Tra le principali ragioni dell’enorme successo di Android vi è senza dubbio la personalizzazione, aspetto che ha consentito al sistema operativo mobile di Google di affermarsi e conquistare chi desidera avere uno smartphone unico, oltre che perfettamente adattato alle proprie esigenze.

La personalizzazione non riguarda solo le attività di modding ma anche operazioni più semplici e alla portata di tutti, come ad esempio l’utilizzo di un tema o l’applicazione di uno sfondo ed è qui che entra in gioco un’interessante raccolta di immagini prettamente dedicata ai possessori di Google Pixel 6.

Una raccolta di sfondi per Google Pixel 6

La raccolta di sfondi di cui vi parliamo, realizzata dall’utente u/sujay_1423 su Reddit, è composta da 24 immagini basate sugli schemi delle componenti di Google Pixel 6 ed è proprio questo il motivo per cui è prettamente dedicata ai possessori di tale device.

Ciò non esclude, ad ogni modo, che le varie immagini possano essere utilizzate come sfondo su qualsiasi altro smartphone, sia della gamma Google Pixel che degli altri produttori.

Ecco qualche sfondo di esempio della raccolta in questione:

Ricordiamo che tra le principali caratteristiche di Google Pixel 6 troviamo un display AMOLED da 6,4 pollici con risoluzione Full HD+ e refresh rate a 90 Hz, un processore Google Tensor, 8 GB di RAM, 128 GB di memoria interna, una doppia fotocamera posteriore (con un sensore primario da 50 megapixel e uno ultra grandangolare da 12 megapixel), una fotocamera frontale da 8 megapixel e una batteria è da 4.620 mAh (con supporto alla ricarica rapida a 30 W e in modalità wireless a 21 W).

Se abbiamo stuzzicato la vostra curiosità e desiderate scaricare una o più di queste immagini, non dovete fare altro che sfruttare il seguente link, che vi porterà sulla pagina dedicata su Google Drive (le troverete suddivise nelle tre cartelle Dark, Hybrid e Light):

Scarica gli sfondi degli schemi delle componenti di Google Pixel 6

Non ci resta altro da fare che augurarvi buon divertimento.

Potrebbe interessarti anche: la recensione di Google Pixel 6