Nonostante un forte calo di popolarità seguito all’ascesa degli smartphone Android e iOS, BlackBerry resta uno dei brand che hanno fatto la storia della telefonia mobile, grazie soprattutto ai servizi dedicati alle aziende. Andiamo dunque a ripercorrere la storia del marchio, scoprendo i dispositivi presentati, soprattutto quelli in ambito Android, e come funziona l’assistenza nel nostro Paese.

Storia di BlackBerry

Nata come RIM (Research in Motion) alla fine degli anni 90 del secolo scorso, la compagnia canadese ha fatto fortuna partendo da una serie di pager (cercapersone) per poi passare al mercato degli smartphone a partire da 2002. BlackBerry offriva un dispositivo in grado di gestire email push, telefonia mobile, messaggistica, fax e navigazione Internet in un unico dispositivo, molto prima della nascita degli attuali sistemi operativi mobili.

Tra le peculiarità dei dispositivi BlackBerry troviamo la tastiera fisica, diventata un’icona di stile, e la singolare trackball utilizzata per spostarsi nei menu prima dell’avvento degli schermi touch. L’avvento di Android e iOS ha inevitabilmente segnato il declino della compagnia e nonostante il buon successo dei modelli Z10 e Q10, nel 2013 BlackBerry ha annunciato l’intenzione di vendere in seguito alla difficile situazione finanziaria.

Nel 2015 è arrivato il primo smartphone Android, BlackBerry Priv, seguito da altri dispositivi che però non sono riusciti a ottenere successi significativi. Alla fine del 2016 è stato annunciato un accordo a lungo termine con TCL che si occuperà del design, produzione e commercializzazione dei prodotti BlackBerry Mobile, anche se il brand rimane di proprietà della compagnia canadese.

Smartphone BlackBerry

La storia di BlackBerry nel mondo Android è relativamente breve: dopo il debutto avvenuto con BlackBerry Priv, uno smartphone con tastiera fisica a scomparsa, che poteva essere estratta all’occorrenza, la compagnia ha presentato un paio di medio gamma, DTEK50 e DTEK60, che però non hanno ottenuto particolare successo, a causa di un rapporto prezzo/prestazioni decisamente sfavorevole.

La collaborazione con TCL ha portato al lancio di BlackBerry KeyONE, mentre in alcuni Paesi asiatici è stato rilasciato BlackBerry Aurora. Il prodotto più recente è BlackBerry KEY2, presentato nel giugno del 2018, con uno schermo da 4,5 pollici e l’iconica tastiera fisica, con un’inedita colorazione rossa per distinguerlo ulteriormente dalla massa.

BlackBerry in Italia

La presenza di BlackBerry in Italia è decisamente limitata, con un indirizzo presso cui dovrebbe essere ubicata la sede legale, a Milano. I prodotti sono commercializzati attraverso i negozi di elettronica di consumo e al 2019 non è presente uno store online presso il quale acquistare i prodotti. È comunque possibile acquistare dal sito americano e far spedire i prodotti nel nostro Paese,

Assistenza BlackBerry

L’assistenza tecnica in Italia è offerta dalla ditta Service Trade SpA, che risponde al numero 199 309 314, o alla mail [email protected]. È inoltre presente una hotline al numero 0800089762, che offre supporto in italiano dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00, mentre il supporto in inglese è fornito dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 21:00.