Google allestisce due tabelloni pubblicitari con Nova Launcher per il Gay Pride

Per dimostrare il proprio supporto alla Pride March che si terrà domenica prossima a New York, che celebrerà la comunità LGBTQA, evento che noi conosciamo come Gay Pride, Google ha approntato un paio di enormi tabelloni pubblicitari.

Collocati all’angolo tra Christopher Street e la Settima Avenue, i tabelloni riportano simboli e colori della Pride March oltre a immagini di coppie e famiglie composte da persone dello stesso sesso. Il messaggio che troneggia è il motto di Android, “be together. not the same” che mai come in questo caso calza a pennello per celebrare la diversità e l’accettazione.

Fin qui non ci sarebbe nulla di particolarmente strano, se non fosse che gran parte delle immagini, se non tutte, sono state realizzate con Nova Launcher, uno dei launcher più famosi di Android (ricordatevi di leggere la nostra guida ai migliori launcher).

Sono oltre 80 le immagini utilizzate per i tabelloni, che utilizzano wallpaper, widget e icone di applicazioni per ricreare i contenuti desiderati e in tema con la Pride March. Non ci resta che complimentarci con Google per aver espresso in maniera pubblica il proprio supporto alla manifestazione. A quando una celebrazione simile nel nostro paese?

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Una vergogna…

    • Josh Bast

      Che sarebbe la vergogna scusa?

      • LGBT pride…

        • Josh Bast

          Ahhhhhhhh bhe.. allora…Ti lascio anche la mia vergogna di essere tuo concittadino se vuoi… così puoi dire, ho una doppia vergogna xD

  • Manciu

    Idea simpatica. Comunque da noi in Italia il gay pride viene organizzato da qualche anno (a Milano e Roma sicuramente).
    Il problema è che non tutti sono d’accordo a riconoscere dei diritti a persone che oggi, nel nostro paese bacchettone, non hanno.
    C’è gente che collega il gay al pedofilo e costruisce castelli in aria sull’abominio che sarebbe far adottare bambini dalle coppie omosessuali. A parte che prima di dare in adozione viene tracciato un quadro psicologico della coppia per diversi anni, ma poi avete presente di quante molestie avvengano quotidianamente tra le mura domestiche di famiglie eterosessuali?

    • pietro

      per coma la penso io, magari, in un mondo ipoteticamente perfetto, fatto di persone perfette, per una questione di maggior equilibrio preferirei far crescere un bimbo da una coppia etero invece che da una omosessuale.

      Però non viviamo in un mondo perfetto e di persone di m***a ce ne son tante, e se un bimbo invece di crescere con una coppia etero di psicopatici o tossicodipendenti o criminali (o comunque persone che possano costituire un pericolo per la crescita del bimbo) ha la possibilità di crescere con una coppia omosessuale fatta di brave persone, non vedo cosa ci sarebbe di male.

Top