dei filtri RGB posti di fronte ad ogni fotodiodo che permettono la combinazione delle varie componenti cromatiche al fine di ottenere un’immagine a colori.

    Va anche notato che con l’evoluzione delle tecnologie di produzione dei sensori d’immagine a parità di risoluzione si è riusciti a mantenere una qualità che prima ci si sognava, quindi se le fotocamere di ora con sensori retroilluminati si limitassero a 10-12Mpixel avrebbero una qualità (soprattutto ad alti ISO) nettamente migliore di quelli attuali da 14-16-18 Mpixel.
    Non si nota in modo eccessivo questa differenza di qualità perché con il miglioramento della tecnologia i vari produttori tendono anche ad aumentare la risoluzione dei sensori, vanificando in parte l’esistenza del nuovo processo produttivo e mantenendo di fatto una qualità pressochè costante attraverso le varie risoluzioni anziché preoccuparsi di incrementare la qualità senza spingersi troppo con l’aumento della risoluzione.

    Spero di avervi acculturato un po’ sulla questione e di non aver commesso errori avendo scritto il tutto abbastanza di getto.

    • Riccardo Robecchi

      Grazie dell’approfondimento. L’articolo non voleva essere tecnicamente corretto al 100%, ma voleva essere uno spunto di riflessione per tutti i lettori. Spesso si pensa che “più megapixel = più qualità”, quando ovviamente questo non è vero.
      Il tuo commento è utilissimo per tutti quelli che vogliono approfondire gli aspetti più tecnici e non fermarsi alla superficie, che noi abbiamo intenzionalmente solo grattato.

      • Potresti sempre fare un altro articolo se vuoi completare la cosa con dei paragoni ben fatti con foto paragonabili con stesso soggetto ed inquadratura, stesse condizioni di luce, stessa sensibilità utilizzata con cellulari diversi, possibilmente usando dei soggetti ricchi di dettagli e diverse sfumature di colori.
        Sarebbe importante poi avere le immagini a risoluzione piena perché ridimensionandole così tanto si perde completamente il metro di paragone.
        Al prossimo articolo allora!

  • Domanda ! visto che nelle caratteristiche non ce scritto, come facciamo a trovare una buona fotocamera ?

  • rottenpeacock

    Ottimo articolo, io considererei anche la densità dei sensori.. A parità di grandezza del sensore (e di qualità) un sensore da meno mp produce foto migliori di un sensore con più megapixel. Ecco perchè una reflex da 6 megapixel fa foto nettamente superiori ad una compatta da 16! Il sensore è più grosso.

  • corra

    Quel gatto è il gemello del mio

  • Articolo perfetto!!!!!

Top