Lo smartphone Android più venduto nel 2020 è di Samsung ed è il Galaxy A51, non poteva quindi non esserci attesa e attenzione per il suo successore, Samsung Galaxy A52, che ha logicamente la stessa voglia conquistare il mercato e raggiungere nuovi traguardi di vendita. Ufficiale da circa la metà di marzo 2021 è il momento di scavare in profondità e vedere cosa offre e come si comporta in questa recensione.

Unboxing di Samsung Galaxy A52

All’interno della confezione di vendita di Samsung Galaxy A52 c’è un alimentatore da parete da 15W (anche se lo smartphone supporta la ricarica rapida a 25W, nel caso quindi dovreste comprare un alimentatore più potente), il cavo USB TypeC per ricarica e trasferimento file e la clip per rimuovere il carrellino di SIM e MicroSD.

Video recensione di Samsung Galaxy A52

Design & Ergonomia

Rispetto al modello dello scorso anno esteticamente cambia tantissimo e ora assume un look decisamente giovanile e fresco, rivolgendosi ovviamente verso questo target di utenza. Principale punto di forza resta logicamente la multimedialità dove Samsung, producendosi le componenti in casa, può dare il massimo e lo fa con un bel ampio display a tecnologia Super Amoled da 6,5 pollici in FHD+ con la novità, per questa gamma di prodotti, del refresh rate che raggiunge i 90 Hz, portandosi al pari rispetto ai principali competitor.

A livello di qualità ci siamo, una conferma rispetto ad A51 dello scorso anno con una buona taratura dei colori, una discreta gamma cromatica supportata e una luminosità che può arrivare fino a 800 nits, sufficienti per una discreta visibilità anche sotto la diretta luce del sole. Ad essere pignoli Samsung poteva spingersi anche a 1000, ma ci accontentiamo, soprattutto vista la presenza dell’alto refresh rate

L’audio è di tipo stereo, offerto dallo speaker principale posto inferiormente e dalla capsula auricolare che riproduce in altoparlante all’occorrenza. Di buona qualità ma la specifica più interessante è la permanenza ancora una volta del foro per il jack audio da 3,5 mm, per chi non vuole rinunciare alle cuffie cablate.

In termini di dimensioni non è sicuramente uno smartphone compatto ma rappresenta una discreta via di mezzo tra ergonomia, comodità e multimedialità misurando 159,9 x 75,1 x 8,4 mm e avendo un peso di 189 grammi ben distribuito. Leggermente più grande e pesante rispetto al modello dello scorso anno.

Funzionalità

Dove Samsung punta sempre molto sono le funzionalità e questo Samsung Galaxy A52 non è da meno. Fin dall’acquisto è dotato di Android 11 con Samsung One UI 3.0, senza particolari rinunce rispetto ai fratelli top di gamma. Fra le applicazioni pre-installate troviamo la classica suite di Samsung con Smart Switch per importare dati da uno smartphone vecchio, Smart Things per controllare prodotti IOT, Registratore vocale, Archivio per esplorare i file nella memoria, il browser Internet, Samsung Health per monitorare la salute, Galaxy Wearable per associare smartwatch e Bixby ovvero l’assistente vocale di Samsung che risponde pronunciando “Hey Bixby” e fornisce risposte in maniera similare, ma in misura ridotta, a Google Assistant (che ovviamente non manca). Completano il software le app di Google (Maps, Gmail, Drive, etc.) e alcune applicazioni di Microsoft come Outlook, Linkedin, OneDrive e Office Mobile per gestire e modificare documenti.

Essendo dotato di chip NFC è presente anche Samsung Pay per fare pagamenti contactless oppure potete installare Google Pay dal Play Store.

Fra le impostazioni ci sono diverse funzioni interessanti fra cui la possibilità di modificare l’azione eseguita alla pressione del classico tasto Power che di default è impostato per aprire il menu di spegnimento. Grazie a un’impostazione possiamo collegare lo smartphone a Windows per condividere messaggi, notifiche, foto e altro, mentre alla voce “Movimenti e gesti” modificare il comportamento di azioni agevolati che si attivano ad esempio sollevando lo smartphone o guardandolo.

Degno di nota e anche qui presente il Game Launcher che altro non è che un’applicazione che raggruppa i giochi installati dandoci informazioni interessanti riguardo statistiche di gioco, oltre a migliorare il funzionamento dello smartphone per offrire prestazioni superiori a scapito della batteria. Non manca poi infine la funzione “Duplicazione App” che permette di avere più account ad esempio di WhatsApp o Facebook. Pensate, è così ricca da mantenere anche la funzione “Pannello Edge”, solitamente presente solo negli smartphone con bordi laterali curvi.

Prestazioni

Sulle performance questo Galaxy A52 è un deciso passo in avanti rispetto all’A51 che l’anno scorso abbiamo criticato per una eccessiva lentezza in alcune situazioni. Niente che non fosse inutilizzabile ma alcune attese di troppo c’erano e ci sono ancora oggi a causa di un processore non particolarmente reattivo.

