Google Plus chiude i battenti: ecco come salvare i propri dati

Google Plus chiude i battenti: ecco come salvare i propri dati
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_2_tta-460x259.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_2_tta-635x357.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_2_tta.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_2_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_2_tta.jpg"}, "title": "Google Plus chiude i battenti: ecco come salvare i propri dati" }

Probabilmente non saranno in tanti ad essere stupiti della decisione del team di Google Plus di chiudere questa piattaforma, che non è mai riuscita a raggiungere i numeri desiderati dal colosso di Mountain View.

In attesa che Google Plus vada in pensione (la data di chiusura è fissata per agosto 2019), i suoi utenti possono scaricare i propri dati per evitare che vadano persi.

Questi i passaggi da seguire:

  1. Visitare Google Takeout (si tratta di uno strumento studiato per scaricare i dati personali e che è disponibile seguendo questo link)
  2. Selezionare i dati da salvarere (una volta all’interno dello strumento Google Takeout, è possibile scegliere quali dati si desidera che vengano salvati)
  3. Stabilire i formati di download (le cerchie possono essere archiviate in file vCard, che consentono di importarle facilmente in applicazioni di rubrica ma in alternativa è possibile salvarle in un file HTML o CSV).
  4. Scegliere dove e come archiviare i propri dati (è possibile memorizzare il file come .zip o .tgz con dimensioni che vanno da 1 GB a 50 GB e in varie destinazioni, come Google Drive, Dropbox o email)

Se qualcuno si chiede come mai il colosso di Mountain View abbia deciso di chiudere Google Plus, basta valutare gli ultimi dati sulla sua diffusione: negli ultimi 30 giorni, infatti, gli utenti Android e iOS hanno toccato quota 2,5 milioni (oltre 500.000 dagli Stati Uniti e 345.000 dalla Germania).

Davvero troppo poco rispetto alla concorrenza.

Fonti: 9to5google, Androidheadlines
Condividimi!