Tutte le applicazioni condivise tramite Files Go verranno passate al setaccio da Google Play Protect per verificare che siano sicure.

Questa nuova mossa di Google dimostra la volontà di Big G di prendere sempre più sul serio un tema delicato come quello della sicurezza su Android. Da questo punto di vista, Google Play Protect rappresenta probabilmente l’arma più efficace dell’arsenale del colosso di Mountain View e da adesso in poi verrà sfruttata anche all’interno di Files Go, il file manager smart di Google che, tra le altre cose, permette agli utenti vicini di condividere tra loro dei file senza aver bisogno di utilizzare una connessione Internet. Non pochi utenti, specialmente nei Paesi in via di sviluppo, sfruttano questa comoda funzione per scambiarsi file APK di varie app, per questo motivo Big G ha deciso di intervenire per controllare che i suddetti APK siano sicuri.

L’ultimo aggiornamento di Files Go by Google, infatti, raggiunge un livello più elevato di sicurezza proprio con riferimento ai suddetti utenti: una volta avvenuta la condivisione, Google Play Protect entra in funzione e scansiona l’APK allo scopo di individuare potenziali minacce. Se per un verso si tratta di un’ipotesi d’uso molto particolare di Files Go, l’aggiunta sarà sicuramente apprezzata dagli utenti che sono soliti sfruttare la funzione Condividi file dell’app per scambiarsi delle app.

Google Play Protect, come probabilmente già sapete, entra in gioco ogni volta che l’utente effettua il download di un’applicazione dal Google Play Store e d’ora in poi si occuperà di garantire la sicurezza anche delle app scambiate tramite un altro strumento di Big G quale appunto Files Go.

La nuova funzionalità di protezione, come testimoniato dal relativo changelog (Google Play Protect – all apps shared over Files Go are scanned for harmful behavior and get secure updates) è presente nell’ultima versione di Files Go disponibile sul Google Play Store che potete scaricare tramite il seguente badge.

Android app sul Google Play