Nella simmetria di Galaxy Note 7 potrebbe nascondersi la causa del suo fallimento

Dopo la fine prematura di Galaxy Note 7, prima ritirato dal mercato e poi tolto definitivamente dalla produzione, la domanda che assilla sia gli addetti ai lavori sia i normali utenti è la stessa: perché le batterie esplodono così facilmente?. Lo stesso colosso sud coreano non è stato in grado di fornire una risposta esauriente e convincente, pur avendo individuato il problema che ha portato allo scoppio di alcune decine di batterie.

Samsung avrebbe assegnato “centinaia” di ingegneri al caso per cercare di trovare l’origine del problema che però sembra di difficile individuazione. Park Chul-wan, ex direttore del Centro Avanzato per le Batterie al Korea Electronics Technology Institute, dichiara che non sembra esserci nessun difetto nella costruzione delle batterie e che il problema principale non sarebbe imputabile alle stesse batterie.

Nel frattempo Samsung starebbe preparando un software per facilitare il trasferimento delle note da Galaxy Note 7 a Galaxy S7, lo smartphone più adatto alla sostituzione secondo il produttore sud coreano che ne ha incrementato la produzione. Il rilascio dovrebbe avvenire in tempi davvero ridotti visto che la stessa Samsung sconsiglia di utilizzare il phablet e invita gli acquirenti a restituirlo il prima possibile.

Intanto cominciano a circolare alcune informazioni sulle possibili cause che hanno portato al disastro di Galaxy Note 7, grazie ad alcune società indipendenti che si sono documentate in maniera approfondita. Samsung avrebbe individuato nelle batterie prodotte dalla sua sussidiaria SDI la causa delle esplosioni ma lo stesso difetto si è verificato con i modelli sostituiti che utilizzavano le batterie prodotte da ATL, ritenute erroneamente sicure.

Il design di Samsung Galaxy Note 7 ha introdotto parecchie novità visto che ha portato un display dual edge con la curva più ripida mai utilizzata e un design perfettamente simmetrico tra la parte anteriore e quella posteriore del dispositivo. Sembra proprio questa la causa che ha portato al disastro: le batterie prodotte da SDI sarebbero state leggermente troppo larghe per l’alloggiamento, questione probabilmente di pochi decimi di millimetro, ma il loro inserimento negli smartphone avrebbe causato delle piegature anomale negli spigoli della batteria, con conseguente contatto tra gli elementi interni che provocherebbe il corto circuito fatale allo smartphone.

samsung-sdi-vs-atl-batteriesLa spiegazione sembra calzare a pennello con i modelli dotati di batterie prodotte da SDI ma non fornisce una spiegazione semplice per la débâcle riportata dai modelli dotati di batterie prodotte da ATL. Ancora una volta il design sembra essere il responsabile, visto l’elevata curvatura dello chassis avrebbe comunque generato una pressione anomala sulle batterie che, in alcuni casi, ha portato a nuovi corto circuiti e alla loro esplosione. Ci sono altre teorie secondo cui le cause sarebbero da ricercare nel processore e nella ricarica rapida troppo veloce, ma francamente ci sembrano irrealistiche per svariati motivi. Questa legata al design, invece, ci sembra la più plausibile, almeno per adesso.

Per avere una risposta definitiva sarà comunque necessario attendere la fine dell’indagine da parte di Samsung e difficilmente questo avverrà in tempi brevi. Dopo la “figuraccia” rimediata il colosso sud coreano dovrà essere assolutamente sicuro di individuare l’origine esatta del problema per evitare che possa ripetersi con i prossimi dispositivi, a partire da quel Galaxy S8 che potrebbe aiutarla a risollevarsi. Ecco perché difficilmente il prossimo flagship, che dovrebbe portare tantissime novità, sarà lanciato in anticipo rispetto al previsto.

Fonte, Fonte, Fonte, Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Alberto Les Vischia

    Chissà se fa fiamme il gran cazzo che me ne frega a me!

  • MaxArt

    Se così fosse basterebbe creare una batteria più piccola ma che sia meno al limite coi bordi. Il design verrebbe mantenuto, aggiungi solo uno spessore, ci perdi 200 mAh ma almeno non prende fuoco.

    • Luca Audrito

      Ha già meno mah del s7 edge, ne avesse avuta così tanta di meno sarebbe stato ancora peggio

      • MaxArt

        Meglio che perdere 17 miliardi di dollari in una debacle come questa.

