La Dash Charge di OnePlus 3 sotto esame: carica veloce senza scaldare

La ricarica rapida sta diventando sempre più una caratteristica fondamentale sugli smartphone della gamma più alta; anche OnePlus ha deciso di introdurla nel suo nuovo smartphone, il nuovo OnePlus 3, dopo aver invece deciso diversamente per il modello precedente.

OnePlus 3 presenta infatti una tecnologia chiamata Dash Charge, basata sulla tecnologia VOOC Fast Charging di OPPO e che qualche giorno fa si è catturata l’attenzione degli utenti dopo la decisione da parte dell’azienda di rilasciare i sorgenti, affinché tale sistema di ricarica possa essere implementato anche sulle ROM create da terze parti.

I colleghi di XDA hanno messo sotto esame la Dash Charge, perché parlare di ricarica rapida sembra essere un po’ troppo generalista senza numeri alla mano; ecco quindi i risultati per quanto riguarda tempi di ricarica e temperature raggiunte.

Innanzitutto va precisato come la tecnologia Dash Charge non solo permetta di effettuare una ricarica rapida, ma consenta anche di limitare il surriscaldamento intrinseco del passaggio di corrente elettrica al solo caricatore – riscaldamento che sarebbe elevato, considerato che per ricaricare velocemente vengono utilizzate correnti più elevate -, mantenendo fresco lo smartphone (con tutti vantaggi che ne conseguono, sia nell’uso sotto carica che nella longevità dello smartphone stesso). Oltre a questo, la Dash Charge non sfora neanche le prescrizioni indicate dallo standard USB Type-C (il connettore montato su OnePlus 3), sulle quali avevamo pubblicato un apposito approfondimento.

Dash Charge garantisce una ricarica da 0% a 60% in soli 30 minuti, e forse il risultato più interessante è che queste prestazioni possono essere raggiunte anche utilizzando lo smartphone: il grafico che vedete qui sotto riguarda proprio questa situazione (smartphone in carica ma con schermo acceso alla massima luminosità e app che girano), e si può notare come OnePlus 3 sia in grado di passare dall’1% a circa il 51% di carica in 30 minuti.

La ricarica completa mentre utilizziamo lo smartphone avviene invece in solo 1 ora e 20 minuti; mentre gli altri smartphone limitano la ricarica durante l’uso, OnePlus 3 non ne ha bisogno (al massimo si scalda di più il caricatore, che può toccare temperature notevoli di quasi 48 gradi Celsius)

XDA ha effettuato altri due test; nel primo caso hanno giocato ad Asphalt 8 alla massima luminosità per 20 minuti mentre lo smartphone era collegato alla carica: il risultato è stato il passaggio della batteria dal 14% al 51% (37% di ricarica). Il secondo test, più leggero, ha messo alla prova lo smartphone sulla navigazione web per 30 minuti alla minima luminosità (anche qui collegato alla carica): la batteria è passata dall’1% al 60%, confermando ancora una volta come le prestazioni di ricarica rapida non vengano intaccate dall’uso.

I risultati sono ancora più notevoli se confrontati con quelli registrati ad esempio da Nexus 6P, il quale con uso di app e luminosità al massimo passa dall’1% al 17% in 30 minuti (contro 1%-51% di OnePlus 3), toccando una temperatura di 37 gradi Celsius.

nexus-6p-1024x426

Insomma, la tecnologia Dash Charge che accompagna questo OnePlus 3 si conferma molto valida, in grado di garantire prestazioni elevate anche durante l’uso (e rispettando gli standard USB Type-C per quanto riguarda la tensione, fissa a 5 Volt); purtroppo ci troviamo di fronte ad un nuovo standard diverso dai precedenti, che richiede il proprio caricatore e il proprio cavo, in un momento di transizione già di per se importante come quello dal connettore micro USB a quello di tipo USB Type-C: tanti cavi e tanti caricatori, insomma, almeno finché uno di questi standard riuscirà ad imporsi definitivamente.

Se siete interessati a OnePlus 3 non dimenticatevi di dare uno sguardo alla nostra video recensione; che ne pensate di questa Dash Charge?

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Davide

    ma se si usa un caricatore rapido non dash, quindi un classico 5/9v da 2.1A la ricarica avviene in modo rapido o no?

