Il marchio Nest sbarca in Italia con termostati, webcam e rilevatore di fumo

Il marchio Nest sbarca in Italia con termostati, webcam e rilevatore di fumo
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/nest-family-460x259.png","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/nest-family-635x357.png","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/nest-family.png","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/nest-family.png","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/nest-family.png"}, "title": "Il marchio Nest sbarca in Italia con termostati, webcam e rilevatore di fumo" }

Da oggi è possibile pre ordinare i prodotti della famiglia Nest, il brand acquistato alcuni anni fa da Google, anche in Italia, grazie all’espansione delle vendite comunicata da Lionel Paillet, General Manager per l’Europa del brand. Oltre al nostro Paese anche gli utenti di Germania, Austria e Spagna potranno acquistare i prodotti Nest nei rispettivi Paesi.

Ci sono attualmente quattro prodotti della famiglia Nest che possono essere pre ordinati da oggi ai seguenti prezzi:

  • Nest Learning Thermostat a 249 euro (link Amazon)
  • Nest Protect, rilevatore di fumo e monossido di carbonio a 119 euro
  • Nest Cam Indoor a 199 euro(Link Amazon)
  • Nest Cam Outdoor  a 199 euro (Link Amazon)

Per il momento è possibile effettuare gli ordini su Amazon che promette di consegnare i prodotti della famiglia Nest a partire dal prossimo 15 febbraio, ma nelle prossime settimane dovrebbe essere possibile trovarli anche sul sito ufficiale Nest.

Il ritardo nella commercializzazione nel nostro paese non è dovuto ad alcuna controversia ma alla necessità di avere una buona base installata, in particolare Regno Unito e Olanda, prima di espandere le vendite in nuovi Paesi. Inoltre ogni prodotto, oltre ad essere correttamente localizzato, deve rispettare standard diversi e rispondere alle norme vigenti in ogni paese. In Germania, ad esempio, i rilevatori di fumo devono essere montati a soffitto e Nest ha condotto diversi test con i materiali utilizzati in quel Paese per realizzare i soffitti.

Siete pronto ad acquistare un nuovo termostato intelligente o preferite affidarvi ai sistemi tradizionali che avete utilizzato finora?

Fonte: Techcrunch
Condividimi!