Android L sarà la versione a 64-bit di Android. Cambierà anche la denominazione delle API

key-lime-pie

È confermato: Android L sarà la versione di Android che supporterà nativamente l’architettura a 64-bit. A confermarlo è direttamente il contenuto di due commit nel ramo principale AOSP nei quali si può chiaramente leggere un riferimento alla versione a 64-bit di Android ed anche ad un tentativo di cambiamento per quanto riguarda la denominazione delle API.

Prima d’ora avevamo solamente potuto ipotizzare che la prossima versione di Android sarebbe stata sviluppata con compatibilità all’architettura a 64-bit, ma in questo caso arriva una conferma praticamente ufficiale da questi due commit (che vedete nelle immagini qui in basso) pubblicati dagli sviluppatori Android che lavorano in Google.

AOSP-Commit-99021

 

Schermata del 2014-06-23 08:02:09


Oltre questa preziosissima informazione, che però non ci fornisce anche dettagli su una possibile denominazione della nuova versione di Android, al rilascio di Android L farà il debutto anche una novità assoluta per quanto riguarda le API: per la prima volta, le API non avranno una denominazione numerica ma avranno una denominazione alfabetica. Per la prima versione di Android, la 1.0, erano infatti state rilasciate le API di livello 1, mentre con l’ultima distribuzione KitKat sono state rilasciate le API di livello 19. Per la prima volta, quindi, le API avranno la stessa denominazione del sistema operativo che sarà rilasciato: API di livello “L”.

Cosa potrebbe lasciar intendere questa novità assoluta? Oltre al supporto nativo all’architettura a 64-bit, Android L potrebbe introdurre delle grosse novità su più fronti e quindi segnare una grossa discontinuità con le versioni precedenti del sistema operativo. Stesso discorso potrebbe valere anche per le API.

Molti sono portati a pensare che vedremo Android “L” annunciato al Google I/O 2014 e lanciato ufficialmente qualche mese dopo a bordo di un nuovo dispositivo Nexus (Nexus 9?), ed in effetti questa potrebbe essere una possibilità non troppo remota. In ogni caso, personalmente, credo che Google non discosterà molto la strategia adottata degli scorsi anni da quella che adotterà anche quest’anno, per cui mi aspetterei un eventuale annuncio di Android “L” solamente dopo il Google I/O.

Voi invece come la pensate? Fateci sapere nei commenti!

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Davide Quack

    Android a 32 bit rimarrà ovviamente e la versione a 64 bit farà girare.le versioni a 32 bit. Vi state facendo delle paranoie inutili. Poi visto che normalmente le app passano dal google non è un problema tecnico aggiornare eventualmente le app in modo trasparente per l’utente. Infine avere un gruppo di api il cui SDK si chiama L che problema vi da? E’ solo una nomenclatura.
    Tra un anno poi tutti i top di gamma saranno a 64 bit e entro 5 android a 32 bit lo troveremo al massimo nelle macchine del caffè.

  • Alessandro Modica

    Insomma, alla fine della fiera, Google persiste con il mantenere vivo l’errore di fondo di imporre una dolorosa discontinuità con il passato! Interessantissimo il supporto a 64 bit, ma non capisco assolutamente il motivo di cambiare la nomenclatura delle API passando dal numerico all’alfabetico, generando come malsano side effect la incompatibilità con le app precedenti. La gente non caga i soldi e non ha assolutamente senso imporre ai consumatori l’acquisto di uno smartphone al mese solo perchè Android ha cambiato il nome alle interfacce delle API. E’ ridicolo! Neanche la Microsoft (che di cagate ne ha fatte tante) si è mai permessa di imporre discontinuità da msdos a windows95 a windows xp a windows 8.1. Space Invader se girava su MS DOS 4.0 è in grado di farlo girare anche su windows 8.1. Perchè angry bird per Gingerbread non debba piu funzionare su Android 4.4 o peggio una app per Android 4.4 non andare su Android L! Secondo me è un enorme Epic Fail e nel frattempo mi tengo il mio Nokia 5800 come smartphone e il mio Samsung Tab 2 come tablet casalingo senza dover firmare dei mutui ogni volta!

