Google Drive è uno degli strumenti che il colosso di Mountain View mette a disposizione dei propri clienti, contestualmente alla creazione di un account Google infatti gli utenti hanno a disposizione ben 15 GB di spazio di archiviazione cloud gratuito, da utilizzare per organizzare e tenere al sicuro qualsiasi tipo di file.

Capita spesso che, nell’organizzare i propri dati, vi sia bisogno di fare qualche spostamento, motivo per cui cliccando con il tasto destro su un file tra le voci del menù contestuale appare anche “Sposta in”, che permette appunto all’utente di modificare la posizione in cui è salvato un file, spostandolo da una cartella ad un’altra.

Ora Google ha deciso di aggiornare l’aspetto e il funzionamento del selettore “Sposta in”, rendendo l’intera operazione più semplice ed efficace.

Google Drive sul web riceve una riprogettazione del selettore “Sposta in”

L’ultimo aggiornamento in fase di distribuzione per la versione web di Google Drive, si occupa di riprogettare l’aspetto e in parte il funzionamento dell’opzione “Sposta in”; se in precedenza l’utilizzo di questo sotto menù dava accesso ad una piccola finetra con la quale effettuare l’operazione di spostamento, la nuova versione offre un’interfaccia utente che occupa la maggior parte dello schermo.

La nuova versione mette in evidenza il nome del file sul quale vogliamo agire e la sua posizione corrente, restituendo al contempo tutta la serie di destinazioni disponibili; selezionando una cartella di destinazione visualizzeremo il relativo percorso con anche la possibilità di creare una nuova cartella, qualora tentassimo di spostare il file in una cartella vuota il sistema provvederà ad avvisarci con un’apposita notifica.

Selezionando una cartella di destinazione avremo comunque la possibilità di tornare indietro e cambiare idea, inoltre sono presenti delle posizioni suggerite con la contestuale possibilità di rifiutare il suggerimento, che comporterà la sua immediata eliminazione dall’elenco.

L’intento di Google con questo piccolo aggiornamento è quello di permettere di “organizzare file, cartelle e scorciatoie in Drive in modo più efficace”; l’update è in fase di distribuzione e dovrebbe essere disponibile entro le prossime settimane. Potranno beneficiarne tutti i clienti di Google Workspace, i clienti precedenti di G Suite Basic e Business, nonché tutti i possessori di account Google personali.

Potrebbe interessarti anche: Il nuovo limite di Google Drive e qualche novità per Keep, Fogli e Presentazioni