Confermato: Google rende obbligatorio “Powered by Android” all’avvio

m8-powered-android-670x270

Se ne è parlato negli scorsi giorni come di una possibilità, ma ora arriva la conferma definitiva: d’ora in avanti, gli smartphone (e i tablet) Android avranno la dicitura “Powered by Android” all’avvio. La conferma arriva da Geek.com, che afferma che si tratta di uno dei (nuovi) requisiti della licenza Google Mobile Services, necessaria per poter installare le applicazioni di Google sui dispositivi (e non solo).

Sono state pubblicate anche immagini che scendono in dettaglio riguardo il posizionamento e l’aspetto del nuovo logo. Non viene riportata l’obbligatorietà dello stesso, ma alcune fonti ben informate la confermano.

Si tratta di una mossa intelligente da parte di Google per impedire che le persone comprino smartphone senza sapere che utilizzano Android. Ad esempio, molte persone tra le meno “tecnologizzate” sono convinte che Samsung non utilizzi Android, ma un sistema Samsung. Negli USA sono innumerevoli i racconti di utenti e venditori che si sono trovate a dover fronteggiare persone che credevano che Android fosse un’azienda a sé che crea cloni di iPhone. Scrivere chiaramente su tutti i dispositivi che sono Android dovrebbe aiutare ad alleviare il problema.

Il logo è già presente su HTC One M8 e su Samsung Galaxy S5 e potrebbe aggiungersi su altri dispositivi. Con i prossimi aggiornamenti, inoltre, il logo dovrebbe comparire anche sui dispositivi già in commercio, come i Nexus.

Finalmente Google comincia ad imporre il brand Android, così da rendere le persone più coscienti della sua presenza e da dare meno rilevanza al marchio del produttore. Una mossa saggia.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Editoriale: finalmente Android ha un marketing proprio - Tutto Android()

  • Ivn

    Mi sembra giusto così!

  • Gian Luca

    Sono d’accordo. Spero inoltre che la news di qualche tempo fa, cioè quella in cui si diceva che Google stava pensando di fare in modo che gli aggiornamenti dal parte dei vari produttori fossero praticamente obbligatori e in tempi decenti sia confermata….

    • DvxMeaLvx

      Beh per esempio kitkat uscito a novembre per nexus 5, su g2 a marzo… Direi che i tempi sono già piuttosto ragionevoli.

      • Gian Luca

        Verissimo. Ma per quanto riguarda Kitkat, bisogna vedere se c’è stato effettivamente un cambiamento da parte dei produttori per pubblicizzare ulteriormente i loro top di gamma oppure rimarrà un caso isolato. LG sembra che si sia messa a lavorare bene, infatti se dovessi mandare in pensione il mio glorioso S2 quasi sicuramente mi butterei sul G2. Bisogna vedere se all’ uscita di una nuova versione verranno aggiornati oppure no e in che tempi. Ovvio che se una eventuale 4.4.3 poterà dei benefici minimi e magari pensati quasi esclusivamente al Nexus 5 posso benissimo farne a meno, anche se la “malattia” per l’ultima versione per i fanatici di Android è piuttosto forte ;-)

        Ah, per quanto riguarda le rom moddate, posso dire che è vero, metto su una Cyanogen e sono apposto, ma se prendo per esempio il G2 con una fotocamera ottima, poi non potrei utilizzarla al 100% con una rom custom perchè non sono stati rilasciati i drivers oppure i sorgenti, almeno, per l’ S2 è così, per gli altri produttori potrei sbagliarmi.

        • DvxMeaLvx

          Si concordo sull’ultima release sw, ma la stragrande maggioranza degli aggiornamenti (soprattutto per i minor update come la 4 4 3 in arrivo) sono fatti esclusivamente per i nexus visti i bug che continuano ad avere.

Top