Di recente il team di sviluppatori di Google ha introdotto una comoda funzionalità per la gestione delle sveglie con Google Assistant, consentendo agli utenti di interrompere la suoneria in modo immediato.

Invece di dovere prima attivare l’assistente con il relativo comando (“Ehi Google”), infatti, il nuovo sistema ideato dal team del colosso di Mountain View permette di disattivare la sveglia con un semplice “Stop”.

Tale funzionalità, che ha fatto il suo esordio su smart speaker e smart display, è poi sbarcata anche sui modelli più recenti della serie Google Pixel.

Google Assistant si fa fregare da alcune canzoni

Un utente su Reddit ha deciso di condividere un curioso bug relativo a questa funzione e a causa del quale in alcuni casi si è accorto che la sveglia non ha svolto il suo compito.

In particolare, rendendosi conto che alcuni giorni la sveglia sembrava non funzionare, l’utente ha scoperto che ciò avveniva in quei giorni in cui la playlist di Spotify impostata come suoneria faceva partire la riproduzione della canzone “Where is My Mind” dei Pixies.

Ebbene, tale canzone inizia con “Ooohh Stop” ed è proprio questa parola che viene interpretata da Google Assistant come un comando di disattivazione della sveglia.

A rendere ancora più curiosa la vicenda è il fatto che questo bug si manifesta soltanto con la canzone dei Pixies e non con altri brani nei quali è presente la parola “stop” e probabilmente la ragione è legata al momento in cui viene pronunciata: nella canzone in questione, infatti, “Ooohh Stop” viene detto prima ancora che la musica inizi a suonare e sarebbe proprio questo il motivo per il quale Google Assistant fa confusione.

Ed in effetti ciò combacia con le tante lamentele degli utenti relative alla difficoltà di fare percepire a Google Assistant il comando di interruzione con una canzone in riproduzione in sottofondo.