Satispay è un servizio di pagamento, di proprietà dell’omonima azienda italiana, che ci consente di pagare nei negozi, di acquistare servizi e di scambiare denaro con facilità. Alla base c’è un’app gratuita che, collegata a un codice IBAN, fa sì che gli utenti possano usufruire di un mucchio di servizi interessanti di cui vi parliamo subito.

Che cos’è e come funziona Satispay

Ma prima di approfondire per bene tutte le sue funzioni partiamo dalle basi. Che cos’è Satispay? È per prima cosa un servizio di pagamento elettronico, come vi abbiamo anticipato nelle premesse, un servizio che si basa su un’app per smartphone che può essere usato fra privati, negli esercizi commerciali fisici e online. Questo vuol dire poter pagare nei negozi convenzionati, scambiare denaro con i propri amici, pagare bollettini, bolli e via dicendo.

D’accordo, ma come funziona? Per utilizzare Satispay, dovrete innanzitutto installare l’app omonima (che trovate in fondo), cardine del funzionamento del servizio stesso. Dopo averla installata sul vostro smartphone dovrete perciò creare un account inserendo i vostri dati personali (documento d’identità e codice fiscale compresi), un indirizzo e-mail, il numero di telefono e soprattutto il vostro IBAN, necessario per effettuare pagamenti e scambi di denaro.

Una volta fatto questo, saremo pronti per poter utilizzare appieno il servizio, bisognerà soltanto aspettare un po’ affinché Satispay faccia i dovuti controlli per accertarsi che siate davvero voi a chiederne l’attivazione. Comunque, dopo aver verificato il tutto potrete così avvalervi di tutte le funzionalità dell’app.

Per pagare con Satispay, dovete impostare per prima cosa il budget, una specie di credito residuo che avete a disposizione settimanalmente. La disponibilità la decidete voi, poi sarà Satispay a prelevare ogni settimana la quantità di liquidi da voi impostata. Ad esempio, putacaso vogliate avere ogni settimana 100 euro da utilizzare su Satispay, quest’ultimo preleverà ogni sette giorni tale  somma di denaro per far sì che all’inizio della nuova settimana abbiate a disposizione il budget che desiderate. Detta altrimenti, se a fine settimana avete 15 euro di credito residuo, Satispay preleverà dal vostro conto 85 euro; qualora non spendiate niente, non ci sarà perciò alcun movimento in uscita.

Dispositivi compatibili con Satispay

Satispay è disponibile per iOS e per tutti i dispositivi con su Android 4.1 e versioni successive. In altre parole vuol dire che su qualunque smartphone Android vecchio non oltre un lustro è possibile installare l’app omonima e sfruttare tutte le funzioni di Satispay. Il bello è che non serve avere un dispositivo con chip NFC, una fra le comodità più interessanti del servizio.

Negozi, siti e app compatibili con Satispay

È tempo di addentrarci un po’ nelle funzioni e nei servizi di Satispay. Con lei è possibile pagare nei negozi convenzionati in un attimo: basta sbloccare l’app con il PIN o con l’impronta digitale, dalla sezione “Negozi” scegliere l’attività che dobbiamo pagare, quindi digitare l’importo e premere su “Invia”. Semplice no? Per inciso, qui trovate una mappa con tutti i negozi fisici convenzionati.

Discorso simile per quanto riguarda lo scambio di denaro fra amici. In questo caso dall’app bisogna aprire la sezione “Contatti”, scegliere il destinatario e inserire l’importo da inviare con l’eventualità di aggiungere anche un commento.

Oltre a queste funzioni base ci sono anche delle funzioni extra come la possibilità di acquistare ricariche telefoniche, donare soldi ad associazioni no profit, pagare i bollettini scansionando il codice QR o pagare il bollo per auto e moto inserendo tutti i dati del veicolo nella sezione apposita. Una volta effettuati i pagamenti sarà possibile in ogni caso visualizzare le ricevute con tutti i dettagli delle transazioni in “Profilo”.

Interessante anche la funzione Cashback, una chicca di cui possono godere clienti ed esercenti. I primi possono ricevere immediatamente un rimborso al termine del pagamento, laddove i secondi offrono tale possibilità, una possibilità che consente chiaramente di fidelizzare i clienti. Nell’app c’è una sezione apposita dove potete trovare tutti i negozi che offrono il Cashback.

Costi di Satispay

Scaricare l’app Satispay è gratis. Stesso discorso vale per l’iscrizione o il recesso dal servizio, la ricarica del budget, lo scambio di denaro fra contatti, i pagamenti in negozio, l’acquisto delle ricariche telefoniche, la creazione e l’invio di buste regalo digitali e via dicendo. È prevista invece una spesa per il pagamento di bollettini, avvisi pagoPA oltre che per i bolli auto e moto. Tutto questo riguarda i privati, è chiaro.

Satispay per Business prevede invece dei costi per gli esercenti che decidono di usufruirne, costi che nei punti vendita fisici prevedono uno 0,20 euro per le transazioni superiori a 10 euro (gratuite se inferiori), mentre nell’e-commerce per transazioni inferiori o pari a 10 euro è prevista una percentuale da pagare pari allo 0,5%, se superiori dello 0,5% più 0,20 euro. Gratuita invece l’iscrizione e il recesso dal servizio. Comunque, per tutti i dettagli in merito potete far riferimento a questo link.

Banche e carte compatibili con Satispay

Per utilizzare Satispay, come anticipato, serve un codice IBAN da associarvi. Che sia un conto corrente privato o una carta ricaricabile con IBAN annesso (pensiamo alla PostePay Evolution ad esempio) non importa. Ciò che conta è che quello è l’unico mezzo di collegamento fra Satispay e il vostro saldo, il che significa niente codici della propria carta di credito o di debito, né nel momento dell’iscrizione, né successivamente.

Sicurezza di Satispay

Satispay, basandosi esclusivamente sul codice IBAN, ha già un alto grado di sicurezza per i motivi già menzionati. Cose come un sistema di criptazione all’avanguardia, la mancanza di intermediari fra il vostro conto e il destinatario della transazione e soprattutto il codice PIN che Satispay vi richiederà ogni volta che state per effettuare un pagamento, sono un po’ i pilastri che stanno alla base di un’azienda che pian piano si sta creando il proprio spazio all’interno dei servizi di pagamento elettronico.

Android app sul Google Play