Questo sito contribuisce alla audience di

Brutte notizie per Substratum: Google conferma il cessato supporto su Android P

Brutte notizie in arrivo per tutti gli appassionati di personalizzazione. Con un comunicato ufficiale Google ci informa che il supporto a Substratum (e quindi ad Andromeda) cesserà ufficialmente, ed intenzionalmente, a partire da Android P, come già appurato nelle prime Developer Preview.

Come alcuni di voi sapranno, Substratum, e più in generale il progetto Andromeda, è un metodo di installazione per temi personalizzati che funziona benissimo su Android 8 Oreo senza permessi di root. Nel corso del tempo, questa soluzione è diventata praticamente uno standard per la comunità dei modders ed è sempre più spesso integrato nelle custom ROM al posto dell’ormai obsoleto CyanogenMod Theme Engine.

La nostra guida a Substratum

Alla scoperta del mancato supporto sulle prime developer preview di Android P era addirittura partita una petizione su Change.org per chiedere a Google la reintroduzione del supporto, cosa che purtroppo non ha funzionato. Per adesso quindi, a meno di non essere su una Custom ROM, non sembrano esserci molte speranze per trovare una soluzione in merito ed avere i temi personalizzati su Android P.

Di seguito la dichiarazione ufficiale del team Google:

“We appreciate the feedback and would like to share some background information and clarifications.

The Overlay Manager Service (OMS) is intended for device manufacturer’s use. OMS, in its current form, is not designed to be a generic theming feature — more design considerations will need to be put into it in order to uphold Android platform’s security and product standards for users. Accordingly, OMS has never been advocated as a public developer feature.

Earlier this year a security patch (CVE-2017-13263) was released to OEMs for Android Oreo devices. The patch restricts the installation of overlays to pre-installed or system-signed apps, in response to a legitimate security issue raised in Android Oreo. Android P also includes this critical security patch, so it restricts overlays in the same way as does Android Oreo.

We understand that custom theming is an important capability for some users.  We will take your feedback into consideration with any future work in this area.

Status: Won’t Fix (Intended Behavior)”


Google Pixel 2 XL è disponibile in offerta su Amazon a 636.00 euro. Si trova online anche su molti altri negozi, contiamo circa 11 offerte. Se invece sei interessato alle caratteristiche puoi leggere la scheda tecnica di Google Pixel 2 XL.

Fonte: Androidpolice

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • giacomofurlan

    Beh, qui non sta dicendo che le porte si sono chiuse e basta… semplicemente hanno fatto un quick-fix su un qualcosa che non era stata intenzione di Google rendere pubblica per una questione di sicurezza… e molto probabilmente arriveranno con una versione di OMS migliore, o rinnovata, evitando le falle di sicurezza che, forse per la profondità con la quale arrivava il servizio, erano impossibili da chiudere nell’attuale implementazione.

    • Da quello che si evince dai comunicati Google, renderanno OMS un sistema ad uso esclusivo dei produttori e quindi vincolato alla gestione delle interfacce personalizzate. Spostando la gestione ad una partizione di sistema più a basso livello, non ci sarà più la possibilità per gli utenti di apportare modifiche se non con permessi di root e/o custom ROM

Top