In un mondo sempre più interconnesso, la sicurezza dei dati è diventata una priorità assoluta, specialmente quando si tratta di messaggi privati che si desidera mantenere al sicuro da qualsiasi accesso non autorizzato da parte di terze parti.

Il team di sviluppo di WhatsApp lo sa bene, e ha da poco introdotto una nuova funzionalità che consentirà agli utenti di verificare e, se necessario, modificare la password dei loro backup crittografati end-to-end. Questa novità è già disponibile per un gruppo selezionato di utenti che hanno aggiornato WhatsApp all’ultima versione per i sistemi operativi mobile iOS e Android. In questo articolo andiamo a vedere esattamente di cosa si tratta e il suo funzionamento.

Dimenticare la password di backup di WhatsApp non è più un problema

Circa due anni fa vi abbiamo parlato dell’introduzione dei backup crittografati end-to-end sulla nota app di messaggistica istantanea. Questa funzione offre un robusto livello di protezione, permettendo agli utenti di salvaguardare i propri backup attraverso una password personale o una chiave di crittografia a 64 cifre.

Entrambi questi strumenti sono noti solamente all’utente e nemmeno WhatsApp o il fornitore di servizi di backup (Apple e Google) hanno la possibilità di leggere i backup crittografati o di accedere alla chiave necessaria per sbloccarli. Anche se in passato WhatsApp aveva già adottato strategie di crittografia per proteggere il database all’interno del backup, non era mai stata applicata una crittografia end-to-end.

Nonostante la crittografia end-to-end offra un alto livello di privacy e sicurezza, alcuni utenti hanno riscontrato difficoltà nel recuperare i propri backup a causa della perdita o dell’oblio della password. Per affrontare questa problematica, WhatsApp ha sviluppato una nuova funzionalità che consente agli utenti di verificare la correttezza della propria password di backup. Questa funzione è disponibile nelle ultime versioni stabili dell’app per iOS e Android e offre una soluzione pratica per garantire l’accesso sicuro ai backup dei messaggi.

WhatsApp promemoria password backup

Come è possibile osservare dai due screenshot qui sopra, nell’interfaccia utente (sia su Android sia su iOS) può apparire occasionalmente una richiesta di inserimento della password utilizzata per crittografare i backup su Google Drive e iCloud.

Questo promemoria permette all’utente di confermare se la password ricordata è corretta. Non è possibile forzare la visualizzazione di questa richiesta, che potrà apparire automaticamente in determinati momenti; si tratta di un meccanismo simile a quello già presente per la verifica del codice a sei cifre impiegato per la verifica in due passaggi.

Nel caso in cui un utente dimentichi la propria password, ora è possibile disattivare i backup crittografati end-to-end su WhatsApp e poi riattivarli in un secondo momento, impostando una nuova password. Questo rappresenta un notevole miglioramento rispetto al passato, in cui molti utenti hanno riscontrato difficoltà nel ripristinare la cronologia delle chat a causa di una password dimenticata dopo aver attivato i backup crittografati. Grazie a questa nuova funzionalità, gli utenti hanno l’opportunità di verificare se ricordano correttamente la password e, se necessario, di cambiarla durante il processo di riattivazione della funzione di backup.

Questa funzionalità è già disponibile per tutti coloro che hanno installato le ultime versioni in versione stabile di WhatsApp per iOS dall’App Store di Apple e di WhatsApp per Android dal Google Play Store, ma sarà estesa a un numero sempre maggiore di utenti nel corso delle prossime settimane.

Come scaricare le nuove versioni dell’app su Android

Se desiderate provare le ultime versioni di WhatsApp Beta per i dispositivi basati su Android avete la possibilità di farlo attraverso il Google Play Store, iscrivendovi al canale di beta testing (potete trovare la pagina dedicata al programma seguendo questo link).

Coloro che non fossero riusciti a iscriversi al programma beta ma volessero provare lo stesso in anteprima le ultime versioni dell’app di messaggistica hanno la possibilità di farlo installando manualmente i relativi file APK, che possono essere scaricati da APK Mirror (trovate la pagina dedicata seguendo questo link).

Se invece volete aggiornare l’app di messaggistica istantanea all’ultima versione stabile, potete farlo dalla pagina dedicata del Google Play Store raggiungibile tramite il badge presente qui sotto.

Potrebbe interessarti anche: le nostre guide di WhatsApp