Il team di sviluppatori di Google continua a lavorare duramente al miglioramento delle tante applicazioni che il colosso di Mountain View offre agli utenti e ciò non riguarda soltanto le funzionalità ma anche l’aspetto grafico, così come nelle scorse ore ci è stato confermato da Google Pay (o GPay).

Uno degli obiettivi degli sviluppatori di Google è quello di implementare tra le tante applicazioni dell’azienda un aspetto grafico che sia coerente e facilmente riconoscibile, ovviamente basato sul linguaggio di design su cui il colosso statunitense ha deciso di puntare, ossia quello chiamato Material You.

Nuove piccole modifiche all’interfaccia di Google Pay

Se in occasione dell’ultimo recente intervento degli sviluppatori l’app di Google Pay era organizzata su tre schede (ossia Explore, Pay ed Insights), adesso il colosso di Mountain View ha deciso di rendere l’interfaccia ancora più snella, eliminandone una.

La scheda Explore, infatti, è stata rimossa dalla barra in basso ed è divenuta una pagina che può essere raggiunta attraverso la scheda Pay (contiene le migliori offerte pensate per l’utente in questione sulla base della sue attività), accanto alla quale si trova la scheda Insights.

A seguire il confronto tra la precedente interfaccia (screenshot a sinistra) e quella nuova (screenshot al centro e a destra):

Google Pay

Questa nuova riprogettazione grafica prosegue il cammino tracciato dal team di sviluppatori di Google Pay lo scorso dicembre e conferma che l’azienda sembra non abbia ancora trovato “l’assetto definitivo” per questa applicazione.

Stando a quanto è possibile apprendere, questa nuova interfaccia non è al momento disponibile per tutti gli utenti, essendo stata implementata da Google con un aggiornamento lato server.

Ad ogni modo, pare che richieda la versione 172.1.7 di Google Pay per Android, che può essere scaricata dal Google Play Store attraverso il seguente badge:

Potrebbe interessarti anche: i migliori smartphone Android di questo mese