    • matteo

      ma infatti, non c’entra nulla il design. Se le cause sono quelle è solo un errore di progettazione della batteria

  • Alessandro

    Servono nuove tecnologie per le batterie, quelle a ioni di litio vecchie e pericolose

    • Giò

      esistono già…sono le batterie Li-Po anziché avere un solvente infiammabile dentro al quale sguazzano gli ioni di litio c’è un solvente a base polimerica, che non è infiammabile.
      Se non sbaglio Meizu le usa…non so chi altri.
      (ovviamente le mie fonti sono il web a scazzo, quindi attendibilità tra il sì e il no)

      • Alessandro

        Capito, grazie per l’info

        • Cristiano Fontani

          Faccio modellismo…per ora niente fiamme …solo esplosioni

      • FCava

        noooooo….. Le lipo non sono infiammabili… Dillo a chiunque fa modellismo RC elettrico…. Fanno fiamme alte 60cm e possono esplodere. Non per niente quando si caricano è consigliato inserirle nelle lipo bag….
        Non è “contro” di te… E’ una considerazione se hai letto queto dal web

        • Giò

          tranquillo!! ho inserito l’attendibilità delle mie fonti apposta…per vedere se qualcuno ne sapesse più di me! ehehehe

  • pirata_1985

    E un’altra mia analisi verificata. Avevo dato la colpa al design

    • yammo

      BRAVOH

      • Luca Audrito

        Avesse fatto il videoh sarebbe diventato famoso

      • pirata_1985

        Stai scrivendo il commento? Bravohh

  • Walter

    Tutto troppo ambiguo. Prima hanno dichiarato ufficialmente che mancava un isolante tra anodo e catodo, nelle batterie prodotte da SDI. Quindi ora non sarebbe più vero? Se è così, hanno mentito scientemente prima?

    E comunque, ora che fai? Spingi tutti a prendere S7 o S7 edge, per poi presentare la next-gen come si mormora a febbraio, e far incazzare ancora di più tutti quelli che si troverebbero con un device svalutato e non più top in meno di sei mesi?!? Seri???

  • nik

    Lo so io qual’è il problema… È colpa della ascisse trasversale che in concomitanza dell’oscillazione intermedia della formula ambientale fa si che il continuum spazio-temporale dia un rimbalzo cartesiano sull’ipotenusa del display. Questo comporta un rientro iperteso del connettore radiante a 24pin che si trova vicino la batteria è ne causa un contatto tra gomito e ginocchio che provoca emanazioni elettrofrufru che fanno vibrare gli strati interni. Soluzione? Bastava che al posto della batteria ci avessero messo una chitarra.

    • Alberto

      Peccato non esista Commenti memorabili su Disqus 😅

    • Peter

      Con scappellamento a destra, o a sinistra?

      • Alberto Les Vischia

        N1

  • Stranger

    Praticamente hanno sbagliato completamente l’ingegnerizzazione dello Smartphone collocando la batteria troppo vicino al bordo, a questo punto dovrebbero rivedere l’intero progetto per rimetterlo in produzione. Addio note 7.

    • Manuelicata

      Rivedere l’intero progetto costa più che iniziarne uno nuovo.

  • brunano21

    Spero in un prezzo competitivo dell S8 allora, cosi magari Samsung si puo far perdonare! :)

    • TroUblE

      Con la perdita di circa 17 miliardi credo che al massimo il prezzo lo alzi xD

      • brunano21

        Ma se mettessero l’S8 ad un prezzo competitivo di miliardi ne potrebbero guadagnare 34 e piú.
        E quando dico competitivo non indendo style Xiaomi, ma anche 100-150eur in meno secondo me fanno la differenza..

  • Peter

    Molto semplicemente, quelle tolleranze che andavano bene per batterie montate su telefoni fatti bene, funzionavano alla perfezione… se queste montate su un telefono progettato a merda per il solo design, scoppiano come giusto che sia!
    Continuate a farvi piacere i telefoni edge con batterie risicate, invece dei “normali” display piatti e batterie maggiorate, ma soprattutto sicure!

  • Principe Azzurro

    Più semplicemente sara’ stato il processore che scaldava troppo e quindi surriscaldava la batteria sottostante…

    • Corra

      Troppo semplice. L’avrebbero già capito. Inoltre gli utenti non si lamentavano di surriscaldamenti anomali

    • Stefano

      Un’intuizione alla pari di quelle dell’ingegner Cane!

      • Principe Azzurro

        E ce ne saranno parecchi in Samsung per produrre uno smartphone ‘esplosivo’ ;)

        • Stefano

          Vero anche questo. Vedi il lato positivo: potresti lavorare come ingegnere per Samsung!

          • Principe Azzurro

            Sacchett

            Magari tu lo sai il motivo..

      • Yeck’S

        millemila gradi…!!!

    • Pocce90

      non può essere, succedeva anche da spento, semplicemente in carica

    • MagicKnight

      Non fosse che alcuni esemplari hanno preso fuoco mentre erano spenti e neppure sotto carica a quanto si è visto (es. quello che ha preso fuoco sull’aereo ed era già stato spento).

Top