La tassa su Google News arriva anche in Italia, servizio a rischio?

La “link tax“, meglio conosciuta come “tassa su Google News“, sta arrivando anche in Italia. È stata inserita all’interno del disegno di legge sulla concorrenza che passerà al vaglio del Consiglio dei Ministri durante la giornata di oggi.

L’imposta negli altri stati europei prevede che tutti gli aggregatori di notizie (da qui il riferimento a Google News, che è il servizio più famoso in questo campo) debbano pagare una somma di denaro agli editori per ogni articolo indicizzato.

La tassa su Google News è già attiva in Spagna e in Germania ed ha portato a risultati disastrosi. Il Spagna il servizio G News ha addirittura chiuso, causando un crollo del traffico verso i siti di notizie pari al 10% – 15%.

In italia le modalità di applicazione non sono ancora chiare. Il quotidiano La Repubblica ha definito così la norma:

[la link tax] prevede l’obbligo ad un accordo commerciale con gli editori, pena l’apertura di un contenzioso presso l’AgCom oppure gestito direttamente dal dipartimento dell’editoria di Palazzo Chigi, prima che la tentata conciliazione si trasferisca in tribunale.

L’intenzione sembra essere quella di aprire un tavolo di trattativa tra Google e gli editori al fine di arrivare ad una decisione condivisa. Attendiamo maggiori lumi in merito, nella speranza di non doverci privare di Google News.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Mirko Moricca

    Che merdata.

  • Vincent Ammattatelli

    Sembra un po’ come dire “… se mi fai pubblicità mi devi pagare.”
    Ma questi sono scemi? O_O

  • Giampi

    Ma e’ una tassa od un contributo agli editori? Perche’ a giudicare dall’articolo si parla di quest’ultimo e mi pare strano che al nostro beneamato governo non venga in mente di lucrarci sopra.

  • ileran

    Dite agli editori che se vogliono essere pagati da Google News devono rinunciare al finanziamento pubblico. Vedrete che nessuno chiederà nulla a Google

  • scumm78

    L’unico modo in cui posso concepire una cosa del genere e’ una legge che obblighi google (o gli altri aggregatori) a chiedere il permesso prima di poter inserire le news provenienti da un certo editore o sito ( in pratica trasformare l’attuale opt-out in opt-in) poi ovviamente google non vorra’ sborsare un soldo e stara’ all’editore decidere se vuole apparire o noi nei risultati oppure stara’ a google decidere se per un certo editore vale la pena di pagare oppure no…
    Cosi’ non la vedo male, ma una legge che definisca a priori che google deve pagare mi sembra una follia.

    • piersandro

      Su Google News entri solo su richiesta, di conseguenza tutta questa storia non ha senso.

      • scumm78

        se non e’ cambiato di recente, google news indicizza in automatico e puoi usare il robot.txt per evitarlo oppure se il tuo sito non e’ tra quelli gia’ presenti puoi segnalarlo a google e chiedere di essere inserito. Ma tutti i piu’ grandi siti di news sono gia’ inseriti in automatico.
        Credo che solo in germania l’hanno fatto diventare completamente opt-in

  • °Marco°

    regime 2.0 mhà…..

  • ale

    Non hanno capito nulla gli editori da quello che è successo in Spagna, bhe si danno la zappa sui piedi solo loro, dato che a parte i 10 più grossi gli altri non compariranno mai nei primi risultati di google e il traffico diminuirà parecchio, e ovviamente ci perdono di guadagni quindi, vediamo se poi se ne renderanno conto e leveranno questa richiesta assurda di essere pagati…

  • Marco Trapanà

    Ma che mente geniale partorisce ste cavolate ??? Ma come ai fa??? Poveri noi invece di pensare alle cose serie questi pensano a ste stronzate … Poi, considerato qst, arriveremo a far pagare i motori di ricerca ogni sito che compare nelle ricerche, visto che è la stessa cosa dellw news???Ma andassero a lavorare !!!

  • Stranger

    In nome della libertà di informazione del singolo individuo tutto ciò è abominevole. Non basta l’informazione pilotata in TV, radio e quotidiani, no, si deve anche limitare la possibilità di reperire informazioni sulla rete introducendo pseudo imposte capaci solo di allontanare aziende dal nostro mercato. Ma si sa che un popolo ignorante è più facilmente indirizzabile.

  • Marco Zattoni

    Fino a quando manderemo in parlamento parassiti totalmente avulsi dal mondo reale perchè abituati da sempre a vivere a scrocco della società e il cui unico pensiero è quello di arricchirsi, truffare e favorire amici o chi li corrompe non possiamo che aspettarci leggi che danneggiano la società anzichè favorire servizi.

  • borrillo

    Ma se Google decidesse di chiudere il servizio anche qui in Italia, ed essendo Search e News direttamente collegate, allora spariranno anche tutte le news date come risultato di una ricerca? Ad esempio, se cerco “google news tassa”, come primi risultati mi da appunto Notizie, e il link ad alcuni blog o quotidiani che ne trattano, poi tutto il resto. Quindi se chiudesse in Italia non ci sarà più questo spazio dedicato alle notizie. Non serve certamente un esperto per dedurre che chiudere il servizio News comporterà un danno per chi vive di sole notizie. Anzi, potrei immaginare che così facendo l’informazione sarà ancor più controllata da quei quotidiani con grande disponibilità economica. Avendo solo il servizio Search, chi più paga più sarà in alto. A questo punto mi rimane solo Lercio per sapere che succede nel mondo….

    A google qualcuno potrebbe dire…Amico caro….te lo dico da amico…fatti un giornale tutto tuo…Ci metti solo titoli…niente testo..e linki linki…e ti fai la crana…scorri una pagina e po po…altra pagina e altra crana….

  • MaxArt

    Spero che la posizione di Google sarà: “Noi non paghiamo un centesimo”, e che non si smuovano da ciò. Questa porcata della “tassa sui link” deve essere stroncata senza “se” e senza “ma”.

  • Angelo

    se fanno chiudere google news in italia me ne vado!

  • Nicola Dorigatti

    Aspetta,
    se gli editori mettono sul loro sito link, popup e pubblicità ad enti esterni VENGONO PAGATI, mentre se un aggregatore di notizie mette un titolo, un immagine, un abstract e UN CHIARO RIFERIMENTO alla fonte, deve pagare?
    Non mi torna qualcosa… Una volta c’erano i feedRSS ed erano gratis, ora un sito che aggrega i feed deve pagare… per me è assurdo…

  • Apocalysse

    Ottimo, facciamolo chiudere anche in Italia ^^

Top