Samsung Galaxy Note 7: ancora conferme per lo scanner dell’iride

Samsung Galaxy Note 7 verrà presentato il 2 agosto, data in cui Samsung terrà l’evento Unpacked, come comunicato ufficialmente tramite diverse fonti. Sembrerebbe che, oltre al display dual edge che ormai pare essere un elemento caratteristico dei top di gamma del produttore coreano e sostituirà il “solito” schermo flat, Samsung abbia deciso di implementare anche uno scanner dell’iride. Oltre ai vari rumor circolati negli ultimi giorni, a confermarlo ci sarebbe anche Zauba, un sito che si occupa di import-export.

Zauba, nelle scorse settimane ha già svolto un ruolo informativo in relazione alle informazioni del futuro phablet di Samsung; tra le indiscrezioni provenienti dal portale troviamo la possibilità che sul Note 7 sia presente un display da 6 pollici e la resistenza all’acqua. Oggi, l’importatore ha svelato l’ennesima indiscrezione che vedrebbe una fotocamera dotata di scanner dell’iride, implementato sulla versione importata dal Vietnam, indicata con la sigla SM-N930F.

Note 7

D’altronde, già nei giorni scorsi si avevano avute conferme riguardanti lo scanner dell’iride, e addirittura sul suo funzionamento. Ovviamente, sul Samsung Galaxy Note 7 non mancherà anche il sensore di impronte digitali, di conseguenza è pensabile che sarà possibile sia usare entrambe le misure di sicurezza o decidere se utilizzare l’una o l’altra. Tutta questa tecnologia, purtroppo, verrà probabilmente fatta pagare cara: come abbiamo visto qualche giorno fa, il prezzo dovrebbe essere di 849€. Vedremo.

 

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Emiliano Cirillo

    Sebbene sia sicuramente più sicuro temo che lo scanner dell’iride sarà scomodo quanto il riconoscimento facciale di Google e quindi inutile… Vedremo

Top