  • Giuseppe

    Si vabbè lasciamo perdere l iPhone…alla fine i nostri nexus ke fine faranno.?!io il mio n5 l ho comprato 2 mesi fa -.-

  • ZioGrimmy

    Esattamente quello che dicevo io da mesi, mesi e mesi e tutti mi davano del pazzo vaneggiante a livelli ultra cosmici! Se solo avessi scommesso milioni adesso avrei miliardi! C’avrei giurato che con l’arrivo del 64 bit ci sarebbero stati enormi problemi di compatibilità con le versioni software precedenti e sicuramente anche con gli hardware! Non rimarrei per nulla sorpreso se arriverà il comunicato che dirà “android L non sarà compatibile con gli snapdragon 800 e 801 e con tutti i device usciti tra il 2013 e il 2014”!!!

    • Vincenzo Signoriello

      se fosse così, tanto varrebbe prendere un vecchio 3330 e tornare di nuovo ai vecchi tempi… Se big G continua in questo modo dirò ciao ad Android

      • ZioGrimmy

        io pure spero vivamente che le mie parole restino boiate infondate e che non andrà così… ma non so perchè ho questo sentore…

  • sandrino

    cosa è l’API?sono ignorante io purtroppo

    • firefox82

      Application Program Interface. Sono le “funzioni” che un app deve chiamare del sistema operativo.

  • Antonio

    Ciò significa che non sarà compatibile con i nexus di ora?

    • Mauro Perrino

      Supporta nativamente architettura a 64 bit…. Non dovrebbe escludere gli attuali smartphone anche perché di 64 bit non ce ne sono.

  • jonny76

    A sto punto anche il prossimo (presunto) nexus sarà a 64 bit!?
    An dimenticavo .. IPhone 6 a 128 bit

    • TheModder

      Con 1GB di RAM hahahahahahahahahahha

      • Klaudio Tahiri

        Si con un 1GB di Ram ! Vai a provare un gioco , un app pesante o qualunque altra cosa su un iPhone da un misero GB di Ram è poi su un terminale android da 2/3/4 GB di Ram è vedrai dove finirai prima e dove sara piu fluido.SI È SOLO UN 1GB DI RAM MA FINISCI PIU VELOCE DI QUESTI BOMBATI ANDROIDIANI…

        • Nicola Sabatino

          Ma smettila, è finita l’epoca dell’iphone più fluido ecc… L’iphone adesso fa cagare sia come hardware sia come software, preferivo ios come era prima, almeno aveva una sua identità, adesso è un’accozzaglia di cose prese qua e la. Prendi un qualsiasi telefono che abbia una cyanogenmod o android stock, o un htc che è ottimizzato come si deve e vedi che il tuo iphone da champagne diventa bianco latte.

        • Gigi

          una pecora col paraocchi

        • tecnologiaperta

          si, perchè non ha un multitasking, è normale, potrebbe anche levarla la RAM
          e poi basta co sta storia, la fluidità di Iphone è stata eguagliata più volte

          • Marco Missere

            Eguagliata e anche abbondantemente superata :D

          • tecnologiaperta

            si, ma sai come so i fan di apple, gia che gli dici eguagliata non ci credono, figurati se gli dici superata
            fanno odddio impoxxibile!!!11!11! il mio dito va da qui a qui su uno schermo da 5.5″ anche retina è il miglior display che c’ è, anche se ora è superato e la Apple ne sta creando uno migliore xkè in questi 2 anni il nostro occhio è migliorato e vede 500ppi

          • Ivan

            siete peggio dei fanboy della apple..

          • tecnologiaperta

            hahahaha se ero un fanboy apple a quest’ ora ti stavo prendendo a parolacce, invece io ho solo argomentato(con i giusti riferimenti) le mie tesi, dimmi tu come la pensi e ne parliamo magari

          • TheModder

            No dicono “ImpoXXXibile xdxDxDxDdDx1!111 paxxerello”
            Nota i dettagli :D

        • Ho provato giusto ieri un bel gioco su un bel iphone 5s… ops ha crashato (dopo1 min)

      • jonny76

        Esatto ;)

    • Pasquale

      Non fare stupide battutine per dire che l’iPhone sta avanti, potrà essere anche 64 bit, ma sta sempre sotto ad un snapdragon 800 o 801. Non ha più niente di speciale, la fluidità è stata raggiunta, così come le app, l’iPhone è morto assieme a Steve Jobs, sta vendendo soltanto per la fama che ha guadagnato in passato, ma ogni nuova versione sprofonda sempre più in basso, sempre più indietro di un terminale android

      • jonny76

        Tu e l’ironia siete in due modi completamente diversi

  • Pingback: Android L sarà la versione a 64-bit di Android. Cambierà anche la denominazione delle API - RSS News.it()

Top