Il rapporto con l’ambiente che ci circonda non è sempre facile e avere una stazione meteo che ci informi sullo stato attuale della stanza in cui ci troviamo e dell’ambiente esterno può essere un modo valido per vivere meglio l’ambiente in cui viviamo – che sia la nostra abitazione o il nostro ufficio. Netatmo è una stazione meteo personale che consente di tenere sotto controllo l’ambiente intorno a noi e di poter quindi meglio reagire ai suoi cambiamenti. Scopriamola insieme.

Caratteristiche e design

La stazione meteo Netatmo è composta da due parti distinte: una unità centrale (che chiamerò anche “base”) da tenere all’interno ed una unità secondaria da posizionare all’esterno. Entrambe le unità sono cilindri in alluminio satinato di circa 5cm di diametro; l’unità interna è alta circa 15cm mentre quella esterna è alta 10cm.

Netatmo-stazione-meteo-2

La base è caratterizzata dalla presenza di una scanalatura sul lato frontale e da un pulsante sensibile al tocco posto sulla sommità. Il retro ospita, invece, una porta micro-USB per collegare il cavo di alimentazione (fornito, insieme all’alimentatore).

Netatmo-stazione-meteo-3

L’unità esterna, viceversa, presenta una scanalatura sul retro per agganciarla eventualmente alle pareti con un kit fornito in dotazione (composto da un tassello con vite da inserire nella parete e da una fascetta con velcro).

Netatmo-stazione-meteo-4

Il design è molto curato ed è estremamente moderno e piacevole pur essendo funzionale. Lo spazio occupato dalle due unità è davvero minimo ed è possibile posizionarle quasi ovunque senza problemi. L’unico limite, per il modulo centrale, è la necessità di collegarlo alla corrente e, quindi, di avere una presa vicina.

Netatmo-stazione-meteo-5

Funzionamento

Il funzionamento della base Netatmo è piuttosto semplice: una volta connessa alla rete WiFi (informazioni a riguardo saranno nella prossima sezione dedicata al software), l’unità centrale si connette all’unità esterna e raccoglie dati sull’ambiente interno e su quello esterno.

I dati raccolti sono i seguenti: temperatura, umidità, pressione (in millibar), CO2 (in parti per milione) e suono (in dB) per l’interno, temperatura e umidità per l’esterno.

Netatmo-stazione-meteo-6

Per avere un’idea immediata della qualità dell’ambiente interno, che è un mix di vari parametri tra cui la temperatura e la quantità di CO2 nell’aria, è sufficiente toccare la sommità dell’unità centrale che si illuminerà lungo la scanalatura per mostrare un colore: verde significa che la qualità dell’aria e il comfort interno sono elevati, rosso/arancione che è necessario arieggiare la stanza per abbassare i livelli di CO2. Ci sono infinite vie di mezzo che danno comunque un’idea dello stato a seconda della vicinanza all’una o all’altra parte.

La sensibilità della sommità dell’unità centrale è talmente elevata che è sufficiente avvicinare un dito senza portarlo a contatto diretto con la superficie perché la stazione si attivi e mostri il livello di comfort attuale.

L’intuitività di questo sistema è disarmante e permette di avere un immediato riscontro circa le condizioni dell’ambiente in cui viviamo. Non è sempre facile capire quando è necessario arieggiare una stanza, soprattutto in stagioni in cui si tende ad aprire poco le finestre, ma la stazione Netatmo dà un’idea chiara e precisa e permette – in fin dei conti – di vivere meglio la propria casa (o il proprio ufficio).

La stazione esterna, invece, permette di avere un’indicazione precisa di quali siano le condizioni fuori dall’abitazione: è possibile conoscere con precisione la temperatura esterna e il grado di umidità e queste informazioni sono importanti per capire, ad esempio, come vestirsi o se è opportuno uscire o aprire le finestre per arieggiare se si soffre il caldo in estate. I possibili usi di queste informazioni sono pressoché infiniti e il solo limite è la fantasia.

È possibile tarare le misure con un’apposita opzione dal sito, dunque se i dati apparissero lontani dalla realtà è possibile correggerli.

Anche se la rete WiFi non dovesse essere disponibile, la stazione meteo continua a raccogliere dati e a tenerli in memoria in attesa che sia nuovamente disponibile la connessione. Nel mio caso il router disattiva la rete WiFi durante la notte e la riattiva al mattino, ma la stazione raccoglie correttamente tutti i dati e li invia in autonomia ai server per l’elaborazione una volta che la connessione torna ad essere attiva.

La stazione è totalmente autonoma e l’intervento umano richiesto è pressoché pari a zero. Questo è un fattore estremamente positivo: non sono richieste conoscenze particolari all’utente e, usando un anglicismo, si può dire che it just works. A tutto vantaggio dell’usabilità.

