La soglia dei 300 Euro mai come quest’anno è ricca di valide alternative sul segmento smartphone, una fascia che potremmo rinominare facilmente da “poca spesa tanta resa” visto e considerato che si trovano prodotti capaci di non far venire nostalgia nemmeno dei top di gamma.

Fra tutti ne abbiamo selezionati 4 che secondo noi rappresentano le migliori alternative per rapporto qualità prezzo attualmente disponibili sul mercato, ovvero: Samsung Galaxy A52s 5G, Xiaomi 11 Lite 5G NE, Oppo Find X3 Lite e Realme GT Master Edition. Ci sono altri prodotti interessanti come Oppo Reno6 5G, Honor 50 e Huawei Nova 9, tutti però ancora fermi ai loro prezzi di listino e che quindi vanno come a rappresentare una categoria a parte.

Video confronto fra smartphone sui 300 Euro

Ergonomia e design

Dal punto di vista del design non giriamoci troppo intorno, lo smartphone più bello è indubbiamente Xiaomi 11 Lite 5G NE. Questa colorazione è particolarmente sgargiante ma ce ne sono di più sobrie. Ciò che piace di più è l’estrema sottigliezza e il peso super contenuto, 6.8 mm per 159 grammi, inarrivabile insomma. Quello meno intrigante invece è indubbiamente l’Oppo che è più anonimo, questo può però essere visto come uno svantaggio ma anche come un vantaggio, per chi cerca qualcosa di meno appariscente. Molto simile è Realme GT Master Edition che però è disponibile in commercio anche nella iconica colorazione valigia che può piacere molto di più. Samsung Galaxy A52s 5G invece è il più pesante fra tutti, seppur abbia un peso tutto sommato accettabile di 189 grammi.

Lo smartphone di casa Xiaomi ha poi materiali di spicco come la lega di magnesio e il retro in vetro, l’unico del lotto, con effetto satinato, molto piacevole al tatto ma al tempo stesso anche molto scivoloso, quindi l’utilizzo di una cover è caldamente consigliato.

Dimensioni:

  • Samsung Galaxy A52s 5G: 159.9 x 75.1 x 8.4 mm e 189 grammi;
  • Xiaomi 11 Lite 5G NE: 160.5 x 75.7 x 6.8 mm e 159 grammi;
  • Oppo Find X3 Lite: 159.1 x 73.4 x 7.9 mm e 172 grammi o 180 grammi;
  • Realme GT Master Edition: 159.2 x 73.5 x 8.0 e 174 grammi;

Totalmente realizzati in plastica sono gli altri prodotti, sia sui bordi che posteriormente. Chi spicca fra tutti però è Samsung che punta sulla resistenza a lungo termine essendo l’unico ad avere la certificazione contro acqua e polvere IP 57 e che quindi ha maggiori probabilità di resistere nel tempo. In mano è anche quello che scivola leggermente meno ma dal punto di vista dell’ergonomia sono praticamente tutti e 4 impegnativi, un filo meno Oppo Find X3 Lite che fra tutti è il più “compatto” non tanto in termini di altezza quanto di larghezza e, se dovessimo metterli in ordine dal più al meno maneggevole con una sola mano troviamo: Oppo Find X3 Lite e Realme GT Master Edition che si equivalgono, Galaxy A52s 5G e Mi 11 Lite 5G.

Display

  • Samsung Galaxy A52s 5G: 6,5 pollici Super AMOLED, 120Hz, 800 nits
  • Xiaomi 11 Lite 5G NE: 6,55 pollici Super AMOLED, 120Hz, 800 nits
  • Oppo Find X3 Lite: 6,43 pollici, AMOLED, 90Hz, 750 nits
  • Realme GT Master Edition: 6,43 pollici, AMOLED, 120 Hz, 1000 nits di picco massimo

Decretare un migliore sotto il profilo multimediale è difficile e questo è positivo: vuol dire infatti che in tutti i casi gli schermi sono ottimi e l’audio è promosso, due caratteristiche importanti su uno smartphone e che ormai hanno raggiunto un livello di soddisfazione tale su queste cifre che non fanno venire nostalgia di un top di gamma. In termini di luminosità si eguagliano più o meno tutti, quello che può spiccare leggermente di più è Realme GT Master Edition ma sotto la diretta luce del sole si vedono tutti bene.

