CyanogenMod non supporterà più Galaxy S2, Galaxy S3 e Galaxy Note 2 LTE

CyanogenMod non supporterà più Galaxy S2, Galaxy S3 e Galaxy Note 2 LTE
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2015\/01\/171.png","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2015\/01\/171-460x279.png","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2015\/01\/171-620x376.png","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2015\/01\/171.png","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2015\/01\/171.png"}, "title": "CyanogenMod non supporter\u00e0 pi\u00f9 Galaxy S2, Galaxy S3 e Galaxy Note 2 LTE" }

Era chiaro fino dall’inizio che alcuni dispositivi sarebbero stati abbandonati e quindi la notizia non arriva di certo inaspettata. CyanogenMod non supporterà più il Galaxy S2 GT-I9100, il Galaxy S3 GT-I9300 e il Galaxy Note 2 LTE GT-N7105 in quanto il loro unico maintainer, Daniel Hillenbrand con nickname codeworkx, ha deciso di tirarsi fuori e quindi, per ora, i tre smartphone non hanno alcun sviluppatore che si occupi di adattare il firmware.

E’ sicuramente un duro colpo, in quanto si parla delle versioni in vendita in Italia e quindi possedute della maggior parte di voi. Ad ogni modo, il motivo del suo abbandono è condivisibile e riconducibile ancora una volta a Samsung, che non rilascia il codice sorgente e tutti gli strumenti necessari per lo sviluppo di firmware custom per i suoi SoC Exynos, oppure se decide di farlo lo fa con enorme ritardo.

Questo fa sì che sia impossibile realizzare firmware stabili e del tutto funzionanti, dunque ciò ha portato codeworkx alla decisione di non lavorare più sui tre smartphone. Salvo colpi di scena futuri, il Galaxy S2, il Galaxy S3 e il Galaxy Note 2 LTE non vedranno mai la CyanogenMod 12 in versione ufficiale.

Via