Prima della versione finale di Android Q ci saranno altre cinque beta: ecco le tempistiche di rilascio

Prima della versione finale di Android Q ci saranno altre cinque beta: ecco le tempistiche di rilascio
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/03\/android-q-tta-3.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/03\/android-q-tta-3-460x345.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/03\/android-q-tta-3-635x476.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/03\/android-q-tta-3.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/03\/android-q-tta-3.jpg"}, "title": "Prima della versione finale di Android Q ci saranno altre cinque beta: ecco le tempistiche di rilascio" }

Android Q, che probabilmente sarà conosciuto con il numero di versione 10, è stato rilasciato questa sera sotto forma di beta per i Google Pixel e quindi è giunto il momento di iniziare a pensare al suo debutto ufficiale.

A darci una timeline sulle tempistiche di arrivo della versione finale, nonché delle prossime versioni beta, è la stessa Google, che ci tiene a farci sapere come evolverà lo sviluppo di Android Q in questi mesi di affinamenti.

Dopo la prima beta di questa sera, di metà marzo, ci sarà una seconda beta nei primi giorni di aprile, poi una terza beta nei primi giorni di maggio e una quarta beta durante i primi giorni del mese di giugno. Il periodo più importante per Android Q, però, sarà il terzo trimestre, ovvero il periodo compreso fra luglio e settembre, perché arriveranno altre due beta e la versione finale.

Fra luglio e settembre, dunque, arriveranno la beta numero 5 e 6 e a seguire la versione finale e definitiva, che sarà rilasciata soltanto per i Google Pixel supportati. Le tempistiche, ebbene sì, sono riferite soltanto ai dispositivi di Google, per tutti gli altri bisogna far riferimento ai vari produttori.

Più o meno niente di nuovo, visto che le tempistiche delle beta e della versione finale di Android Q ricordano molto quelle di Android P dello scorso anno, perché Google vuole mantenere lo stesso processo di affinamento e aggiornamento visto in passato.

Condividimi!