Google Now mostrerà dei promemoria basati sulle mail

Google Now potrebbe arricchirsi con una bella e comoda novità: si tratta della visualizzazione di schede promemoria basate sulle nostre mail, che vanno ad aggiungersi alle già molte informazioni fornite dall’assistente personale firmato da BigG.

La novità sarebbe in fase di test (notate la piccola impronta in alto sulla destra) e per questo l’attivazione non dipenderebbe dall’utente ma da Google stessa; stando alla discussione su Reddit, comunque, sembrano essere diversi gli utenti che hanno notato questa nuova scheda (alcuni addirittura da qualche settimana).

Qui sotto trovate lo screenshot che raffigura questa nuova scheda in Google Now; fateci sapere con un commento se risulta disponibile anche a voi oppure no.

dDWmBWQ

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Gigi

    Figata, ormai è meglio di una segretaria umana :)

    • acca

      …dipende dalla segretaria ;)

  • Walter

    Il livello di invasività è diventato intollerabile però. Ti fanno gongolare con gli aspetti positivi di questa tecnologia, ma nessuno nota il rovescio della medaglia: Ovvero legogno e interpretano con assoluta precisione ogni nostra informazione, anche sensibile. Quindi è lecito immaginare che Google sappia molto più di quello che ci mostra e che il parsing delle nostre mail non resti un fatto “privato”. Certo, si parla di una massa di dati enorme, non è che qualcuno si legga 1 ad 1 le nostre email, ma di sicuro gli algoritmi di profilazione lo fanno e come.

    • Gigi

      Tu guardi troppa televisione, secondo me.

    • ilo

      Lonripeto per l’ennesima volta: quelli che si fanno ste problemi, molto spesso sono gli stessi che pubblicano su fb al mo do qualunque cosa della propria vita personale. Le nostre informazioni che utilizza Google sono ben note e vengono usate per offrire questi servizi e pubblicità mirata. Non vedo dove sia il problema. Se non si è d’accordo basta non usarli. Chissà cosa avete da nascondere…

      • Ohhh! Finalmente un po’ di buon senso. Perfettamente d’accordo con te.

    • acca

      Now ha recepito la ripetitività dei miei spostamenti e mi avvisa sui tempi di percorrenza… A me sta bene fino a quando è un algoritmo a sapere queste cose su di me, non mi sta bene se qualcuno lo può interrogare…
      Per esempio, se qualcuno, per esempio un magistrato o un governo decidono di accedere al proprio account, penso che l’utente lo dovrebbe sapere…

  • Renzo sedda

    io ce l ho ,mi ha ricordato che devo pagare la fattura di sky . Fini ad ora non era mai successo

    • Fabio Moncalieri

      Come faccio a mettere un promemoria con avviso sonoro dando il comando ok Google? Perché mi fa vedere la scheda ma non suona all’ora prevista

  • iBacco

    Stanno facendoci abituare ad essere tracciati al 100%. Fino a che non ci faremo nemmeno più caso. Schiavitù consenziente.

    • Gigi

      Dove tu vedi schiavitù io vedo infinita comodità.

    • ilo

      Ma schiavitù di cosa? Di chi? Questa si chiama paranoia

      • iBacco

        Ma paranoia de che?! Conosci il significato della parola?! Il fatto che ogni propria mail (e comunicazione in generale) sia passata al setaccio da algoritmi di riconoscimento, che poi giustificano la loro azione invasiva notificandoti due o tre info estratte da ciò che hanno setacciato, è esattamente ciò di cui parla l’articolo. Che poi a uno stia bene questa condizione, buon per lui, però è una condizione da schiavo.

Top