Dopo mesi di indiscrezioni, in occasione di Google I/O 2023 il colosso di Mountain View ha finalmente presentato Google Pixel Fold, il primo smartphone pieghevole dell’azienda.

In attesa del suo esordio ufficiale sul mercato, in programma il prossimo mese, è già possibile fare qualche considerazione su Google Pixel Fold, smartphone che con il suo form factor andrà a competere con Samsung Galaxy Z Fold4 e gli altri modelli che sfruttano il display pieghevole per mettere a disposizione degli utenti uno schermo di dimensioni pari a quelle di un piccolo tablet.

Ma c’è anche un altro form factor piuttosto comune tra i produttori di smartphone Android, ossia quello a conchiglia e il classico esempio è rappresentato dai modelli della serie Samsung Galaxy Z Flip.

Google Pixel Fold è solo l’inizio

George Hwang, il product manager di Google Pixel Fold, è consapevole che il form factor a conchiglia è particolarmente apprezzato dagli utenti, in quanto consente di avere uno smartphone di dimensioni estremamente ridotte, capace all’occorrenza di aprirsi e offrire uno schermo di una grandezza “normale” e, pertanto, si è detto aperto alla possibilità che il colosso di Mountain View in futuro lanci anche un modello di questo tipo.

C’è da precisare che George Hwang, nel corso di un’intervista concessa durante Google I/O 2023, non ha dichiarato che Google è già al lavoro su uno smartphone pieghevole con form factor a conchiglia ma ha confermato che, ad ogni modo, ritiene interessante questo genere di formato (“Osserviamo sempre diversi tipi di dispositivi, diversi tipi di tecnologie, ed è davvero interessante. Lo stiamo sicuramente osservando”).

Tuttavia Hwang ci ha tenuto a precisare che al momento il team di Google è interamente concentrato su Google Pixel Fold, con l’obiettivo di migliorare al massimo l’esperienza utente che è in grado di garantire, ottimizzando l’interfaccia di Android e le applicazioni e risolvendo i problemi pratici che potrebbero presentarsi.

In sostanza, il colosso di Mountain View non vuole lasciare nulla al caso e per il momento è focalizzato su Google Pixel Fold ma per il futuro non esclude che possa andare a sfidare in modo diretto smartphone come quelli delle serie Samsung Galaxy Z Flip e Motorola Razr. Staremo a vedere.

Potrebbe interessarti anche: Google Pixel Fold è ufficiale, ecco caratteristiche e funzionalità