    • Enrico

      Assolutamente no.
      Il caricabatterie Dash Charge opera a tensione fissa aumentando l’amperaggio (5V 4A).
      Non trattandosi di standard Quick Charge ma di uno standard proprietario, collegarci un caricabatteria classico 5/9v è come collegarci qualsiasi altro caricabatteria normale.
      La Dash Charge necessita del suo cavo e del suo caricabatteria specifici.

  • Giona

    domandone se si lascia in carica la notte (molto piú a lungo del dovuto) ci sono problemi ?

    • Davide

      no..tutti i telefoni hanno un chip che interrompe l’approvigionamento di corrente al 100%

  • Grazie a one + dopo aver preso l’opo3 mi hanno mandato un codice sconto di 10€ e spedizione gratuita per un altro ordine! Ho preso un altro cavo e caricabatterie!

  • Revelis

    Si ma nel paragone delle percentuali con Nexus 6p non viene presa in considerazione la maggiore capienza della batteria di quest’ultimo.

    • Bio’

      Era per fare comunque il paragone.. si sono 450 mah non fa la differenza, nel senso che si capisce nettamente, in mezzora è salito di 16 punti percentuali, il che non è per niente equiparabile con op3.
      La dash charge serve a questo, a normalizzare la carica anche quando il soc è sotto stress, cosa che non fa il 6p o altri device che montano l’810 o meglio ancora che non hanno tale tecnologia..

  • gianlucassistenza

    lo sto utilizzando da un paio di giorni e devo dire che mi sta dando davvero delle belle soddisfazioni.
    Per prima cosa la durata della batteria…. sono sveglio dalle 6 di questa mattina con telefono acceso, dalle 7 alle 8 un’ora di bicicletta con internet radio e la app Sport-traker con gps attivo e cartografia. Dalle 8 alle 13 ancora a lavoro con mail, telefonate e messaggistica varia per non parlare del mio moto 360 e dell’auricolare sempre agganciati in bluetooth. La batteria al momento è al 60% e sicuramente mi permetterà di fare il pomeriggio a lavoro e il rientro a casa in bici con la solita ora internet radio e app sport-traker.
    Poi devo dire che la Dash Charge funziona alla grande venti minuti di ricarica durante la doccia e la sera posso avere il mio OP3 fino a notte inoltrata..

    …………….giudicate voi ma sono molto soddisfatto e vengo da un Note 3 altro smartphone di fascia alta.

    • ✅ Insider_Project ✅

      Come ti trovi con il dual Sim?
      Ricevono tutti e due dati in contemporanea?

      • gianlucassistenza

        Io non uso ancora tutte e due le sim

        • ✅ Insider_Project ✅

          Cos’hai comprato a fare un Dual se non le usi? Mah

          • gianlucassistenza

            ne userò due a breve…….. Mah!!!!!!!

          • Bio’

            Quindi secondo il tuo ragionamento a chi piace OP3 non può acquistarlo se utilizzano una sola sim? non è di certo obbligatorio eh

      • Matteo Altamura

        Avrò l’OPO da fine mese quindi non ti posso dare risposta da utilizzo diretto, comunque è un dual standby. Quindi possibilità di ricevere contemporaneamente le notifiche da entrambe le SIM, ma una sola radio. Quindi quando sei al telefono con una l’altra è scollegata!

    • Giona

      Anche io come te ricevuto da un paio di giorni secondo me per la batteria è ancora presto …. speriamo bene io vengo da un Nexus 5 e l’ho cambiato proprio per la batteria 😞! Sicuramente lo schermo non è tra i migliori! Però a me piace come design e come forma e l’os è in pratica come android stock

      • gianlucassistenza

        Vero è presto ma se il buongiorno si vede dal mattino…….. ;)

        • Giona

          cmq concordo che bastana 20 min sotto carica e raggiunge il 40% …. puó essere problematico se si é sempre fuori ….

  • Se7ev

    Se lo carico da usb non c’è questa ricaricarica veloce, vero? Bisogna necessariamente usare il caricabatteria in dotazione

    • Giona

      A prescindere che con l’usb rovineresti la batteria anche di un normale smartphone

      • Se7ev

        E perchè?

        • Giona

          Ha un voltaggio inferiore rispetto al caricabatterie da muro …. io parlo di usb attaccato a pc o device elettronici …. bisogna stare attenti anche alle powerbank esterne bisogna prenderne una adatta al proprio device o una che riconosca il voltaggio dello smartphone.

