Pokèmon Go: sponsorizzazioni, cover e add-on sperando in un mondo migliore

Che lo amiate alla follia o che lo odiate perché lo trovate troppo infantile, anche se molti Allenatori hanno i capelli bianchi, Pokémon Go è inevitabilmente il fenomeno mediatico del momento. Eppure dovete sapere che Niantic Labs, lo sviluppatore del gioco, spera che possa contribuire a far diventare il mondo un posto migliore e renda migliori anche le nostre vite.

A dirlo è John Hanke, CEO di Niantic Labs, che afferma come lo scopo di Pokémon Go sia quello di far rivivere l’esperienza originale del gioco che vedeva i giocatori impersonare i panni di un bambino che girava il mondo a caccia di Pokémon selvatici. Ecco perché il gioco “obbliga” le persone a uscire di casa, a muoversi e a interagire con il mondo che ci circonda, a costo di apparire ridicoli agli occhi di chi non è più in grado di apprezzare le piccole cose e non capisce che diventare allenatore di Pokémon è il sogno nel cassetto di molte persone.

Intanto gli utenti si dilettano a creare gli accessori più disparati per Pokémon Go, grazie anche alla tecnologia delle stampanti 3D che consentono a chiunque di stampare una cover a forma di Pokédex o una sorta di griglia che permette di lanciare perfettamente le Pokéball. A questo indirizzo potete scaricare il progetto per realizzare in casa questa particolare cover sagomata alla perfezione e che lascia le aperture esatte per lanciare la Pokéball, accedere allo zaino e alle icone presenti nel gioco. Se la realizzerete dovrete però dire addio ai lanci curvi e ai conseguenti bonus.

Pokemon-case-bAnche Microsoft si è fatta contagiare dalla Pokémon mania e con il nuovo aggiornamento di OneDrive permette agli utenti di cercare e identificare rapidamente le foto scattate con Pokémon Go. In questo modo sarà molto più rapido e semplice trovare la foto del Dragonite appena catturato in mezzo alle foto delle vacanze al mare o quella falsa di Mewtwo che asserite di aver catturato nell’ultimo viaggio intorno al mondo.

È di ieri la notizia dello sbarco in Giappone di Pokémon Go  che nel paese del Sol levante potrà contare su circa 3 000 Pokéstop sponsorizzati da McDonald’s, grazie ad un abile manovra commerciale che porterà innegabili vantaggi ad entrambi i partner. Per il momento sembra che il Pokéstop sponsorizzato si limiti a mostrare il logo dello sponsor, McDonald’s in questo caso, in bella evidenza, ma non è escluso che in futuro possano essere visualizzati messaggi pubblicitari o proposti dei deal vantaggiosi, legati all’acquisto di determinati beni.

Gotta catch ‘em all.

Fonte, Fonte, Fonte, Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • _Tua madre è leggenda_

    si ma con quella cover non si riesce a dare l’effetto alla pokeball!

    • Madalin Bujor

      infatti è la cosa che hanno detto loro

  • lorydavoj

    Beh dato che io grazie a questo gioco ho conosciuto anche la mia attuale ragazza, sono d’accordo con il fatto che possa migliorare la vita delle persone

    • JackStrambo

      Spero non ti sia confuso con Jynx.

      Scherzo, son contento per te :)

      • lorydavoj

        Ahahahha nono tranquillo comunque certo che poi di sicuro pokemon go non è la soluzione ai problemi nel mondo

    • Mark

      anche io vorrei trovare un ragazzo così :(

    • Ti porterei anche in America

      ahahhaha fa sempre piacere sapere certe cose

  • Francesco Badini

    E come pensano che possa migliorare il mondo con queste s*******e?? Secondo voi è segno di miglioramento vedere la gente che per strada sta con lo sguardo fisso sullo schermo anche quando si è in un gruppo di amici??? Per favore, non diciamo puttanate. Ormai la gente preferisce stare su uno schermo piuttosto che divertirsi con gli amici. E voi lo chiamate miglioramento. Complimenti.

    • Sempre meglio che con lo sguardo sullo schermo in casa. Io esco con i miei amici a caccia di pokemon, prima giocavano online dalle proprie case. Qualcosa è cambiato. Ovviamente, eliminiamo le esagerazioni come fermarsi in autostrada ecc

      • Francesco Badini

        No, è meglio giocare un paio d’ore in casa (magari per sfogarsi un pò) e poi uscire con gli amici invece che portarsi il gioco dietro e giocarci tutto il pomeriggio!

        • Zio Paperone

          LOL considerato quanta batteria consuma, non credo che si riesca a farci più di 2/3 ore di gioco intenso

          • Francesco Badini

            Beh, è almeno una magra consolazione… 😦

          • Zio Paperone

            Ahahah non capisco perchè tutto sto casino, per un’app. Mi spiace sempre vedere la gente distruggersi il fegato per delle cavolate :(

      • Redvex

        Che tristezza……io uscivo di casa a giocare a pallone sotto il sole a luglio alle 3 del pomeriggio altro che pokemon.

        • intendi quel pallone che ti bucano i vecchietti stronzi al parco??? beh, ti presento il pallone del 2000

    • Attualmente anche senza Pokèmon Go vedo spesso la gente con lo schermo fisso sullo smartphone…

      • Francesco Badini

        Questo da quando gli smartphone esistono… Con pokemon go è peggio

        • Madalin Bujor

          nono fidati la gente prima stava con gli occhi in altro per strada, giornali, libri e altro. La gente trovera sempre qualcosa stai tranquillo :) non è ne pokemon go ne gli smartphone. Sono le persone ad essere cosi. Almeno con pokemon go hai una motivazione in piu ad uscire di casa :) lo si vede gia. è come un social che pero ti obbliga ad uscire :)

        • Ma quale peggio, semplicemente fa più notizia. Chi faceva l’idiota usando il cellulare alla guida prima continua a farlo. Chi é intelligente non gioca a Pokémon Go o altro mentre é al volante

  • Francesco Badini

    Migliorare il mondo… Voi siete malati

Top