Alexa e SEAT “legano” anche in Italia: il sistema di Amazon sarà disponibile dal 12 novembre

Alexa e SEAT “legano” anche in Italia: il sistema di Amazon sarà disponibile dal 12 novembre
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/11\/seat-amazon-alexa-3.png","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/11\/seat-amazon-alexa-3-460x259.png","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/11\/seat-amazon-alexa-3-635x357.png","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/11\/seat-amazon-alexa-3.png","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/11\/seat-amazon-alexa-3.png"}, "title": "Alexa e SEAT “legano” anche in Italia: il sistema di Amazon sar\u00e0 disponibile dal 12 novembre" }

Tenere le mani sul volante e lo sguardo fisso sulla strada sono tra i fattori più importanti per circolare in auto in sicurezza. Per cui che ben vengano i sistemi di ausilio alla guida di nuova generazione come Android Auto, che con un pulsante sulla corona e l’ausilio della voce riducono la principale fonte di distrazione.

A partire da lunedì 12 novembre coloro che guidano una SEAT avranno un’opzione in più tra cui scegliere: da quel momento Amazon Alexa, l’assistente virtuale dell’azienda di commercio elettronico più grande al mondo, sarà ben lieto di assistere i clienti italiani, francesi e spagnoli anche a bordo dei veicoli di Martorell.

SEAT e Alexa costituivano già un binomio in Germania e Regno Unito, che per rendere nei prossimi giorni ugualmente fruttifero in Italia sarà sufficiente collegare in vettura un Android in cui sono state installate le app Amazon Alexa e SEAT Media Control.

Ha espresso soddisfazione il presidente della casa automobilistica spagnola, l’italiano Luca De Meo: “Siamo entusiasti di estendere questa funzionalità ai clienti spagnoli, italiani e francesi, che consentirà a coloro che dispongono di un veicolo compatibile di controllare il tempo, riprodurre musica e molto altro, semplicemente utilizzando la propria voce”.

Fonte: Hardwaresfera