Moduli aggiuntivi

Una peculiarità di Netatmo è la possibilità di aggiungere moduli aggiuntivi che permettono di monitorare più stanze e/o la quantità di pioggia caduta. Tutti i moduli aggiuntivi sono da acquistare a parte e vanno connessi all’unità centrale utilizzando un apposito software, simile a quello per la configurazione iniziale, da scaricare dal sito del produttore.

Netatmo-stazione-meteo-7

Ho provato il pluviometro di Netatmo e sono rimasto decisamente soddisfatto: anche se non sono riuscito a utilizzarlo secondo le istruzioni del produttore, che consiglia di posizionarlo a qualche metro dalla casa per poter meglio raccogliere l’acqua, i risultati sono stati decisamente positivi e il dispositivo ha registrato correttamente la quantità di pioggia caduta – nonostante sia stato posizionato su un davanzale, da dove ha potuto ricevere una quantità d’acqua teoricamente inferiore.

Netatmo-stazione-meteo-8

I moduli attualmente disponibili sono il pluviometro e ulteriori moduli da utilizzare all’interno; in futuro potrebbero aggiungersi ulteriori moduli come un anemometro – anche se non abbiamo ancora notizie in questo senso da parte dell’azienda.

Software

Il software si compone di due distinti elementi: l’applicazione per smartphone e il sito web. Il secondo è decisamente più completo delle prime, che appaiono molto semplici e semplificate in favore di una maggiore chiarezza e di una migliore fruibilità.

Un terzo elemento è il software da installare sul computer per effettuare la prima installazione della stazione meteo: il software è disponibile per Windows, MacOS X e (a sorpresa!) Linux. Io utilizzo quest’ultimo sistema operativo e ho trovato che la configurazione sia estremamente semplice: è sufficiente avviare il programma, collegare la base, inserire la password della rete WiFi, creare il proprio account Netatmo e scollegare la base per utilizzarla – il tutto con una procedura guidata veramente semplice ed intuitiva. Un plauso quindi a Netatmo per aver reso semplicissima e alla portata di tutti (oltre che disponibile indipendentemente dalla piattaforma utilizzata) una procedura che mostra molte criticità come la configurazione iniziale.

L’applicazione per Android ha un’interfaccia semplice ed efficace, divisa in due parti: la parte superiore mostra i dati dell’esterno, quella inferiore i dati dell’interno. È possibile accedere all’interezza dei dati facendo scorrere la scheda dei dati interni verso l’alto o verso il basso.  Tutti i dati vengono mostrati in forma testuale quando il dispositivo è in verticale e in forma di grafico quando il dispositivo è in orizzontale, ma il livello di dettaglio dei grafici è inferiore rispetto al sito web.

In caso di temporali o piogge in arrivo l’utente viene avvisato con qualche ora di anticipo tramite una notifica sullo smartphone: una funzione decisamente utile per organizzare gli spostamenti. Un altro avviso utile è la fonte principale di inquinamento nell’aria rilevata: se siete sportivi o se soffrite in particolar modo l’inquinamento atmosferico questa informazione può essere molto utile.

Il sito è strutturato in maniera semplice ed intuitiva ed offre le previsioni del tempo (divise per previsioni generiche, delle precipitazioni e della temperatura) nella parte alta, con varie schede per i singoli elementi più in basso: è possibile scegliere quali schede attivare per tenere sotto controllo i grafici dei vari parametri (temperatura, pressione, ecc). Spostando il cursore sui grafici si possono visualizzare i valori misurati con l’orario associato.

In conclusione

La stazione meteo Netatmo è uno degli accessori migliori che si possano attualmente acquistare. La completezza delle funzioni e la facilità d’uso lo rendono uno degli acquisti più azzeccati e un’idea regalo per chiunque eccezionale.

Il supporto software è eccezionale e non richiede nessuna competenza: si leggono i numeri e si traggono conclusioni, aiutati dall’ottima interfaccia di Netatmo. L’idea di dare un feedback immediato all’utente dall’unità centrale con un codice colore è la ciliegina sulla torta.

Le uniche mancanze di questa stazione sono due: l’assenza di un display a parte per avere sotto controllo i dati senza necessità di accedere tramite smartphone o computer e, secondariamente, la necessità di essere sempre connessi in WiFi e di non poter accedere localmente ai dati.

Da persona che soffre molto il caldo ho sempre avuto problemi nel valutare quando fosse il caso di aprire la finestra in estate, ma grazie all’immediatezza delle misurazioni di Netatmo sono riuscito a gestire meglio questo fattore. Può sembrare una banalità, ma permette di affrontare meglio le difficoltà che si possono presentare nell’affrontare le variazioni del clima e riuscire ad eliminare quindi delle fonti importanti di stress – in definitiva, quindi, permette di vivere meglio.

Potete acquistare la stazione meteo Netatmo su Nessuna offerta al momento, mentre il pluviometro costa circa 68€ su Amazon.it. Ulteriori moduli aggiuntivi possono essere acquistati a circa 68€ su Amazon.it. Il prodotto fa anche parte del catalogo Hinnovation.