Samsung è ben nota per la qualità dei display implementati sui propri smartphone, specialmente di fascia alta, la divisione Samsung Display che si occupa della produzione dei pannelli in questione infatti, svolge un ottimo lavoro da questo punto di vista.

Ciò nonostante sembra che l’azienda stia prendendo in considerazione di affidarsi ad un fornitore esterno, per i pannelli da utilizzare sui futuri smartphone pieghevoli; scopriamo di più.

Samsung potrebbe collaborare con BOE per i display dei futuri dispositivi di fascia alta

Stando a quanto riporta IT Home, sembra che il colosso coreano stia valutando una collaborazione con BOE, famosa azienda attiva nella produzione di display che, tanto per fare un esempio, nel 2021 ha presentato il primo display AMOLED flessibile e scorrevole; le due aziende hanno in realtà già collaborato in passato, anche se saltuariamente infatti l’azienda cinese ha già fornito display a Samsung, utilizzati su dispositivi della serie Galaxy. A quanto pare però, Samsung starebbe valutando una partnership più durevole nel tempo, facendo entrare BOE nella propria catena di fornitori.

Da quanto trapelato sembra che l’azienda coreana possa avere intenzione di affidare al produttore cinese la realizzazione non solo dei pannelli da implementare sui prossimi pieghevoli del brand, Galaxy Z Fold5 e Galaxy Z Flip5, ma anche quelli necessari per la seguente generazione ovvero Galaxy Z Fold6 e Galaxy Z Flip6. Inizialmente l’intento di Samsung potrebbe essere quello di testare l’affidabilità di BOE come produttore con la serie di smartphone pieghevoli in arrivo quest’anno, per poi eventualmente prolungare la partnership, estendendola anche ai dispositivi di fascia alta non pieghevoli del marchio.

Ma perché questa decisione? Samsung fa attualmente affidamento, come detto in apertura, sulla divisione Samsung Display per la realizzazione delle suddette componenti, ma tale settore della società fornisce la componentistica anche ad altre aziende, aumentando costantemente le proprie collaborazioni tanto che, secondo alcuni rumor, sarebbe proprio Samsung Display a fornire i pannelli per il prossimo smartphone pieghevole di Google, Pixel Fold.

In pratica le valutazioni di Samsung Electronics su un possibile nuovo fornitore come BOE, sarebbero da ricondurre alla volontà dell’azienda di diversificare la propria catena di fornitura, consentendo alla divisione display, già più che rodata nel settore dei pieghevoli, di onorare i contratti in essere con le altre aziende. Ad ogni modo per il momento si tratta solo di voci e bisogna altresì considerare che Samsung non affiderebbe a cuor leggero la fornitura di tali componenti ad un’azienda esterna senza alcune garanzie, si tratta pur sempre di dispositivi di fascia alta; considerando che Galaxy Z Fold5 e Galaxy Z Flip5 sono attesi per il terzo trimestre dell’anno in corso, ne sapremo presto di più.

Potrebbe interessarti anche: Questo prototipo ci anticipa gli smartphone pieghevoli di Samsung del futuro