Ancora una volta l’aggiornamento dell’App Google, arrivata alla versione 7.19, non porta significative novità, ma nasconde nel codice alcuni indizi per novità in arrivo nelle prossime settimane. Alcune di esse, come il supporto agli schermi intelligenti, sembra arrivare direttamente dal CES 2018 dove sono state annunciate diverse soluzioni basate su Google Assistant.

Andiamo quindi a scoprire cosa si nasconde tra le pieghe del codice di App Google 7.19 e cosa ci aspetta nelle prossime settimane/mesi. È confermato che il nome Quartz, che circola da parecchi mesi nell’applicazione, è riferito espressamente alla piattaforma software destinata a gestire i display intelligenti nei quali gira Google Assistant, mentre il nome Monet dovrebbe essere riferito all’interfaccia utente.

Ora compare il nome Jasper, che a quanto pare è il componente comune che sarà utilizzato nei display intelligenti, all’interno dei quali dovrebbe trovare posto Android Things, il sistema operativo sviluppato espressamente per i dispositivi dell’Internet of Things.  Compaiono le prime informazioni relative a una generica schermata delle Impostazioni per i display intelligenti, con informazioni generali e una serie di toggle per abilitare le notifiche, l’accesso al proprio account e modificare la lingua di sistema.

Tra le novità in arrivo sembra esservi il supporto bilingue per Google Assistant, con la possibilità di specificare la lingua principale e quella secondaria. In questo modo l’assistente dovrebbe essere in grado di interpretare correttamente i comandi in due diverse lingue, una soluzione comoda se in casa parlate lingue diverse.

Tra le novità in arrivo segnaliamo infine la possibilità di riconoscere le serie TV semplicemente ascoltando il suono, sulla base del funzionamento di applicazioni come Shazam, anche se il funzionamento del sistema di riconoscimento è ancora tutto da chiarire e scoprire. Potete aggiornare l’app Google scaricandola dal Play Store di Google attraverso il badge sottostante.

Android app sul Google Play