Nei giorni scorsi è emerso che il 2021 dovrebbe divenire l’anno in cui il codec video AV1 raggiungerĂ  il suo picco di popolaritĂ  e una sorta di conferma è arrivata nelle ultime ore: sia YouTube che Netflix, infatti, hanno deciso di attribuire grande importanza a questo standard.

Ricordiamo che sia YouTube per Android TV che Netflix per Android trasmettono giĂ  determinati contenuti con il codec video AV1 (a seconda del device e delle impostazioni di rete) ma pare che per il futuro entrambe le piattaforme abbiano in progetto di rendere il supporto della decodifica AV1 un requisito minimo.

Il 2021 è l’anno della consacrazione del codec AV1

In un comunicato stampa dedicato al lancio del SoC VideoSmart VS640, Synaptics ha reso noto che la piattaforma supporta anche il codec AV1, un requisito per i futuri contenuti di YouTube e Netflix (“the platform offers the next generation AV1 video decode format — a requirement for future YouTube and Netflix content…”).

In pratica, YouTube e Netflix potrebbero adottare la stessa politica scelta da Google per Android TV e pretendere il supporto al codec video AV1 per rilasciare la certificazione per lo streaming di contenuti in alta qualitĂ .

Al momento non vi sono informazioni su quale tipo di contenuti di YouTube e Netflix verrà trasmesso con il supporto al codec video AV1 (realizzato dall’Alliance for Open Media per trasmettere in modo efficiente video su Internet con un impatto minimo sulla qualità) ma è probabile che questa novità riguarderà i video con risoluzione 4K HDR e 8K mentre non è chiaro quanto sarà estesa.

Nel momento in cui colossi come Google (con Android TV e YouTube) e Netflix decidono di puntare su tale standard, è molto probabile che anche i principali produttori di smart TV seguiranno il trend. E ciò include pure Samsung e LG che, pur non utilizzando Android TV nei propri device, hanno già lanciato alcuni modelli con il supporto al codec video AV1.