EMUI 9.1 è la nuova versione dell’interfaccia grafica messa a punto da Huawei per i propri dispositivi andando a migliorare in svariati ambiti dalla multimedialità alla produttività, dalle utilità quotidiane fino alla personalizzazione. Basata interamente su Android 9 Pie, aveva visto come dispositivi compatibili con la versione beta quelli ultimi presentati nella gamma più alta dell’anno scorso dunque Huawei Mate 20, Mate 20 Pro e sullo speciale Mate 20 RS Porsche Design, ma la lista sarà notevolmente estesa come vi raccontiamo nell’ultimo paragrafo.

Scopriamo tutte le novità relative a questa nuova release dell’interfaccia grafica proprietaria che segue i canoni e i trend del momento a livello di aspetto estetico introducendo tante utili funzionalità per quella che è una delle UI più ricche e articolate del panorama mobile mondiale.

Interfaccia, funzioni e principali novità

A livello squisitamente tecnico e “informatico”, la nuova versione sfrutterà il file system rinnovato chiamato extendable read-only che aumenta le prestazioni del 20% occupando meno spazio sulla memoria interna (2 GB, pari a 1000 foto o 500 canzoni). Ci sarà, come da nome, una partizione di lettura in sola lettura così da chiudere anche la porta a eventuali intrusioni esterne. Il sistema operativo migliorerà del 24% la reattività e del 44% la risposta generale Ma quali sono le novità di EMUI 9.1?

EMUI 9.1 ui

A livello estetico sono state ridisegnate tutte le icone così come i temi a disposizione e gli sfondi per personalizzare l’esperienza a tutto vantaggio di minimalismo e semplicità d’uso. I menu punteranno su una più naturale capacità di muoversi nelle varie sezioni, rispettando naturalmente le direttive imposte da Google per la nuova versione del suo OS. Huawei descrive la nuova interfaccia come “Un’esperienza immersiva con performance innovative e miglioramenti della velocità di sistema“. Il risultato è una scelta cromatica più improntata verso sfumature fredde e su una pulizia visiva per un colpo d’occhio subito ordinato.

EMUI 9.1 giochi

Proseguendo sul percorso già tracciando in precedenza, EMUI 9.1 punterà deciso sull’accelerazione grafica per i videogiochi con GPU Turbo 3.0 che supporta 51 nuovi giochi e va a ottimizzare ancora di più le prestazioni in termini di consumo batteria e processore (10%) così come in efficienza anche con modelli non certo potentissimi.

huawei ar measure

Tra le altre novità si segnala Huawei Vlog per modificare e condividere al volo i video chiamati Highlights con filtri, musica ed effetti per un risultato cinematografico. Tenendo premuto per qualche istante il pulsante di accensione e spegnimento si attiverà subito l’assistente virtuale di Google. AR Measure è il tool per misurare area, volume e lunghezze grazie alla realtà aumentata, all’intelligenza artificiale che riconosce gli oggetti e al sensore TOF che scansiona la profondità di campo.

huawei onehop

OneHop permette di inviare immagini, video e documenti in pochi secondi tra smartphone e computer: si potrà copiare e incollare su altri dispositivi oppure scuotere il cellulare per registrare un video di secondi dell’attività subito pronta da condividere.

EMUI 9.1 sarà sempre più trasversale andando a sincronizzarsi e associarsi con i dispositivi più disparati dunque non solo i portatili come Huawei Matebook con Huawei Share, ma anche smart device come elettrodomestici connessi o attrezzi per l’esercizio fisico compatibili con il protocollo NFC ad esempio attraverso l’applicazione Huawei Health. Ma gli orizzonti sono sempre più ampi visti accordi come quello con BMW per usare lo smartphone come chiave d’accesso per le vetture.

Dispositivi compatibili

La listona dei dispositivi compatibili è piuttosto estesa e spazia non soltanto nei top di gamma, ma anche nei medio range e nei modelli più economici a dimostrazione che Huawei non dimentica certo la fetta più consistente dei consumatori che sta proprio nella categoria media e medio-bassa con numeri milionari di diffusione. Come si può notare, sono presenti non soltanto smartphone, ma anche tablet: