Lei Jun scrive una lettera aperta ai suoi fan, mentre Xiaomi si adegua alle norme sulla privacy

Lei Jun scrive una lettera aperta ai suoi fan, mentre Xiaomi si adegua alle norme sulla privacy
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/xiaomi_mwc18_tta_01.jpg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/xiaomi_mwc18_tta_01-460x259.jpg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/xiaomi_mwc18_tta_01-635x357.jpg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/xiaomi_mwc18_tta_01.jpg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/xiaomi_mwc18_tta_01.jpg"}, "title": "Lei Jun scrive una lettera aperta ai suoi fan, mentre Xiaomi si adegua alle norme sulla privacy" }

Con l’approssimarsi dell’entrata in vigore della nuova normativa europea in merito alla privacy, sono sempre di più i produttori di smartphone che adeguano le rispettive policy al fine di risultare in regola. L’ultimo a farlo, almeno in ordine di tempo, è Xiaomi che sul proprio sito ufficiale ha pubblicato le nuove policy aggiornate.

Visitando questa pagina potete consultare tutta l’informativa, scoprire quali sono i dati raccolti da Xiaomi e come vengono utilizzati una volta memorizzati. Si tratta di una lettura piuttosto lunga e articolata ma al termine avrete un’idea chiara di tutto quello che dovete sapere.

Nel frattempo Lei Jun, CEO e co-fondatore di Xiaomi, ha pubblicato sul forum ufficiale MIUI una lunghissima lettera aperta ai propri fan, nella quale cerca di rispondere alla domanda “Cos’è Xiaomi e cosa cerchiamo”. Anche in questo caso la lettera è decisamente lunga e articolata e merita una lettura per essere compresa a fondo.

Riassumendo pere sommi capi, Lei Jun ricorda che Xiaomi è una Internet Company che utilizza una piattaforma IoT per connettere smartphone e altri dispositivi intelligenti, da produrre e vendere a un prezzo onesto affinché tutti possano trarne beneficio.

Prodotti straordinari” e “prezzi onesti” sono due concetti che devono andare a braccetto per consentire a chiunque di provare nuove esperienze e di avere sempre il meglio della tecnologia a disposizione. In otto anni Xiaomi ha creato un ecosistema IoT che può contare su oltre 100 milioni di dispositivi connessi, il più grande al mondo e oltre 190 milioni di persone utilizzano mensilmente MIUI e i relativi servizi Internet.

Nonostante un rimbalzo tecnico nel 2016, il modello economico di Xiaomi si sta rivelando vincente e Lei Jun intende proseguire su questa strada, che prevede di mantenere i profitti operativi entro il 5%. E per espandere il proprio ecosistema, che non è un giardino privato ma un ambiente aperto a tutti, Xiaomi intende prendere sotto la propria ala almeno 100 altre Xiaomi, da aiutare a crescere per ottenere risultati straordinari a livello globale.

Prendetevi una pausa da quello che state facendo e leggetevi con calma la lettera di Lei Jun a questo indirizzo, che vi aiuterà a capire la filosofia della compagnia cinese e la sua visione del futuro, che diventa ogni anno più roseo e più interessante.

Fonti: Gizmochina, Reddit