Poi c’è il refresh rate dove Samsung Galaxy A52s 5G e Realme GT Master Edition arrivano fino a 120Hz mentre Xiaomi 11 Lite 5G NE e Oppo Find X3 Lite si fermano a 90 Hz, anche qui però la differenza è davvero poco percettibile, solo un occhio davvero fino può notare la differenza. Su questi ultimi 2 però c’è una grande pecca: l’audio è mono, rispetto all’effetto stereo costituito da speaker principale + capsula auricolare che offrono gli altri due modelli. Qui dal migliore al peggiore troviamo Xiaomi 11 Lite 5G NE, Galaxy A52s 5G, Realme GT Master Edition e infine lo smartphone di Oppo.

Se però siete fra quelle persone che amano usare ancora le cuffie cablate, solo Xiaomi 11 Lite 5G Ne è sprovvisto di foro per il jack da 3,5 mm, d’altronde con uno spessore così ridotto era probabilmente difficile aggiungerlo. Allo stesso modo anche il sensore di impronte, l’unico ad averlo sul lato (con i suoi pro e i suoi contro) è proprio sullo smartphone di Xiaomi, gli altri lo hanno sotto al display. Qui come reattività, l’unico ogni tanto a tentennare è quello del Samsung, gli altri sono rapidi e reattivi.

Fotocamere

Partiamo col vedere le specifiche tecniche a confronto:

  • Samsung Galaxy A52s 5G: 64 mpx f/1.8, 1/1.7X”, 0.8µm, PDAF, OIS | 12 mpx f/2.2, 123˚ (ultragrandangolare) | 5 mpx f/2.4 macro | 5 mpx f/2.4 profondità;
  • Xiaomi 11 Lite 5G NE: 64 mpx f/1.8, 1/1.97″, 0.7µm, PDAF | 8 mpx f/2.2, 119˚ (ultragrandangolare) | 5 mpx f/2.4 macro;
  • Oppo Find X3 Lite: 64 mpx f/1.8, 1/1.7X”, 0.8µm, PDAF, OIS | 8 mpx f/2.2, 123˚ (ultragrandangolare) | 5 mpx f/2.4 macro | 5 mpx f/2.4 profondità;
  • Realme GT Master Edition: 64 MP, f/1.8, 25mm (wide), 1/2″, 0.7µm, PDAF | 8 MP, f/2.2, 16mm, 119˚ (ultrawide), 1/4.0″, 1.12µm | 2 MP, f/2.4, (macro).

La cosa che salta subito all’occhio è la presenza della stabilizzazione ottica solo su Samsung Galaxy A52s 5G che indicativamente può essere utile nei video ma anche nelle foto per evitare il fastidioso effetto micro.mosso quando non si ha la mano ferma. Stabilizzazione comunque presente solo sul sensore principale.

Partendo dal principio tutti e quattro hanno un sensore ultra grandangolare e il migliore è in dotazione proprio dello smartphone di Samsung, da 12 megapixel invece che da 8. Non solo offre una resa qualitativamente migliore ma ha anche un angolo di campo maggiore e quindi più utile al suo scopo permette così di inquadrare più cose nella scena. Xiaomi poi non si comporta affatto male soprattutto per una gestione software mirata alla nitidezza per cui sembra avere un discreto livello di dettaglio.

Sul sensore principale (grandangolare) chi fa meglio in genere anche qui è Galaxy A52s 5G che tutto sommato realizza gli scatti più piacevoli anche se ogni tanto tende a calibrare verso il giallo la foto probabilmente per renderla più appetibile. Segue subito dopo Xiaomi che comunque fa un ottimo lavoro al netto di qualche zona bruciata mentre Realme e Oppo si equivalgono abbastanza, Oppo a volte tende giusto a fare delle foto più scure del dovuto.

Selfie molto bene Samsung e Realme, Xiaomi e Oppo patinano un po’ troppo, modalità ritratto indicativamente bene su tutti i modelli.

In video invece solamente Samsung Galaxy A52s 5G e Xiaomi 11 Lite 5G NE supportano il passaggio tra un sensore e l’altro durante la registrazione video, ma soprattutto come dicevamo solo Galaxy A52s 5G ha anche la stabilizzazione ottica per cui il video risulta più stabile. Ulteriori dettagli nel confronto video a inizio articolo.