          • Se7ev

            Ma la tensione dell’ usb non è fissa a 5V?

          • Giona

            mmmmmm ho sbagliato termine (amperaggio?) mi sa :D cmq basta provare a veder quanto ci mette a caricare da parete (operazione sempre consigliata anche da libretto) e quanto ci mette con un usb da pc … ripeto a meno che non si abbiano prodotti specifici tipo esiste il dash charge da macchina allora si quello é settato per op3 …. io caricando spesso il mio nexus da pc in pratica ho rovinato la batteria

          • Stefano Peschi

            rovinare lo smartphone è un parolone… al limite ci mette di più a caricare anche perchè parliamo di amperaggi inferiori

          • Giona

            ho chiaramente esagerato ;)

          • clod

            casomai a caricarlo dal pc il nexus hai salvaguardato la batteria visto che avrà caricato a 0,8 amphere……quindi ci ha messo più tempo ma ha scaldato meno la batteria.

  • lucifero1979

    Ottimo lavoro per quanto riguarda le prestazioni di ricarica è simile a mi 5 a differenza che mi 5 scalda non poco in carica.

  • Non è che se lo smartphone rimane fresco la batteria non viene danneggiata eh… Bisognerà vedere a lungo andare quanto danneggia la batteria questo nuovo tipo di QC rispetto ai concorrenti.

    • Marco

      Me lo chiedo anch’io…

    • Bio’

      è una corretta osservazione, però se pensi che il peggior nemico delle batterie è proprio il calore, bhè qualche conticino lo farei

      • Giustissimo, vedremo più avanti i risultati, ma sono abbastanza sicuro che i danni alla batteria ci saranno comunque, è le differenze forse non si discosteranno di tanto.

        • Bio’

          Piu avanti sarà tra un anno di utilizzo XD ? e chi li attende per ste prove..
          Considera che la maggior parte dei pazzi che acquistano tali device, dopo un anno li vendono per acquistare il successore..
          Quindi non è che faccia la differenza.. Un anno di carica e scarica la tiene sicuramente, certo perderà quel 5% se lo si utilizza in maniera bastarda, però un po di accortezza e sicuramente qualcosina in piu la si fa..

          • 12 mesi sono decisamente troppi, soprattutto se pensi che già prima dell’arrivo delle tecnologie QC il tempo che impiegava la batteria per mostrare i primi segni di usura era intorno ai 6 mesi, guarda caso la durata della garanzia sulla batteria, con le QC questo lasso di tempo, che è comunque la metà di quello da te indicato, si abbassa ulteriormente. Quindi basteranno pochi mesi per avere dei dati, e questo in media, considerando poi che l’OP3 non è campione di autonomia ci sarà sicuramente chi lo ricaricherà anche più del normale e accorcerà nuovamente le tempistiche.
            D’accordissimo che non si possa, a mio parere, tenere un dispositivo simile per molto tempo vista la totale assenza di aggiornamenti ufficiali (OP2 ha ricevuto M poche settimane fa) e visti i numerosissimi problemi che sorgono in assistenza.
            Però qui stiamo discutendo di quanto possa fare bene o male questa nuova tecnologia, non su cosa si possa fare per impedire il deterioramento della batteria, altrimenti bisognerebbe evitare a priori l’utilizzo di queste tecnologie ;)

    • clod

      ma conviene ricaricare con un normale caricatore da 1 amphere quando non si va di fretta…?? così non si dovrebbe salvaguardare la batteria?

      • Più lenta è la ricarica e meglio è, soprattutto se non si ha fretta.

        • clod

          quindi non credi che caricando op3 più lentamente con un caricatore normale si danneggi la batteria??ma invece la si salvaguardi?

          • Si, ma perché tutte queste domande? È risaputo che sia così

          • clod

            proprio per il particolare metodo di carica utilizzato, ho letto che oneplus sconsiglia di utilizzare caricatori diversi..

          • Con altri cavi la dash charge non dovrebbe nemmeno essere compatibile, ci vuole un caso bello spesso per usar questo tipo di ricarica veloce.
            Ma se prendi un alimentatore normale con un cavetto normale non dovrebbe succedere nulla

  • Giona

    Un po’presto per me per esprimere pareri solo 2 giorni che l’ho ricevuto ma la carica mi ha davvero sorpreso….spero solo che il fatto che si carichi così velocemente non rovini la batteria

Top