La maggior parte delle persone che ha bisogno di un’app per la navigazione satellitare utilizza Google Maps, ma negli ultimi anni un suo degno rivale ha acquisito sempre più notorietà: Waze. Per la verità, questa app è stata acquisita della stessa Google nel 2013 e da allora è diventata l’assistente di navigazione preferito di oltre 140 milioni di utenti. Tra i diversi motivi che potrebbero far propendere per questa alternativa c’è l’ampia community che ogni giorno collabora per fornire al sistema informazioni sulle condizioni del traffico aggiornate al minuto. Ora, il team di sviluppo sta per dare agli utenti ancora altri motivi per preferire Waze ai suoi concorrenti.

Avvisi sempre più precisi per una guida molto più sicura

Sui dispositivi Android e iOS, questo bene arriveranno ben sei nuove caratteristiche principali. Una delle novità più eclatanti riguarda l’introduzione di avvisi per dossi e curve pericolose. Gli utenti, attraverso un nuovo menù di segnalazione ridisegnato, avranno l’opportunità di selezionare due nuove icone, una per le curve pericolose e una per i dossi, che vengono poi posizionate e segnalate in modo prominente sulla mappa durante la navigazione.

Waze

All’interno di questo menù di segnalazione rinnovato, gli utenti ritroveranno la possibilità di segnalare una serie di condizioni stradali diverse, che vanno dal traffico, alla presenza di incidenti o di pattuglie della polizia (inclusi autovelox), così come disagi dovuti al maltempo, corsie bloccate o chiusure stradali. A seguito di questo aggiornamento, Waze prevede anche di avvisare in anticipo gli utenti della presenza di veicoli di emergenza sulla carreggiata, così da poter adeguare la propria guida di conseguenza e mantenere sia se stessi, sia i soccorritori più sicuri.

Offerta

HONOR 200 Pro 12/512GB

Coupon: ATUTTOANDROID150 + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

579€ invece di 799€
-28%

Analogamente, gli utenti potranno segnalare i prezzi del carburante o richiedere assistenza stradale da altri viaggiatori. L’aggiornamento include anche la correzione di bug presente nell’ultima versione, che permetterà ora una rappresentazione più accurata dei passaggi a livello.

Limiti di velocità e rotatorie: Waze diventa l’assistente di guida perfetto

Waze è già in grado di fornire all’utente tutte le informazioni necessarie su autovelox e limiti di velocità, ma i vertici dell’azienda hanno deciso di rendere queste sue funzioni ancora più dettagliate. Grazie alle informazioni aggiornate di Waze sui limiti di velocità in tutto il mondo, l’utente inizierà a vedere avvisi quando un limite di velocità sta per diminuire lungo il suo percorso, dandogli più tempo per rallentare e adattarsi in sicurezza ai possibili cambiamenti della strada.

Grandi novità anche sul versante rotatorie, una delle zone che più spaventano i guidatori. Sapere come guidate in una rotatoria, specialmente se ci si trova in una zona sconosciuta, può essere particolarmente arduo. Ora, sempre grazie all’aiuto dei membri della comunità locale di Waze, l’utente riceverà indicazioni più precise su quale corsia di entrata scegliere e dove uscire per non perdere la tua svolta.

La lista delle novità si chiude con un aggiornamento che riguarda i parcheggi, uno degli argomenti che più stanno a cuore a chiunque si muove nelle grandi città. Grazie alla collaborazione con Flash, piattaforma americana che prova a rendere l’esperienza del parcheggio meno stressante per gli utenti, Waze potrà ora offrire informazioni più dettagliate sui parcheggi, tra cui i costi, l’eventuale copertura, l’accessibilità per i disabili e la disponibilità di stazioni di ricarica per veicoli elettrici. A seconda della zona, l’app offrirà anche l’opportunità di prenotare e pagare il posto auto direttamente dall’app Waze.

Tutte queste novità saranno distribuite questo mese, partendo dal mercato americano. Il rollout globale proseguirà poi con il rilascio in Canada, Messico e Francia. Non è invece ancora stata annunciata una data precisa per l’arrivo di queste funzioni sugli smartphone degli utenti italiani.