Quest’anno a bordo non c’è un Exynos bensì un Qualcomm Snapdragon 720G, un processore octa core (dual core 2,3 GHz + hexa core 1,8 GHz) presente su numerosi altri prodotti, rodato e che funziona bene ma ovviamente più votato a contenere i consumi che offrire potenza di calcolo. In ogni caso, anche grazie ai 6GB di RAM e ai 128 GB di memoria interna (espandibile tramite MicroSD), riesce a offrire il giusto mix permettendo di fare tranquillamente sessioni di gaming intense anche con giochi importanti come Call of Duty o Fortnite.

La connettività di questo smartphone invece non è all’ultimo grido in quanto non supporta il 5G per cui c’è un modello a parte e più spinto, bensì si ferma al 4G LTE (dual SIM con il secondo slot ibrido per ospitare o Nano SIM o MicroSD). Dotato poi ovviamente di Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac (2,4+5GHz), Bluetooth 5.0, NFC, GPS, Glonass, BeiDou, Galileo per la geolocalizzazione.

Fotocamera

Il comparto fotografico di Samsung Galaxy A52 è pensato per chi cerca versatilità ma il migliore del trio sotto questo aspetto, almeno sulla carta, è Galaxy A72 che dispone di un sensore con zoom ottico mentre qui abbiamo un sensore principale da 64 MP (AF, OIS, f/1.8 e 0,8µm), uno ultra-grandangolare da 12 MP (FF, f/2.2 e 1,12µm), un sensore macro da 5 MP (FF, f/2.4 e 1,12µm) ed uno di profondità da 5 MP (FF, f/2.4 e 1,12µm).

La fotocamera anteriore invece è da 32 megapixel (f/2.2 e 0,8µm).

Come al solito sulla fascia media chi soffre maggiormente è la fotocamera ultra-grandangolare che in alcune occasioni non riesce a compensare adeguatamente i forti contrasti di luce, in altri ovvero in ambienti meno illuminati presenta un po’ di più rumore che rovina la fotografia. In ogni caso fa il suo lavoro e grazie all’elevato angolo di campo permette di includere nella fotografia più soggetti anche se ravvicinati. Di tutt’altra pasta è la fotocamera principale che realizza dei buoni scatti in tutte le condizioni di luce, ovviamente in relazione alla fascia di prezzo, questo grazie alla solita buona elaborazione software e all’HDR. Supera senza pochi problemi le fotocamere e gli scatti di Redmi Note 10 Pro che ipotizzo essere il suo principale rivale ma che costa pur sempre qualche decina di euro in meno.

In ambito video invece si sente la mancanza della stabilizzazione ottica su tutti e tre i sensori fotografici ma all’occorrenza si può attivare la stabilizzazione digitale che tuttavia effettua un crop importante sull’immagine. Si può registrare in Full HD a 30 fps o 4K a 30 fps, purtroppo niente 60 fps, ma per lo meno a tutte le risoluzioni è possibile passare da un sensore all’altro durante la registrazione.

Batteria & Autonomia

La batteria di Samsung Galaxy A52 è da 4500 mAh e supporta la ricarica rapida a 25 W ma ovviamente non dispone di ricarica wireless, su questa fascia di prezzo ancora ben poco presente. L’azienda coreana propone una durata fino a due giorni ma noi, con il nostro classico utilizzo, siamo riusciti a totalizzare circa 5 ore di schermo acceso durante una tipica giornata lavorativa. Questo vuol dire che copre tranquillamente la giornata piena ma a due giorni può arrivare esclusivamente con un utilizzo più rilassato.

In ogni caso non è detto che tramite aggiornamenti software futuri la situazione non possa migliorare ulteriormente, nel caso aggiorneremo questa recensione.

In conclusione

In conclusione Galaxy A52 è lo smartphone Samsung per tutti, per coloro che cercano un prodotto dall’ottimo rapporto qualità prezzo (soprattutto visto la promozione lancio che lo sconta di 70€), che funzioni bene e che offra un buon equilibrio su tutti gli aspetti come multimedialità, fotocamere, autonomia e prestazioni. A differenza dello scorso anno, ovvero con Galaxy A51, non abbiamo inoltre notato importanti rallentamenti software mentre permane la stessa completezza a livello di funzioni con anche qualche miglioramento qua e la.

Insomma, se avete deciso di farlo vostro non rimarrete delusi della scelta ma attenzione: chi sta acquistando questo smartphone con l’intenzione di tenerlo in tasca per molti anni (anche 3 o 4) il consiglio è di puntare sulla variante 5G, più costosa ma al tempo stesso pronta per la connettività del futuro e con anche qualche chicca in più, come il refresh rate dello schermo che arriva a 120 Hz, dando ancor di più la sensazione di una maggior fluidità.

Samsung Galaxy A52 è disponibile dal mese di marzo a 379€ ma non di rado ci sono offerte e sconti.

Altre offerte

Pagella

7.5
Design
8.5
Funzionalità
7.8
Prestazioni
8.0
Fotocamera
8.5
Batteria
8.4