Buone notizie per tutti coloro che hanno bisogno di rinnovare o richiedere un nuovo passaporto. A partire dal mese di luglio, infatti, Poste Italiane estenderà progressivamente il servizio di rilascio dei passaporti a tutti i suoi 13.000 uffici postali sparsi sul territorio nazionale, portando un significativo miglioramento nel processo burocratico che, fino ad ora, era spesso considerato complesso e macchinoso.

Il progetto, avviato in via sperimentale lo scorso 14 marzo in alcuni uffici della provincia di Bologna, ha già riscosso un notevole successo. Ad oggi il servizio copre 31 uffici postali e in questo breve arco di tempo sono pervenute ben 327 richieste. Entro la fine di maggio, il numero degli uffici abilitati salirà a 130.

La decisione di estendere il servizio a livello nazionale rappresenta un cambio di rotta rispetto ai piani iniziali, che prevedevano di limitare questa opportunità ai comuni con meno di 15.000 abitanti nell’ambito del progetto Polis. Ora invece, come annunciato dal direttore generale di Poste Giuseppe Lasco, il servizio verrà gradualmente attivato in tutti gli uffici postali italiani, a prescindere dalle dimensioni del comune.

Come richiedere il passaporto presso gli uffici postali

Per richiedere il passaporto presso gli uffici di Poste Italiane, il cittadino dovrà presentarsi allo sportello con due foto conformi agli standard ICAO, le ricevute di pagamento dei contributi previsti (73,50€ di bollo e 42,50€ di bollettino postale), un documento d’identità valido e, in caso di rinnovo, il vecchio passaporto o la denuncia di smarrimento/furto. Sarà l’operatore allo sportello ad occuparsi di tutto, dalla raccolta dei dati anagrafici e biometrici, alla legalizzazione della foto, fino all’invio della richiesta all’ufficio di polizia competente per il rilascio vero e proprio del passaporto, il che​ semplifica notevolmente l’iter burocratico.

Al termine della procedura, verrà rilasciata una ricevuta con l’indicazione dell’ufficio di polizia che gestirà la pratica e il codice del protocollo. Sarà anche possibile richiedere la comoda consegna a domicilio del passaporto. Per il momento il servizio è disponibile solo per i cittadini italiani maggiorenni residenti o domiciliati nei comuni abilitati, ma presto verrà esteso anche ai minorenni.

Questa novità, supportata dalla vasta rete di uffici postali sul territorio, promette di ridurre notevolmente i tempi di attesa e i disagi associati al rilascio dei passaporti. È una svolta che, senza ombra di dubbio, faciliterà la pianificazione di viaggi e soggiorni all’estero, che fino ad oggi erano ostacolati dai lunghi tempi di attesa per il rilascio del documento.

L’attesa è ora rivolta al prossimo luglio, quando questo innovativo servizio diventerà fruibile in tutti gli uffici postali disseminati sul territorio italiano. Nel frattempo, Poste Italiane è al lavoro per rendere operativi tutti gli sportelli e formare adeguatamente il personale.