Software

Al netto di due punti soprassediamo sul comparto software in quanto abbiamo realizzato un approfondimento dedicato dove confrontiamo ben 4 interfacce grafiche: One Ui di Samsung, MIUI di Xiaomi e Poco, ColorOS di Oppo e la OxygenOS di OnePlus.

Precisiamo però che:

  • Oppo e Realme condividono in pratica lo stesso sistema operativo: indubbiamente il miglior compromesso tra prestazioni e funzionalità in quanto non soffrono né di lag e rallentamenti, che saltuariamente possono capitare su Galaxy A52s 5G, né di bug che invece sono presenti qua e la su Xiaomi e Poco;
  • lato aggiornamenti chi offre maggior garanzia invece è indubbiamente Samsung che oltre ad aver promesso 4 anni di patch di sicurezza e 3 aggiornamenti di Android, è anche quella che negli ultimi mesi si è dimostrata più seria negli aggiornamenti, detto ciò l’unico attualmente indietro su questo fronte è Realme GT Master Edition che è ancora alle patch di agosto 2021, gli altri sono già aggiornati ad ottobre 2021.

Ricezione

Qui di seguito trovate i valori SAR:

  • Samsung Galaxy A52s 5G: 1.05 W/Kg, sul corpo: 1.420 W/Kg;
  • Xiaomi 11 Lite 5g Ne: 1.03 W/Kg, sul corpo: 1.05 W/Kg;
  • Oppo Find X3 Lite: 0.99 W/Kg, sul corpo 1.27 W/Kg;
  • Realme GT Master Edition: 1.181W/Kg, sul corpo: 1.14 W/Kg

La ricezione comunque è molto buona su tutti e 4 i modelli. Nessun problema particolare da segnalare.

Batteria

In termini di batteria ci sono delle differenze ma tutti e quattro sono soddisfacenti. Samsung Galaxy A52 5G ha 4500 mAh di batteria mentre Xiaomi Mi 11 Lite 5G, dato il suo spessore e peso ridotto, non poteva averne di egual misura ma fortunatamente non scendiamo troppo: 4250 mAh, 4300 mAh invece per Oppo Find X3 Lite e Realme GT Master Edition.

Con lo stesso utilizzo il risultato che sono riuscito a ottenere quasi 6 ore di schermo con Realme e Oppo, 5 ore mezza circa con Xiaomi e Samsung. Tutti e tre non supportano la ricarica wireless mentre hanno la ricarica rapida a 33W sugli smartphone Xiaomi e a 25W su quello Samsung, ben differenti invece li smartphone di Oppo e Realme che arrivano a ben 65W, ricaricandosi da 0 a 100 in poco più di 30 minuti.

In conclusione

In sintesi qualsiasi smartphone andrete ad acquistare ovviamente cadrete in piedi, sono la creme de la creme della nuova fascia media di questo 2021 e in termini di prezzo siamo più o meno li al netto di sconti che comunque non si stanno risparmiando.

  • Samsung Galaxy A52s 5G, come detto più volte, lo consiglio per chi vuole un prodotto duraturo e resistente, grazie al supporto software garantito e soprattutto alla certificazione IP67, è il prodotto più equilibrato su tutti i comparti, ovvero che sa soddisfare bene le esigenze di tutti. Rispetto al modello senza S di fatto migliora l’unico ambito su cui era un po’ carente, ovvero le prestazioni. Acquistalo su Amazon a 379 Euro.
  • È anche vero che Samsung Galaxy A52s 5G non ha un software leggero, anzi, se cercate reattività e velocità di utilizzo puntate tutto su Oppo Find X3 Lite o Realme GT Master Edition. Scegliere l’uno o l’altro è davvero quasi indifferente nella pratica e nel prezzo, solo il più recente Snapdragon 778G potrebbe farvi preferire il Realme ma lato aggiornamenti? Oppo è un po’ più affidabile;
  • Per chi invece pensa che oltre alle performance anche l’occhio voglia la sua parte, Xiaomi 11 Lite 5G NE è quello da preferire. Fra tutti è quello un poco più problematico nel software e nel sensore di prossimità non infallibile, in chiamata o ascoltando un vocale tende a riattivarsi lo schermo ed è facilissimo fare tocchi involontari, resta però quello più iconico e bello del lotto.

Di seguito le migliori offerte per i vari smartphone, attenzione ovviamente alle offerte del Black Friday:

Altre offerte Altre offerte Altre offerte Altre offerte